Giunzioni BIM in acciaio con Sismicad e Revit

Il processo di evoluzione delle funzionalità BIM continua anche nei software di calcolo strutturale. Scambiare informazioni su geometrie strutturali tra i vari team specialistici impiegati nella progettazione ora raggiunge livelli di dettaglio più elevati, con la garanzia di poter collaborare più efficacemente.

Tra le ultime novità di casa Concrete si segnala la possibilità di ricreare all’interno di Revit, sempre in famiglie native, anche le giunzioni tra le aste verificate secondo normativa con Sismicad.


Su cosa sia il BIM si è scritto molto, e dovrebbe ormai essere a conoscenza di tutti, tecnici e non, quanto il processo debba permeare attraverso tutte le fasi del processo di progettazione ma anche come teoricamente esso debba continuamente essere gestito durante tutta la vita dell’opera, fino alla sua dismissione.

Solo un tecnico, però, potrà comprendere appieno quanto poter avere un modello strutturale aggiornato di un edificio possa essere utile nel tempo. Si pensi ad esempio agli interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria soprattutto quando le strutture non sono esposte alla vista, variazioni alle geometrie dei locali imposte dalla committenza, interventi per calamità, danneggiamenti per incendi, etc etc. 

Fondamentale è la condivisione di informazione tra i vari staff specialistici interessati alla progettazione e, proprio per questo si continua a ricercare un linguaggio comune il più possibile efficace, che possa coaugulare le esigenze di tutti gli stakeholders.

 

BIM e strutture in acciaio

Si può pensare che proprio nel campo delle costruzioni in acciaio l’applicazione di queste filosofie progettuali possa essere fondamentale per garantire da un lato una progettazione rapida e razionale, coniugata alla produzione prefabbricata in officina con i suoi alti standard di dettaglio, ed una rapida messa in opera, considerando anche fasi intermedie di rilievo in cantiere di opere intermedie e della loro restituzione per un model checking.

Individuare in fase di progettazione interferenze tra elementi consente di non avere problemi nella fase di montaggio ma la semplicità di scambio di informazioni può evitare errori di lettura da parte degli operatori sia nelle fasi del lavoro di officina che di montaggio.

Un elenco di vantaggi potrebbe essere:

  • riduzione dei tempi di montaggio,

  • soppressione di lavorazioni supplementari,

  • contenimento di contestazioni e fermi cantiere,

  • limitazione dei sovra costi.

Gli svantaggi posso ridursi ad uno solo: un allungamento dei tempi di progettazione comunque limitabile con una alta professionalità degli staff impiegati.

Problema: le geometrie del modello strutturale non sono le stesse del modello costruttivo

Queste esigenze si scontrano però con una un grosso problema: spessissimo le geometrie del modello strutturale non sono le stesse del modello costruttivo. Può sembrare paradossale ma si pensi ad un semplice caso: un ingegnere strutturale normalmente crea un modello matematico con travi, colonne e controventi che si collegano sugli assi baricentrici, mentre per esigenze costruttive le stesse aste sono poi collegate eccentricamente. I due modelli sono quindi geometricamente diversi sia per la collocazione delle aste che di collegamenti ed il tentativo di utilizzare un unico modello per entrambi i fini diventa fallace.

Un modello BIM unico è quindi una chimera? No, non è detto.

Come ovviare al problema

Ovviare al problema è possibile quando il software che gestisce il modello strutturale consente di mantenere indipendenza tra geometria e modello matematico. In altre parole il software potrebbe mantenere la geometria nella posizione in cui sarà realizzata ed avere un modello ad elementi finiti con geometrie diverse, congrue alle esigenze del tecnico strutturale.

 

Autodesk Revit e Concrete Sismicad

Due software in grado di considerare indipendenza tra le geometrie sopra evidenziate sono appunto Autodesk Revit e Concrete Sismicad.

 

Autodesk Revit e Concrete Sismicad

 

Revit ha la possibilità di generare ed editare manualmente un Modello analitico che può essere ripreso da altri software strutturali specifici.

Sismicad consente di editare la posizione delle geometrie FEM, lasciando inalterate posizioni e ingombri, in modo da consentire un modello ad elementi finiti chiaro e delle verifiche normative corrette.

Le funzionalità necessarie sono già disponibili ma la loro adozione richiede sempre pratica operativa. Molto c’è ancora da fare in termini di usabilità per quest’ambito ma l’impostazione dei software è molto importante e ciò può essere una garanzia per il tecnico.

IMPORTANTE: IL PLUGIN DI REVIT

Concrete, ha inoltre previsto un plugin di Revit in grado di ricreare il modello di Sismicad all’interno di Revit in famiglie native ed editabili. In questo modo si possono velocizzare gli interventi di editing per ovviare ad eventuali semplificazioni adottate dal tecnico strutturale o per raggiungere un più elevato livello di dettaglio richiesto dalla commessa o dalle esigenze di officina.

Una delle novità introdotte da poco riguarda la possibilità di ricreare all’interno di Revit, sempre in famiglie native, anche le giunzioni tra le aste verificate secondo normativa con Sismicad.

Possibile ricreare all’interno di Revit anche le giunzioni tra le aste

 

Attualmente le giunzioni supportate sono:

  • Collegamento con Flangia singola o doppia.
  • Collegamento con Flangia su c.a.
  • Collegamento con Squadretta.
  • Collegamento con Piastra.
  • Collegamento con Piastra coprigiunto.
  • Collegamento con Coprigiunto bullonato o saldato.
  • Collegamento con Piatto saldato singolo o doppio.
  • Collegamento con Saldatura singola o doppia

 

Giunzioni BIM in acciaio con Sismicad e Revit: le giunzioni supportate

concrete-giunzioni-bim-41.jpg

 

Il metodo di realizzazione delle giunzioni sfrutta i più recenti sviluppi di Revit 2021 e Revit 2022 che hanno incorporato alcune funzionalità di Advance Steel, il software Autodesk per il disegno di dettaglio degli elementi in acciaio.

Le giunzioni rilevate riconoscono i parametri sulla geometria delle piastre, il tipo di bulloni, il loro passo etc. e sono quindi modificabili parametricamente. Non bisogna dimenticare, però, che lo stesso Revit è in evoluzione da questo punto di vista ed alcune combinazioni di saldature, bullonature o rinforzi non sono completamente supportate.

 

Giunzioni BIM in acciaio con Sismicad e Revit: le giunzioni supportate

 

Il processo di evoluzione di queste funzionalità sarà un lavoro continuo e durerà del tempo ma il livello raggiunto è già ottimo per garantire risparmi di tempo considerevoli e, soprattutto, la garanzia di poter collaborare efficacemente con altri team.


Vuoi scopri di più sul software Sismicad?

Vai sul sito di Concrete

all'interno è possibile anche scaricare una versione gratuita di valutazione del software

logo-concrete-nero-300.jpg

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su