Farabollini Piero


Presidente Ordine Geologi Regione Marche

Curriculum / Profilo

Nato a Treia (MC) il 1/1/1960 ed ivi residente in via Roma n.3, tel. 0733/215162, codice fiscale FRBPRI60A01L366M;  

Laureato in Scienze Geologiche presso l'Università degli Studi di Camerino, Dottore di Ricerca in "Geologia applicata, Geomorfologia e Idrogeologia" e Master di II livello in “Progettazione degli interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti inquinati”; 

Ricercatore universitario dal 1998 presso l'Università degli Studi di Camerino, gruppo di discipline GEO/04 (Geografia fisica-Geologia applicata), e dal novembre 2008 Professore Associato; docente dei corsi di Geologia ambierntale, Geomorfologia applicata, Laboratorio di Geoarcheologia.

Responsabile del corso di laurea L32-L34 - Scienze geologiche, naturali ed ambientali, dall’anno 2009 al 2016 e del CdS L32-L34 - Geological, Natural and Environmental Sciences dal 2016 al 2018 (con delibera del 17.11.2009 della Scuola di Scienze Ambientali e dall’anno 2013 con delibera della Scuola di Scienze e Tecnologie);

Membro del Consiglio regionale dei Geologi delle Marche dal 1996 al 2010; 

Membro del Consiglio Nazionale dei Geologi per gli anni 2010-2015;

Presidente dell’Ordine dei Geologi della Regione Marche, nel periodo settembre 2016 al settembre 2018;

Commissario Straordinario di Governo per il sisma del centro Italia nel periodo ottobre 2018-febbraio 2020 con DPCM del 5 ottobre 2018 e DPCM del 31 dicembre 2018;

Inserito nell’Albo degli Esperti del MIUR (Decreto direttoriale 1 aprile 2010 n.79/Ric) a partire dal 20.04.2010 e nell’Albo degli Esperti della Valutazione del MIUR (CEV) per l’accreditamento periodico delle sedi e dei corsi di Studio (decreti ministeriali 30 gennaio 2013 n.47 e 23 dicembre 2013 n.1059) – Profilo Esperti Disciplinari; 

L’attività scientifica si esplica principalmente nei settori della Geomorfologia applicata e dell’”Engineering Geomorphology” con particolare attenzione alla valutazione, prevenzione e previsione delle pericolosità naturali e dei rischio (idrogeologico, idraulico e sismico) e della cartografia geomorfologica.

In questo settore è stato responsabile e co-coordinatore di diversi progetti promossi da Enti e Società varie (Regione Marche, Provincia di Macerata, IRPI -CNR, Autorità di bacino regionale delle Marche, Autorità di bacino interregionale del fiume Tronto, Aquater, GNDT_CNR; Ferrovie dello Stato) sulla valutazione del rischio idrogeologico e sismico e su diverse attività propedeutiche alla redazione dei Piani di bacino ai sensi della L. 267/98. 

E’ autore di circa 140 pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali.

Articoli

  • 1