Agevolazioni Prima Casa: ok anche con contemporanea nuda proprietà

Matteo Peppucci - Collaboratore INGENIO 29/08/2018 2422

Agenzia delle Entrate: l'agevolazione prima casa è compatibile con la nuda proprietà

Si può usufruire dell'agevolazione prima casa prevista per l'acquisto della prima casa anche se questa è situata nello stesso comune in cui già si possiede la nuda proprietà di un'altra casa.

Lo ha chiarito l'Agenzia delle Entrate tramite la posta della rivista online FiscoOggi, precisando che ciò è possibile in quanto il nudo proprietario non ha il possesso dell'immobile, che spetta, invece, all'usufruttuario.
 
In ogni caso, l'Agenzia specifica che i benefici spettano solo se la nuda proprietà non sia stata acquistata usufruendo delle agevolazioni prima casa. Non solo: i benefici spettano anche quando l'acquirente ricongiunge la piena proprietà (usufruttuario che acquista la nuda proprietà o viceversa).

Agevolazione Prima Casa: le specifiche

L'agevolazione prima casa consente di pagare imposte ridotte sull'atto di acquisto di un'abitazione in presenza di determinate condizioni. In particolare:

  • chi acquista da un privato (o da un'azienda che vende in esenzione Iva) versa un'imposta di registro del 2%, anziché del 9%, sul valore catastale dell'immobile, mentre le imposte ipotecaria e catastale si versano ognuna nella misura fissa di 50 euro.
  • se il venditore è un'impresa con vendita soggetta a Iva, l'acquirente versa l'imposta sul valore aggiunto, calcolata sul prezzo della cessione, pari al 4% anziché al 10%. Le imposte di registro, catastale e ipotecaria si pagano invece nella misura fissa di 200 euro ciascuna.