1930 visualizzazioni Superbonus
Data Pubblicazione:

Decreto Aiuti-bis in conversione, news Superbonus: responsabilità solidale attenuata per la cessione del credito

Nel testo approvato dal Senato il 13 settembre 2022, arriva una modifica importante in materia di Superbonus: torna infatti la responsabilità solidale attenuata dei cessionari dei crediti fiscali (banche incluse), riconducibili ai bonus edilizi, che quindi saranno chiamato in causa soltanto nelle ipotesi di dolo o colpa grave

Decreto Aiuti-bis in conversione, news Superbonus: responsabilità solidale attenuata per la cessione del credito

Alla fine, dopo l'allargamento delle maglie della cessione del credito (DL Semplificazioni), arriva anche il ritorno al passato sulla responsabilità solidale, con le richieste degli operatori e dei professionisti (Federcostruzioni inclusa) accolte dal Senato in sede di conversione del DL Aiuti Bis (115/2022).

Dentro il testo approvato nella serata di martedì 13 settembre al Senato, (disponibile in allegato assieme a tutti gli emendamenti approvati confluiti nel DDL), spicca infatti l'introduzione dell'art.33-bis, rubricato "Semplificazioni in materia di cessione dei crediti ai sensi dell'articolo 121, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77", che potete trovare a pagina 57 del documento allegato.

Semplificando, i vincoli sulle cessioni dei crediti fiscali vengono 'mitigati': la responsabilità solidale dei cedenti/cessionari si configurerà infatti solo in caso di dolo e colpa grave per i crediti relativi ai lavori successivi all'inserimento dell'asseverazione obbligatoria (cioè al DL Antifrodi, 157/2021).

Più nel dettaglio:

  • è abolita la responsabilità solidale, in ogni caso, per i cessionari di crediti derivanti dal Superbonus e per i cessionari dei crediti collegati ad altri bonus edilizi se generati dopo l'entrata in vigore del DL Antifrodi (si ripristina il 'vecchio' art.121 comma 6 del DL 34/2020);
  • per i crediti precedenti a tale data, la responsabilità solidale è abolita solo in presenza di asseverazione e a condizione che il cedente coincida con il fornitore e sia un soggetto diverso da banche e istituti finanziari. Il cedente, ai fini della limitazione della responsabilità solidale, dovrà acquisire ora per allora la documentazione relativa alla certificazione del credito (articolo 121, comma 1-ter DL Rilancio);
  • resta sempre ferma la responsabilità per dolo o colpa grave.

NB - Ricordiamo che queste misure non sono ancora in vigore, visto che il testo emendato del Senato dovrà passare alla Camera per la definitiva conversione in legge - e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale - entro il 9 ottobre.


IL TESTO DEL DDL DI CONVERSIONE IN LEGGE DEL DL 115/2022 APPROVATO DAL SENATO (NON ANCORA IN VIGORE, DA CONVERTIRE DEFINITIVAMENTE ENTRO IL 9 OTTOBRE 2022) E' SCARICABILE IN ALLEGATO

Per scaricare l’articolo devi essere iscritto.

Iscriviti Accedi