Immobiliare
Data Pubblicazione:

Compravendita di immobili: per la plusvalenza fa fede la data di acquisto

Agenzia delle Entrate: se l’immobile è stato oggetto di ristrutturazione, con conseguente ampliamento regolarizzato al catasto, non conta ai fini del computo la data di avvenuta variazione catastale

La cessione di un villino, intervenuta a più di 5 anni dalla data di acquisto, avvenuta nel 2016, non produce una plusvalenza tassabile in base all'articolo 67, comma 1, lettera b) del Tuir, se è effettuata da una persona fisica al di fuori dell’attività di impresa.

Lo ha chiarito l'Agenzia delle Entrate nella risposta 560 del 18 novembre 2022, dove si evidenzia tra l'altro che è irrilevante ai fini temporali il fatto che, 2 anni dopo l’acquisto, siano stati eseguiti lavori di ristrutturazione, terminati quindi nel 2018, in quanto la data che conta per il computo dei cinque anni, durante i quali il proprietario non deve vendere il bene se non vuole generare una plusvalenza tassabile, è quella dell’acquisto.

Cosa rileva per il calcolo dei 5 anni?

L'istante chiede se, per il suo villino ristrutturato con ampliamento, e a seguito del quale il 14 novembre 2018 è stata rilasciata dall’ufficio del catasto la ricevuta di avvenuta denuncia di variazione dell'unità abitativa a seguito dell'aumentata consistenza catastale, per calcolare i 5 anni per vedere la sussistenza o meno di una plusvalenza, rileva la data dell'atto notarile di acquisto del bene immobile (8 luglio 2016) o quella di denuncia dell’avvenuta variazione catastale dell’immobile (14 novembre 2018).

Plusvalenza: la regola generale

L'Agenzia delle Entrate spiega che la data della ristrutturazione non rileva ai fini del computo dei 5 anni, cioè il periodo che deve trascorrere se si vuole evitare che l’acquisto e la successiva vendita di un immobile abbiano un fine speculativo, con la conseguente tassazione della plusvalenza realizzata.

Nel caso di specie, niente è dovuto al fisco dall’acquirente (articolo 67 comma 1 del Tuir) visto che la vendita è avvenuta dopo i cinque anni dalla data di acquisto (2016), a nulla rilevando la ristrutturazione e il relativo ampliamento del villino.


LA RISPOSTA 560/2022 DELL'AGENZIA DELLE ENTRATEE' SCARICABILE IN FORMATO PDF PREVIA REGISTRAZIONE AL PORTALE.

Allegati

Leggi anche