Ingegneri: novità in vista per la formazione universitaria

Università Ingegneri: il CNI propone l'introduzione di corsi di laurea magistrale a ciclo unico, di durata quinquennale, nelle materie ingegneristiche, propedeutico all'iscrizione ai settori “Civile e ambientale”, “Industriale” e “dell'Informazione” dell'Albo

Lauree Professionalizzanti: ecco come le vuole il Consiglio Nazionale degli IngegneriIl Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI) ha inviato al al Miur e al Comitato Universitario Nazionale (CUN) una dettagliata nota in merito al riordino e all'armonizzazione della disciplina in materia di formazione universitaria, ai fini dell'accesso all'albo degli ingegneri, e riguardo all'avvio della sperimentazione dei corsi di laurea ad orientamento professionale ex art.8 comma 2 del DM 987/2016, come modificato dal DM n.935 del 29 novembre 2017.

Le proposte correttive

  1. introduzione di corsi di laurea magistrale a ciclo unico, di durata quinquennale, nelle materie ingegneristiche, propedeutico all'iscrizione ai settori “Civile e ambientale”, “Industriale” e “dell'Informazione” dell'Albo degli Ingegneri;
  2. suddivisione dei corsi di laurea di primo livello nelle discipline ingegneristiche in due sub-categorie alternative;
  3. riordino della disciplina relativa ai percorsi di accesso dei laureati ai diversi settori dell'Albo professionale degli Ingegneri;
  4. rafforzamento dell'uniformità dei percorsi formativi caratterizzanti le medesime classi di laurea dei diversi atenei.

In merito, invece, alla sperimentazione delle nuove lauree ad ordinamento professionale, si fanno presenti alcuni punti fermi:

  • distinguere i nuovi percorsi da quelli esistenti, con l'introduzione di una nuova categoria di classi di laurea (lauree professionalizzanti - LP);
  • ribadire che il conseguimento della nuova LP è finalizzato esclusivamente all'immediato inserimento nel mercato del lavoro e/o all'acquisizione di una specifica abilitazione professionale;
  • a differenza della Lauree di primo livello (L) e alle Lauree Magistrali (LM) che consentono l'accesso agli esami di abilitazione per l'esercizio di una pluralità di professioni, la nuove LP aventi contenuto abilitante dovranno abilitare all'esercizio di un'unica specifica professione (in particolare quella di Perito Industriale e di Geometra) e non dovranno consentire l'accesso alla sezione B dell'Albo degli Ingegneri, che dovrà essere riservato ai possessori della laurea di primo livello;
  • il contenuto abilitante delle LP sarà circoscritto alle mansioni esecutive e di supporto alle prestazioni più complesse (esclusa la progettazione) che resteranno di competenza dei professionisti con percorsi accademici di livello superiore.

LA NOTA INTEGRALE DEL CNI