Decreto Ristori Bis: congedi e voucher baby sitter per lavoratori autonomi, rinvio degli ISA: testo e misure

Il testo approvato dal Governo e pubblicato in Gazzetta Ufficiale interviene con un ulteriore stanziamento di risorse, destinato al ristoro delle attività economiche interessate, direttamente o indirettamente, dalle restrizioni disposte a tutela della salute, al sostegno dei lavoratori in esse impiegati, nonché con ulteriori misure connesse all’emergenza in corso

smart-working-professione-divano-casa-700-700.jpg

Dopo il Decreto Ristori, ecco il Decreto Ristori Bis: un altro provvedimento del Governo volto a 'mitigare' - per quanto possibile - gli effetti di questa tremenda emergenza sanitaria che sta mettendo in ginocchio tutto il Paese, in primis le nuove aree rosse del DPCM 3 novembre 2020.

Il DL Ristori Bis, nello specifico n.149/2020 del 9 novembre, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.279 del 9 novembre ed è immediatamente in vigore. Ora il provvedimento passerà in Parlamento per l'iter di conversione in legge (entro 60 giorni).

Tra le misure di questo nuovo decreto segnaliamo di interesse per i professionisti:

  • Sospensione dei contributi previdenziali: per le attività previste dal decreto-legge Ristori che operano nelle zone gialle vengono sospesi i contributi previdenziali e assistenziali per il mese di novembre. Per quelle delle zone arancioni e rosse la sospensione è riconosciuta per i mesi di novembre e dicembre;
  • Rinvio del secondo acconto Ires e Irap per i soggetti a cui si applicano gli Isa (indici di affidabilità fiscale): nei confronti dei soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale e che operano nelle aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto, viene disposta la proroga al 30 aprile 2021 del pagamento della seconda o unica rata dell’acconto di Ires e Irap;
  • Bonus baby sitter e congedo straordinario: nelle regioni rosse nelle quali è prevista la sospensione delle attività scolastiche nelle seconde e terze classi delle scuole secondarie di primo grado viene previsto un bonus baby sitter da 1.000 euro e, nel caso in cui la prestazione di lavoro non possa essere resa in modalità agile, il congedo straordinario con il riconoscimento di un’indennità pari al 50 % della retribuzione mensile per i genitori lavoratori dipendenti;
  • trasporto pubblico locale: la dotazione del fondo per il trasporto pubblico locale è incrementata di 300 milioni di euro per il 2021, 100 dei quali possono essere utilizzati anche per servizi aggiuntivi destinati anche agli studenti.