RE.SIS.TO. Project: la valutazione speditiva della vulnerabilità sismica degli edifici

Yanire Oyarbide - Marketing and Communication Manager di RE.SIS.TO.® Project (https://www.linkedin.com/in/yanireoyarbide/) Andrea Incerti - Ingegnere, CIRI Edilizia e Costruzioni (https://www.linkedin.com/in/andrea-incerti-79569b41/) Marco Savoia - Professore - DICAM, Università di Bologna (https://www.linkedin.com/in/marco-savoia-21ab2a61/) Claudio Mazzotti - Professore - DICAM, Università di Bologna (https://www.linkedin.com/in/claudio-mazzotti-a5506325/) 05/11/2018 808

Metodologia sviluppata da Università di Bologna e Città Metropolitana di Bologna

RE.SIS.TO.® ProjectRE.SIS.TO.® Project consente, nota la pericolosità sismica del territorio italiano e considerato che buona parte del costruito non è stata realizzata seguendo criteri antisismici sufficienti a soddisfare la Normativa, di poter valutare la vulnerabilità sismica con un approccio moderno e mirato alla gestione del patrimonio edilizio esistente. 

Qual è la metodologia su cui si basa RE.SIS.TO.® PROJECT?

RE.SIS.TO.® Project ha alla sua base la metodologia RE.SIS.TO.®, che si fonda sull’utilizzo di procedure semplici e trasparenti permettendo la valutazione comparativa della vulnerabilità sismica di patrimoni edilizi, con l’impegno di risorse e tempi limitati. Il metodo prevede di accoppiare agli aspetti meccanici le valutazioni “esperte” di carattere qualitativo, mediante la compilazione di schede di rilevamento dello stato di fatto dell’edificio (GNDT II Livello), strumento consolidato a livello nazionale. Il connubio tra considerazioni di tipo quantitativo e qualitativo determina, attraverso apposite calibrazioni, la performance strutturale per il fabbricato in esame. L’uso di una metrica omogenea per le diverse tipologie strutturali consente una efficace comparazione delle prestazioni fornite dai fabbricati appartenenti al patrimonio edilizio considerato.

Immagine che contiene persona, interni, portatile, elettronico  Descrizione generata con affidabilità elevataCos’è RE.SIS.TO.® Project?

RE.SIS.TO.® Project è un servizio informatico multipiattaforma basato sulla metodologia di valutazione speditiva RE.SIS.TO.® per edifici con elementi strutturali realizzati in muratura, calcestruzzo armato e prefabbricato, sviluppato con la collaborazione di Università di Bologna, Città Metropolitana di Bologna e Gruppo Telematica Informatica.

L’obiettivo di RE.SIS.TO.® PROJECT

L’obiettivo di questo servizio è facilitare il compito dell’ingegnere, attraverso l’uso dell’applicazione software in mobilità, garantendo metodologie di calcolo, rilevamento e asseverazione delle misure sul campo. I risultati di tali attività possono essere resi disponibili all’interno del Network ad altre figure quali committenti o enti gestori al fine di operare analisi e valutazioni comparative.

Come funziona il servizio RE.SIS.TO.®?

Con la soluzione multipiattaforma RE.SIS.TO.® Project è possibile unire ad un metodo sviluppato in ambito universitario, testato e implementato sul patrimonio di pubbliche amministrazioni, una soluzione informatica flessibile, che consente al contempo di semplificare il lavoro del professionista inquadrando la sua attività di calcolo (parte quantitativa del metodo RE.SIS.TO.®), ed il rilievo (GNDT II Livello e parte qualitativa del metodo) rilasciando automaticamente una relazione e una scheda di sintesi omogenea per tutti i professionisti/ committenti facenti parte del Network.

Chi può ususfruire del servizio RE.SIS.TO.®?

Per poter ottenere le credenziali necessarie all’utilizzo del software RE.SIS.TO.® Project e far parte del Network, è necessario partecipare a un corso di formazione presso una delle nostre Academy (Torino, Milano, Trieste, Bologna e Napoli) dove i nostri docenti spiegheranno approfonditamente la metodologia RE.SIS.TO.® e il corretto utilizzo del software RE.SIS.TO.® Project.

Riteniamo che queste caratteristiche possano rappresentare la chiave vincente per l’adozione su larga scala di RE.SIS.TO.® Project rispondendo alla domanda: il mio patrimonio è vulnerabile?

Più informazioni: https://www.resistoproject.com/


GUARDA LA VIDEO INTERVISTA A ENZO CASTELLANETA FATTA IN OCCASIONE DEL SAIE 2018