Le strutture metalliche realizzate dalla Cimolai Spa per il nuovo Canale di Panama

04/11/2016 3338

Il 26 Giugno 2016 è stato inaugurato il Nuovo Canale di Panama.

L’opera, del costo di 5.2 miliardi di dollari, è destinata a permettere il passaggio delle navi tipo “Post Panamax” tra Oceano Atlantico e Pacifico collegando direttamente i paesi della parte orientale del Sud America, ricchi di materie prime, con le impetuose economie del Far East. Il consorzio vincitore che si è aggiudicato la costruzione del Canale, GUPC (Sacyr Vallehermoso S.A., Salini Impregilo, Jan De Nul n.v., Constructora Urbana, S.A.) ha incaricato la CIMOLAI SPA della costruzione, del trasporto oceanico e terrestre, delle operazioni di sollevamento per installazione in cantiere, dei test e del collaudo di sedici Gates, otto su lato Atlantico e otto su lato Pacifico, per un peso totale di 53000 ton.

Le Gates sono interamente in acciaio, con l'involucro esterno sostenuto da 19 diaframmi verticali collegati tra loro sul piano orizzontale da controventature disposte su 3 livelli. Le qualità delle strutture richieste per le Gates, tra le altre saldature a tenuta stagna e sollecitate a fatica, hanno reso necessaria la costruzione di ciascuna Gate (peso variabile da 2500 a 4000 ton) in Italia e il successivo trasporto mediante nave tipo HTV (Heavy Transport Vessel) con quattro Gates per ciascun viaggio da Trieste a Panama, della durata di circa un mese, con onde nominali di progetto dell’altezza di 7.67 m.

Mediante il codice di calcolo Straus7 sono stati realizzati i modelli FEM, uno per ciascun Gate, che hanno permesso la verifica funzionale (resistenza, buckling, saldature, fatica, ecc…) delle strutture di acciaio utilizzando elementi finiti tipo beam e plate.
  
Le analisi condotte sono state di tipo elastico lineare per il calcolo delle sollecitazioni e delle deformazioni in tutte le fasi di esercizio, di manutenzione, di messa in opera ed in situazioni eccezionali. Analisi non lineari per geometria e per materiale, nonché analisi di buckling locale, sono state condotte su modelli di dettaglio realizzati con elementi plate generati per via automatica mediante la tecnica di "Submodeling".
 
Questa ed altre sfide, hanno impegnato i team di progettisti di CIMOLAI SPA di fronte al mondo intero in questo spettacolare progetto cento anni dopo la costruzione del precedente canale.
 
Testo, foto e immagini del modello Straus7 gentilmente concessi da Cimolai SpA
 
Per prendere visione dell'intera sequenza delle slide della relazione tecnica presentata a CAECONFERENCE 2016 clicca QUI.