CEMBUREAU accoglie con favore il piano di recupero di #NextGenerationEU

CEMBUREAU accoglie con favore il piano di recupero di #NextGenerationEU!: "È necessaria un'azione urgente per rimettere in sesto l'economia dell'UE e il settore delle costruzioni sarà fondamentale."

Ecco la dichiarazione CEMBUREAU, firmata dai CEO del settore cemento

cembureau-700-nero.jpg

DICHIARAZIONE COMUNE DEI CEO DELL'INDUSTRIA EUROPEA DEL CEMENTO

L'Europa è stata colpita da una crisi sanitaria senza precedenti che ha colpito profondamente la vita personale dei cittadini.

I governi europei e nazionali hanno dovuto fare chiamate difficili per bilanciare le considerazioni sulla salute pubblica con la necessità di mantenere l'economia in funzione e le persone occupate. Ora è giunto il momento per tutti noi di pensare un piano di risanamento.

È necessaria un'azione urgente a livello europeo e nazionale e la ripresa dovrebbe concentrarsi ecosistemi strategici.

  • I settori ad alta intensità energetica come acciaio, prodotti chimici e cemento sono indispensabili per l'Europa economia, in quanto forniscono diverse catene del valore chiave. Questo è stato riconosciuto nel Green Deal, che non è più solo un impegno per l'Europa per raggiungere le sue ambizioni climatiche, ma ora è anche importante come leva per mobilitare l'economia in risposta alla crisi COVID.
  • L'industria del cemento è un'industria locale lungo tutta la sua catena di approvvigionamento, sostenendo così il mezzi di sussistenza di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie. Il cemento e il calcestruzzo hanno un effetto moltiplicatore di 2.8 in termini di valore aggiunto e posti di lavoro sull'economia complessiva. L'industria del cemento rappresenta il 10% del PIL dlle costruzioni della UE e fornisce posti di lavoro a 13 milioni di lavoratori. La maggior parte di questi lavori riguarda le piccole e medie imprese.
  • Il settore del cemento ha una solida esperienza nello sviluppo e nell'implementazione di protocolli salvaguardare la salute e la sicurezza dei propri dipendenti e questo ha dimostrato di essere di grande valore in una salute crisi in cui la sicurezza dei lavoratori e dei cittadini dovrebbe essere la condizione preliminare per dare la priorità ai settori che lo sono essenziale.
  • Un'industria europea del cemento competitiva saldamente ancorata in Europa è la chiave per lo sviluppo di basse emissioni di carbonio e cemento circolare e calcestruzzo come materiali di scelta per costruire il durevole e sostenibile infrastrutture energetiche e di trasporto e comfort abitativo di domani. Una parità di condizioni regolamentari carbonio, nonché visibilità e stabilità dei prezzi del carbonio saranno fondamentali per l'industria del cemento investimenti necessari.

Pertanto, un piano di risanamento europeo dovrebbe:

  • Porre al centro il settore delle costruzioni con un budget dedicato di 320 miliardi di euro all'anno. Le costruzioni sono un motore affidabile e veloce per la ripresa economica e un ecosistema strategico per l'Europa. Può guidare l'economia post-pandemia ed è vitale per rafforzare la crescita economica a medio e lungo termine e sviluppo.
  • Incoraggiare progetti infrastrutturali su larga scala per migliorare la competitività, la crescita e il rafforzamento della coesione europea.
  • Nuovi investimenti in infrastrutture urbane, strade, ferrovie, porti, energie rinnovabili, sosterranno le politiche di "save CO2" attraverso il cofinanziamento della rete transeuropea (TEN) e la crescita economica aumentando la produttività del settore pubblico e privato, diversificando i mezzi di produzione e creare posti di lavoro.
  • Aumentare gli investimenti in abitazioni a efficienza termica ed energetica sostituendo o migliorando le case per affrontare la crescente povertà energetica in Europa.
  • Trasformare l '"iniziativa di rinnovamento" a cui fa riferimento l'accordo verde per gli edifici e le costruzioni settore, in uno strumento di recupero chiave che coinvolge tutte le parti interessate nel valore della costruzione catena.
  • Essere coerenti con il Green Deal e sostenere la decarbonizzazione di energia ad alta intensità industrie come il cemento. L'industria europea del cemento ha elaborato una tabella di marcia che mira a neutralità del carbonio lungo la catena del valore del cemento e del calcestruzzo entro il 2050. Questa tabella di marcia identifica la chiave tecnologie per ridurre le emissioni di CO2 nella produzione di cemento (ad es. uso di carburanti alternativi e grezzi materiali provenienti da flussi di rifiuti, cattura e utilizzo / stoccaggio del carbonio, cementi a basse emissioni di carbonio) e lungo la catena del valore (ad esempio riciclabilità, mineralizzazione dei materiali da costruzione). Il piano di risanamento offre a occasione decisiva per incentivare gli investimenti in queste tecnologie innovative e promuovere l'industria competitività in un momento in cui il CAPEX dei settori è limitato.

 


incalcestruzzo-saie-700.jpg

SAIE In Calcestruzzo: l'evento nazionale dedicato al progettare e costruire in calcestruzzo


 

Ecco i firmatari del documento di Cembureau.

  • Raoul de Parisot, CEMBUREAU President, Special Advisor to CEO VICAT
  • Isidoro Miranda, CEMBUREAU Vice President, CEO LafargeHolcim Spain
  • Marcel Cobuz, Head of Europe, Member of the Executive Committee Europe, LafargeHolcim
  • Sergio Menendez, President, Member of the Executive Committee Europe, Middle East, Africa, Asia CEMEX
  • Jon Morrish, CEO Western and Southern Europe, Member of the Management Board, HeidelbergCement
  • Onne van der Weijde, CEO CRH Europe Materials, Member of the Executive Committee, CRH
  • Michele Buzzi, CEO, Buzzi Unicem 
  • Guy Sidos, CEO, Vicat
  • Bjarne Moltke Hansen, Chairman Aalborg Portland, Nordic & Baltic Region, Cementir Holding
  • Yanni Paniaras, Executive Director, Greek Region & Group Corporate Affairs, Titan
  • Luis Fernandes, CEO, Portugal and Cap Verde, CIMPOR
  • Otmar Hübscher, CEO, SECIL
  • Lukas Epple, CEO, Vigier Holding
  • Dirk Beese, Managing Director, Dyckerhoff
  • Reinhold Schneider, CEO, Schwenk 
  • Eddy Fostier, Northern Europe Managing Director, Compagnie des Ciments belges, Cementir Holding
  • Victor García Brosa, Deputy CEO, Cementos Portland Valderrivas Group
  • Adamantios Frantzis, General Manager, Titan Bulgaria
  • Mihai Rohan, President of the Romanian Cement Association (CIROM)

 

BUILDING A SUCCESSFUL RECOVERY AFTER COVID 19 JOINT DECLARATION BY CEOs OF THE EUROPEAN CEMENT INDUSTRY

Ecco il LINK alla dichiarazione ufficiale in inglese.

Leggi anche