BIM&DIGITAL Awards 2019: premiati i progetti innovativi che implementano tecnologie digitali e la metodologia BIM

25/11/2019 518

Sostenibilità energetica ed economica al centro dei 65 progetti presentati in occasione di DIGITAL&BIM Italia. Tra i vincitori anche Italferr per il progetto del Nuovo Ponte sul Polcevera

bimdigital-award-2019-2.jpg

DIGITAL&BIM Italia - il primo e unico appuntamento nazionale dedicato esclusivamente alla digitalizzazione e all’innovazione per l’ambiente costruito (BolognaFiere, 21 e 22 novembre) - e Clust-ER BUILD annunciano i vincitori della terza edizione di BIM&DIGITAL Awards 2019. Una giuria composta da 17 esperti di BIM e presieduta dal presidente Prof. Angelo Ciribini ha premiato, durante un evento dedicato all’interno di DIGITAL&BIM Italia, i progetti più innovativi che sfruttano le nuove tecnologie digitali e la metodologia BIM al fine di migliorare le performance ed essere maggiormente competitivi sul mercato. Obiettivo del concorso è quindi non solo quello di promuovere l’implementazione del BIM mostrando i progetti eccellenti e di premiare le aziende e le start-up virtuose, ma anche quello di sostenere l’attività di ricerca.

Proprio all’attività di ricerca è stato dedicato uno dei BIM&DIGITAL Awards 2019, conseguito da Enrico Bosio per l’ampio approfondimento delle dimensioni applicative del BIM per le infrastrutture viarie, applicato al caso di studio della Stazione Metropolitana Sevran-Beaudottes di Parigi.

Tra i vincitori, nella categoria Infrastrutture, c’è Italferr, società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, per il progetto del Nuovo Ponte sul Polcevera, che si contraddistingue, in particolar modo, per l’esportazione del tracciato stradale in ambienti BIM. Del progetto si è discusso anche durante il convegno “Smart Infrastructure – Il BIM nella realizzazione e gestione delle linee ferroviarie”, organizzato in collaborazione con RFI – Rete Ferroviaria Italiana e Italferr nel corso della prima giornata di DIGITAL&BIM Italia.

Quest’anno BIM&DIGITAL Awards 2019, giunto alla sua terza edizione, ha avuto un riscontro molto positivo con ben 65 progetti presentati da aziende, start-up, progettisti, ingegneri, architetti, geometri, ma anche da università ed enti di ricerca” – afferma il Prof. Marcello Balzani, presidente del Clust-ER BUILD e membro della giuria. “Alcuni progetti sono di grande qualità e rispondono ai criteri di sostenibilità, impatto economico e carattere innovativo. Quest’anno sono stati presentati progetti che hanno offerto spunti di riflessione per innovare ancora il premio e renderlo ogni anno più interessante e sfidante nei confronti delle sempre nuove tecnologie e processi edilizi. Ricordiamo che si è introdotta una nuova categoria, quella della ricerca, che è stata anche la più numerosa in termini di partecipazione. Questo significa che i futuri tecnici saranno già attenti al tema della digitalizzazione e all’uso del BIM nel processo progettuale.
Voglio inoltre ricordare l’importanza sottolineata da alcuni progetti presentati nella gestione della risorsa energetica, ma soprattutto nelle risorse economiche di cantiere. Tutto ciò a rilevare il fatto che, soprattutto in periodi di crisi, l’innovazione è importante. Inoltre di notevole importanza è stata data anche all’H-BIM come strumento programmatico per gli interventi di recupero e predittivo per le manutenzioni: una prima forma di valorizzazione concepita quindi soprattutto come –processo- e attuata secondo delle –procedure- di tutela e conservazione del bene”.

La terza edizione dei prestigiosi BIM&DIGITAL Awards – ha dichiarato Maurizio Savoncelli, Presidente del Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, membro della giuria e del Comitato Scientifico degli awards - dimostra ancora una volta come per i professionisti coinvolti, e per i rappresentanti delle categorie tecniche in generale, sia chiara una consapevolezza: l’innovazione e l’utilizzo delle tecnologie più moderne, è la chiave di svolta del settore. Sono fiero di aver potuto contribuire a fare un passo in avanti nella direzione di un processo che sta modificando radicalmente il mondo del costruito. Puntare sulla digitalizzazione e sul BIM è necessario per essere competitivi sui mercati. Sono certo - e oggi ne ho avuto riprova - che i Geometri stanno cogliendo a piene mani queste nuove opportunità, sviluppando network efficaci, in un’ottica di multidisciplinarietà.

