Ponti in muratura: determinazione e calibrazione di modelli numerici per la valutazione strutturale

Paolo Borlenghi, assegnista di Ricerca presso il Dipartimento ABC del Politecnico di Milano, illustra lo studio presentato in occasione della prima conferenza di Eurostruct - European Association on Quality Control of Bridges and Structures, svoltasi a Padova dal 29 agosto al 1° settembre 2021. 

Il lavoro descrive una procedura per lo sviluppo di modelli a elementi finiti adeguati alla valutazione sismica di viadotti in muratura.

 

Modelli per la valutazione sismica di viadotti in muratura

La strategia di modellazione è basata su un attento rilievo architettonico, su prove distruttive o poco invasive per la conoscenza dei materiali, prove di identificazione dinamica e sull’uso di modelli surrogati.

Più dettagliatamente, la metodologia adottata segue i seguenti passaggi:

  • indagine preliminare che include ricerche storiche;
  • rilievo geometrico e prove locali sui materiali;
  • prove per l’identificazione dinamica della struttura;
  • modellazione ad elementi finiti basata sulla geometria disponibile e sulle conoscenze acquisite;
  • ricerca dei parametri più incerti del modello ad elementi finiti;
  • identificazione dei parametri ottimali, tramite la minimizzazione della differenza tra la risposta del modello e la risposta sperimentale ottenuta utilizzando modelli surrogati.

L’approccio proposto viene illustrato in riferimento al ponte dell’Olla, in provincia di Cuneo, costruito nel XIX secolo. Il ponte studiato in questo lavoro è risultato di particolare interesse in quanto una quantità limitata di sensori è stata sufficiente per l’identificazione di un numero relativamente grande di modi di vibrare.

A seguito di tale evidenza, è stata prevista l’installazione di un sistema di monitoraggio dinamico sul ponte. 

 

A QUESTO LINK LE ALTRE MEMORIE PRESENTATE A EUROSTRUCT