Sblocca Cantieri: a Napoli, il 17 giugno, si discuterà della nuova norma appena approvata

12/06/2019 974

Decreto Sblocca Cantieri: conversione entro il 17 di luglio

Con la presentazione alle camere inizia l'iter per la conversione in legge, entro il 17 giugno, del Decreto Sblocca cantieri. Dopo quindi l'enorme dibattito che ha animato la predisposizione del decreto, e poi il post decreto, e poi la conversione in legge, per tale data avremo finalmente il testo finale.

sblocca-cantieri-napoli-01.jpg

E il 17 luglio, a Napoli , è stato organizzato il primo confronto tra gli operatori del settore con il Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, Donato Carlea, il Senatore Agostino Santillo, Relatore DL Sblocca Cantieri e il Sostituto Procuratore Catello Maresca, del pool “Reati contro la Pubblica Amministrazione”. 

sblocca-cantieri-napoli-02.jpg

A ridosso dell’approvazione definitiva del provvedimento, quindi, l’associazione interprofessionale Apotema riunisce istituzioni, esperti ed esponenti di rilievo del settore delle opere pubbliche e dell’impresa per un primo confronto sul testo pensato per sbloccare il mercato degli appalti pubblici e quindi rilanciare il comparto delle costruzioni e dei servizi professionali, allo scopo di dare al Paese le infrastrutture necessarie per la ripresa economica.

Nell’ambito dell’iniziativa sarà inoltre presentata la petizione “sblocca giovani professionisti”, che contiene proposte concrete per aprire opportunità di mercato agli under 40.

sblocca-cantieri-napoli-03.jpg

 


LO “SBLOCCACANTIERI” ED INTERVENTI DI SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA.

IL RUOLO E LE OPPORTUNITA’ PER I GIOVANI PROFESSIONISTI E LE IMPRESE

Appuntamento lunedì 17 giugno – a partire dalle ore 15.30 - nella Sala Vasari del Complesso di Sant’Anna dei Lombardi, in Piazza Monteoliveto.

Introdurrà il dibattito il Presidente di Apotema, Carmine Gravino, Consigliere dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli.

Aderiscono all’iniziativa gli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti di Napoli e l’Unione industriali. 

Alla tavola rotonda partecipano:

  • Armando Zambrano - Presidente CNI; 
  • Giuseppe D’Addato – Provveditore alle Opere Pubbliche della Campania;
  • Edoardo Cosenza – Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli;
  • Leonardo Di Mauro – Presidente dell’Ordine degli Architetti di Napoli; 
  • Giovanni Kisslinger – Presidente interregionale dell’Oice, associazione delle società d’ingegneria;
  • Giovanni Massa – Vice Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri;
  • Vittorio Ciotola – Presidente Giovani Imprenditori, Unione Industriali di Napoli.  

Modera il dibattito Andrea Dari direttore del portale nazionale di informazione tecnica "Ingenio".

Per saperne di più e iscriversi: LINK

 


SBLOCCA(GIOVANI)PROFESSIONISTI

Sostieni la proposta di riservare una quota degli affidamenti diretti effettuati dai Provveditorati alle Opere Pubbliche ai giovani ingegneri ed architetti neo-abilitati (da meno di 5 anni) e under 35, nonché di consentire ai neo-laureati di fare stage retribuiti presso gli uffici tecnici degli stessi.

Attraverso questa proposta, da presentare al Governo ed al Consiglio Superiore dei LLPP, si intendono agevolare i giovani professionisti, nel competere alla pari con chi ha “più consuetudine” con gli affidamenti diretti e quindi fare esperienza professionale e migliorare il proprio CV (potendo così mirare ad incarichi più complessi), nonché i giovani neo-abilitati affinché possano fare esperienza  concreta “sul campo” presso gli uffici tecnici, attivando così anche una reciproca e fattiva collaborazione (ponendosi così anche come soluzione al problema del sottodimensionamento degli stessi).

Per saperne di più e votare: LINK


L’Associazione culturale Apotema

L’associazione culturale Apotema  nasce come think tank di giovani, laureati e laureandi in ingegneria ed architettura, per stimolare la riflessione sui temi etici e sulle politiche pubbliche, ed allo scopo di perseguire finalità di solidarietà sociale e di crescita culturale e professionale .

Essa  è dunque un movimento di persone e di idee  che si propone di essere, senza alcuna gerarchia precostituita e con la disponibilità a forme di collaborazione con l’iniziativa pubblica e privata , una chiave di volta tra i giovani ed il mondo del lavoro, i centri di interesse culturali, i luoghi di discussione, le istituzioni.