Gli 8 vincitori dei BIM&DIGITAL Awards 2019 e le menzioni speciali

Di seguito i vincitori dei BIM&DIGITAL Awards 2019 suddivisi nelle otto categorie:

CATEGORIA 1 - EDIFICI COMMERCIALI, TERZIARIO E DI GRANDE DIMENSIONE

VINCITORE - BMS Progetti Srl – “Il BIM per la raccolta e lo sviluppo di una filiera di dati digitali continua: dalla Progettazione alla Gestione”

MENZIONE SPECIALE - Paolo Chiappero Architetto – “Ristrutturazione centro sportivo”

CATEGORIA 2 - EDIFICI PUBBLICI

VINCITORE - L+PARTNERS Srl – “Ospedale di Treviso”

2° CLASSIFICATO – Ing. Arch. Luca Peralta, Studio Associato ARSARC – “Nuova Scuola formazione corpo forestale e di vigilanza ambientale”

MENZIONE SPECIALE - GP PROJECT SRL – “Sala Polifunzionale nZEB“

CATEGORIA 3 - INFRASTRUTTURE

VINCITORE - Italferr S.p.A. – “Nuovo Ponte sul Polcevera”

CATEGORIA 4 - PICCOLI PROGETTI

VINCITORE - MUSA PROGETTI SOC. COOP. DI INGEGNERIA – “Ristrutturazione dell’edificio Ex Gil sede del collegio Univermantova”

2° CLASSIFICATO - Morpheme S.r.l. – “Casa unifamiliare (demolizione ricostruzione)”

CATEGORIA 5 - INTERVENTI DI RESTAURO E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO

VINCITORE - React Studio Srl e DISG della Sapienza – “HBIM per il Piano di Conservazione dello Stadio Flaminio”

MENZIONE SPECIALE - Arch. Enrico Pata – “Palazzo Gagliardi di Riso”

MENZIONE SPECIALE - Studio Michele Bondanelli Architetto (MBAA) – “EX Chiesa di San Giovanni – il progetto di conservazione tra memoria materiale e memoria digitale”

CATEGORIA 6 - INIZIATIVA BIM DELL’ANNO

VINCITORE - Bimon Srl– “Piattaforma Cloud per i servizi di Facility Management”

2° CLASSIFICATO - BMS Progetti Srl– “GD_esign”

3° CLASSIFICATO - ACCA software spa – “Us.Bim editor”

CATEGORIA 7 - TECNOLOGIE DIGITALI PER IL PROCESSO COSTRUTTIVO

VINCITORE - Pegaso Ingegneria S.r.l. – “Il BIM nei servizi di Direzioni Lavori”

MENZIONE SPECIALE - R2M Solution Srl – “Progetti Horizon 2020: BIM4REN, SPHERE”

CATEGORIA 8 -  RICERCA

VINCITORE - Enrico Bosio – “Metropolitana Parigi”

2° CLASSIFICATO - Ing. Michele Archetti– “Sant’Orsola Malpighi”

3° CLASSIFICATO - Lucia Pierni – “Il complesso di San Giovanni a Teduccio”

MENZIONE #1 - Sergio Tordo – “Manifattura Tabacchi”

MENZIONE #2 - Nazarena Bruno – “Duomo di Parma”

MENZIONE #3 - Rossella de Robertis – “Studentato di Firenze”


Riguardo i BIM&DIGITAL Awards 2019

BIM&DIGITAL Awards 2019 è una delle tante iniziative che hanno fatto parte di DIGITAL&BIM ITALIA 2019: 5 focus tematici (Digital twins – Intervenire sull’Esistente; Geospaziale, Geomatica e Smart Land; Costruzioni 4.0; BIM e Digitalizzazione; Smart Data e Intelligenza Artificiale);  una conferenza internazionale suddivisa in 4 sessioni con la partecipazione di top speaker europei e della community dei giovani professionisti di Italians in Digital Transformation UK (IDTUk); 5 Convegni; 4 Laboratori di approfondimento; 11 Arene tematiche e un’area dimostrativa dedicata alle Costruzioni 4.0. Non solo esposizione, quindi, ma oltre 50 sessioni di formazione e informazione.