SCIA antincendio: nuova circolare applicativa sulle gallerie superiori ai 500 metri

I Vigili del Fuoco hanno realizzato un documento, contenente adempimenti procedurali e tecnici e indirizzi applicativi, in riferimento alle gallerie stradali più lunghe di 500 metri

Prevenzione incendi nelle grandi gallerie: chiarimenti

Segnaliamo, in materia di normativa antincendio, la circolare n. 16510 del 31 ottobre 2019 del Dipartimento dei Vigili del fuoco del Ministero dell'Interno, che fornisce degli indirizzi applicativi per il personale del CNVVF che dovesse trovarsi in presenza di gallerie stradali in esercizio più lunghe di 500 metri, sia nell'ambito degli ordinari controlli di prevenzione incendi che nell'ambito dell'attività di vigilanza ispettiva.

Si ricorda, in merito, che il dpr 151/2011 ha assoggettato ai procedimenti di prevenzione incendi le gallerie stradali di lunghezza superiore ai 500 metri annoverandole in categoria A. Tali infrastrutture possono o meno essere ricomprese nella rete stradale transeuropea – rete TEN.

Gli adempimenti principali per l'antincendio nelle gallerie lunghe

  • l'asseverazione a firma di tecnico abilitato, a corredo della SCIA (art.4 dpr 151/2011), deve attestare la conformità della galleria appartenente alla rete TEN ai requisiti di prevenzione incendi ex d.lgs. 264/2006;
    per quanto riguarda le gallerie non appartenenti alla rete TEN, il termine di presentazione della SCIA è stato prorogato da vari interventi legislativi succedutisi nel tempo e da ultimo sono stati fissati dall'art.7 della legge 134/2012, dove si specifica che "per le attività di cui al numero 80 della Tabella dell'Allegato I del regolamento emanato con il decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151, esistenti alla data di pubblicazione del predetto regolamento, gli adempimenti amministrativi stabiliti dal medesimo regolamento sono espletati entro i sei mesi successivi al completamento degli adeguamenti previsti nei termini disciplinati dall'articolo 55, comma 1-bis, del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni dalla legge 24 marzo 2012, n. 27. ((Resta fermo quanto previsto dall'articolo 53 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27))".

LA CIRCOLARE INTEGRALE E' DISPONIBILE IN ALLEGATO