Conto Termico: aperte le iscrizioni ai Registri per gli impianti compresi tra 500 e 1000 kW

04/06/2013 2050

Tipologie di intervento incentivabili

Possono accedere agli incentivi previsti dal DM 28/12/12 i seguenti interventi di piccole dimensioni relativi a impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza:
a) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
b) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa;
c) installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling;
d) sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore.
Per poter accedere agli incentivi, gli interventi di sostituzione di impianti/apparecchi sopra elencati devono essere realizzati in edifici esistenti e fabbricati rurali esistenti.
In caso di installazione di impianti solari termici, anche abbinati a tecnologia solar cooling, gli interventi possono essere realizzati anche su edifici nuovi.
I generatori di calore alimentati a biomassa possono essere installati anche in sostituzione di impianti di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti.

Gli interventi accedono agli incentivi del Conto Termico limitatamente alla quota eccedente quella necessaria per il rispetto degli obblighi di integrazione delle fonti rinnovabili negli edifici di nuova costruzione e negli edifici esistenti sottoposti a ristrutturazione rilevante, previsti dal D.Lgs. 28/11 e necessari per il rilascio del titolo edilizio.

Chi può richiedere gli incentivi
Gli incentivi per interventi di piccole dimensioni relativi a impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza possono essere richiesti sia dalle Amministrazioni pubbliche che da soggetti privati, con le modalità indicate nella pagina web "Come accedere agli incentivi"
Si specifica che per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompa di calore o generatori di calore a biomasse con potenza termica nominale complessiva superiore a 500 kW e fino a 1 MW, il soggetto responsabile dovrà richiedere al GSE l’iscrizione ad appositi registri informatici.

Come si calcola l'incentivo
Per gli interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza, il decreto predispone schemi di calcolo specifici per tecnologia, in base a:
• coefficienti di valorizzazione dell’energia prodotta, come stabiliti dalle tabelle riportate in allegato al Decreto;
• producibilità presunta di energia termica dell’impianto/sistema installato, in funzione della taglia e della zona climatica;
• esclusivamente per i generatori di calore alimentati a biomassa, coefficienti premianti in relazione alla sostenibilità ambientale della tecnologia (emissioni di polveri)
Gli incentivi per un singolo edificio/immobile sono da intendersi utilizzabili una sola volta per singolo intervento o, laddove previsto, fino al raggiungimento del massimale del valore di incentivo ammissibile per tipologia di intervento.
 

Interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza

Tipologia

Soggetti Ammessi

Durata in anni

Tabelle di riferimento per il calcolo incentivo
come da DM

Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale  esistenti con impianti di utilizzanti pompe di calore   pompe di calore elettriche o a gas, anche geotermiche con potenza termica utile nominale fino a 1000 kW

PA e soggetti privati

Con Pn ≤ 35kW: 2 anni

Allegato II, tabella 4

Con Pn ≤ 1000 kW: 5 anni

Sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore

PA e soggetti privati

con capacità ≤ 150 litri: 1 anno con capacità > 150 litri: 2 anni

Valore max incentivo: con capacità = 150 litri: 400 € con capacità > 150 litri: 700 €  

Installazione di collettori solari termici, anche abbinati sistemi di solar cooling, con superficie solare lorda fino a 1000 m2

PA e soggetti privati

Con superficie solare lorda ≤ 50 m2: 2 anni

Allegato II, tabella 13

Con superficie solare lorda ≤ 1000 m2: 5 anni

Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con generatori di calore alimentati da biomassa con potenza termica nominale al focolare fino a 1000 kW

PA e soggetti privati

Con Pn ≤ 35kW: 2 anni

Allegato II, tabella 5

Con Pn ≤ 1000 kW: 5 anni

Tabella 1

Diagnosi e certificazione energetica
Per entrambe le tipologie di soggetti beneficiari (Amministrazioni pubbliche e soggetti privati), è previsto, inoltre, un incentivo specifico per la Diagnosi Energetica e la Certificazione Energetica, se elaborate contestualmente agli interventi e secondo i criteri che verranno specificati nelle regole applicative del GSE.
L’incentivo coprirà il 100% o il 50% delle spese sostenute in funzione del soggetto ammesso.
Il valore massimo ammissibile per questo incentivo è determinato in base alla destinazione d’uso e alla superficie utile dell’immobile oggetto di intervento, come specificato nella Tabella 2.
 

Destinazione d’uso

Superficie utile dell’immobile (m2)

Costo unitario massimo (€/m2)

Valore massimo erogabile (€)

Edifici residenziali della classe E1 del DPR 412/93

esclusi collegi, conventi, case di pena e caserme.

Fino a 1600 compresi

1,50

5.000,00

Oltre 1600

1,00

Edifici della classe E3 del DPR 412/93

-

3,50

18.000,00

Tutti gli altri edifici.

Fino a 2500 compresi

2,50

13.000,00

Oltre 2500

2,00

Tabella 2

 

Allegati

Bando Registro Conto Termico_30 aprile 2013
Decreto 28 dic 2012
Regole applicative conto termico

Fonte: GSE