Antisismica, dissesto idrogeologico, infrastrutture: ecco il Decreto Investimenti con 35.5 miliardi di euro

Fondo Investimenti: arriva finalmente in Gazzetta Ufficiale la suddivisione delle risorse programmate fino al 2033 dal fondo datato 2017. Soldi per antisismica, dissesto idrogeologico, infrastrutture

Infrastrutture, antisismica, dissesto: arrivano 35.5 miliardi

Meglio tardi che mai: dopo un lunghissimo pellegrinaggio, ecco planare in Gazzetta Ufficiale il Fondo Investimenti 2017, che prevede lo stanziamento di circa 35.5 miliardi di euro fino al 2033 per rilanciare gli investimenti delle amministrazioni centrali e degli enti locali in edilizia pubblica, sicurezza del territorio e antisismica.

Il DPCM 28 novembre 2018, pubblicato nella GU n.28 del 2 febbraio scorso, reca la Ripartizione (nel file allegato) delle risorse del Fondo per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese di cui all'art.1, comma 1072, della legge 205/2017 (Finanziaria 2018).

L'art.1 specifica che: nell'ambito dei settori di spesa indicati ai sensi del comma 1, gli interventi sono individuati secondo le procedure previste dalla vigente legislazione, anche, ove necessario, nel caso di interventi rientranti nelle materie di competenza regionale o delle province autonome, e limitatamente agli stessi, attraverso l'intesa con i livelli di Governo decentrati ed il sistema delle autonomie.

  • I programmi finanziati sono monitorati ai sensi del decreto legislativo 29 dicembre 2011, n. 229, nell'ambito della Banca dati delle amministrazioni pubbliche (BDAP), conseguentemente devono essere corredati del Codice unico di progetto (CUP) e del Codice identificativo della gara (CIG) anche se non perfezionato ai sensi della delibera n. 1 del 2017 dell'Autorita' nazionale anticorruzione (ANAC). I soggetti attuatori degli interventi relativi al citato programma sono tenuti al costante aggiornamento dei dati.

Risorse: l'ammontare totale

Le risorse complessivamente stanziate ammontano a 717 milioni di euro per il 2018, a 1420 milioni per il 2019, 2143 milioni per il 2020, 2150 milioni per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023, 2450 milioni per il 2024, 2470 milioni per ciascuno degli anni dal 2025 al 2029, 2500 milioni per ciascuno degli anni dal 2030 al 2033.

Fondo Investimenti: la suddivisione delle risorse

  • Trasporti e viabilità: 8801 milioni di euro, interamente gestiti dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit);
  • Mobilità sostenibile e sicurezza stradale: 3478 milioni totali dal Mit e dal Ministero Ambiente;
  • Infrastrutture, anche relative alla rete idrica e alle opere di collettamento fognatura e depurazione: 792,382 milioni gestiti dal Mit e dal Ministero dell’Agricoltura;
  • Difesa del suolo, dissesto idrogeologico, risanamento ambientale e bonifiche: 2111 milioni, ripartiti tra Ministero dell’Ambiente e della Difesa;
  • Edilizia pubblica, compresa quella scolastica e sanitaria: 5620 milioni di euro tra Ministeri della Difesa, della Giustizia, dell’Economia, dei Beni culturali, dell’Istruzione;
  • Prevenzione del rischio sismico: 1655 milioni gestiti dai Ministeri della Giustizia, dell’Interno, dei Beni culturali e dell’Istruzione;
  • Investimenti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie: 124 milioni ripartiti tra Ministero dei Beni culturali, Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e Presidenza del Consiglio;
  • Potenziamento infrastrutture e mezzi per l’ordine pubblico: 3021 milioni di euro, che saranno gestiti dai Ministeri della Difesa, Giustizia, Interno, Economia e Infrastrutture;
  • Eliminazione delle barriere architettoniche: 294 milioni gestiti dai Ministeri della Giustizia, Beni Culturali e Infrastrutture;
  • Attività industriali ad alta tecnologia e sostegno alle esportazioni: 6874 milioni a disposizione dei Ministeri dello Sviluppo Economico, della Difesa e dell’Economia;
  • Digitalizzazione delle amministrazioni statali: 1354 milioni di euro, ripartiti tra i Ministeri della Difesa, Giustizia, Interni, Esteri, Economia, Beni culturali, Sviluppo Economico e Istruzione;
  • Ricerca: 1401 milioni di euro gestiti dai Ministeri della Difesa, Giustizia, Agricoltura, Sviluppo Economico, Istruzione, Salute e anche dalla presidenza del Consiglio.