Ventilazione meccanica controllata: dalla certificazione alle novità di prodotto di FITT Agix®

I sistemi di ventilazione meccanica controllata di FITT Agix® saranno ancora più potenti e dotati di un’unità per la deumidificazione dell’aria. Non solo, è in arrivo anche un recuperatore puntuale, adatto per gli interventi di ristrutturazione in cui non è possibile installare l’impianto centralizzato.

Fabio Vigolo, R&D Project Leader - Building, svela in anteprima le novità di prodotto che l’azienda presenterà al mercato tra qualche mese e che andranno ad arricchire la gamma FITT Agix®, il primo sistema di distribuzione e diffusione VMC certificato da Kiwa secondo la norma europea EN 17192:2019 dedicata alle condotte non metalliche per la ventilazione negli edifici residenziali.

 

FITT Agix®: pionieri nel mondo delle certificazioni degli impianti VMC

Dott. Vigolo, oggi sul mercato sono disponibili diversi modelli di impianti di ventilazione meccanica controllata (VMC), quali criteri dovrebbero guidare il progettista o l'utente finale nella scelta di quello giusto?

«Il mercato della ventilazione meccanica controllata è in piena espansione e sono sempre di più i brand che propongono impianti per la VMC, una varietà che potrebbe disorientare chi deve scegliere la soluzione più adatta alla propria abitazione. Riteniamo siano quattro i criteri principali che dovrebbero guidare la scelta di un prodotto così importante per la nostra salute: la qualità, il livello di servizio, la facilità di installazione e una connotazione distintiva che identifica il brand. Per quanto riguarda FITT Agix®, abbiamo tradotto questi criteri in un livello di assistenza e di servizio pre e post vendita tra i più alti del mercato mettendo al centro il cliente che si affida a noi. Il nostro staff affianca sia il progettista sia il committente nella scelta della soluzione migliore proponendo una gamma facile da installare e con un design accattivante per quanto riguarda la parte che solitamente interessa di più l’utente finale, ossia le griglie o i componenti dell’impianto visibili all’interno degli ambienti. Per quanto riguarda la qualità del nostro sistema, crediamo sia fondamentale la documentazione che attesti la sicurezza, la sostenibilità e le performance del prodotto e che dimostri il superamento di test per la valutazione dell’efficienza di tutti gli elementi che compongono il sistema: per questo sono indispensabili le certificazioni degli enti esterni. A riguardo, vorrei ricordare che FITT Agix® è il primo sistema VMC che ha ottenuto la certificazione secondo la norma europea EN 17192 dedicata alle condotte non metalliche per la ventilazione negli edifici residenziali». 

Quali sono i requisiti previsti dalla norma EN 17192?

«La norma prevede siano superati specifici test per garantire la performance e l’efficacia del sistema e di ogni suo componente. Le prove richieste riguardano range di pressione, tenuta all’aria, perdite di pressione, temperature di servizio, reazione al fuoco, la resistenza alle compressioni e quella termica, infine la sicurezza microbiologica e quella legata alle sostanze pericolose. Ne deriva che un sistema certificato offre maggiori garanzie sul prodotto e soprattutto sulle sue prestazioni che sono misurabili attraverso test condotti da enti accreditati e competenti in materia».

 

L'impianto di ventilazione meccanica per la casa di FITT Agix

 

Cos'è la certificazione Kiwa Quality

FITT Agix® è il primo sistema di distribuzione e diffusione VMC certificato da Kiwa. Cos'è la certificazione Kiwa Quality?

«Kiwa Quality (KQ) è una certificazione internazionale di prodotto rilasciata da Kiwa, un ente terzo accreditato e tra i top twenty al mondo nel settore del testing, delle ispezioni e delle certificazioni. Kiwa, che è presente in più di 40 Paesi, inclusa l’Italia dove conta nove sedi, ci ha affiancato nel processo di certificazione del sistema FITT Agix® in un momento in cui tante realtà erano ancora inesperte in materia perché la EN 17192, uscita a marzo 2019, è stata la prima a normare questo tipo di soluzioni».

Com’è stato strutturato il processo di certificazione del sistema FITT Agix®?

«Il processo di certificazione è stato complesso ed è durato più di un anno. Innanzitutto abbiamo cercato i laboratori accreditati per poter fare test e prove e rispondere così ai requisiti della norma. Oltre ai laboratori della rete di Kiwa, ci siamo rivolti al laboratorio IMQ, tra i più competenti nel mondo dell’aeraulica, del condizionamento e dei climatizzatori. Per i test sulla reazione al fuoco invece abbiamo contattato LAPI mentre dei test sulla verifica microbiologica si è occupato il gruppo 3A Laboratori. Ovviamente, essendo certificazioni di “parte terza” da ente accreditato, occorre rinnovare i test una volta all’anno per accertare il mantenimento delle prestazioni del prodotto. In sintesi, il percorso certificativo è ben diverso dalla semplice dichiarazione della garanzia di un prodotto, infatti si tratta di un vero e proprio documento che attesta la conformità di ogni singolo componente del sistema. Questo significa che su ogni elemento viene apposta l’etichetta con la certificazione KQ e non la dicitura EN 17192».

Ma come vengono percepite le certificazioni dal mercato estero?

«Il mercato estero è molto più sensibile di quello italiano e proporre un prodotto certificato è un buon biglietto da visita. A distanza di neanche un anno dall’avvio del progetto FITT Agix® abbiamo distributori in tanti Paesi tra cui l’Irlanda e l’Islanda, paese in cui la VMC non è tanto diffusa».

 

Una ventilazione meccanica più sicura con la funzione igienica antimicrobica 

La rete di tubazioni di cui si compone un impianto di VMC ricoprono una grande importanza ai fini di un corretto e sicuro funzionamento del sistema. Quali rischi si corrono se non correttamente progettate e realizzate?

«Le criticità si riscontrano nelle connessioni tra le varie componenti che se non sono ben realizzate potrebbero compromettere la salubrità dell’aria che attraversa i condotti dell’impianto. Per questo abbiamo rinforzato le prestazioni delle tubazioni per quanto riguarda la sicurezza antibatterica usando additivazioni sullo strato interno del tubo. Per farlo abbiamo seguito quanto previsto dal metodo ISO 846 che verifica il deterioramento delle materie plastiche relativamente ai micro organismi che vivono nel suolo e il metodo di prova ISO 22196 che prevede che i campioni vengano esposti in tre colonie diverse di batteri: 

  • Legionella pneumophila
  • Staphilococcus aureus
  • Pseudomonas aeruginosa 

Ne è emerso che grazie all’additivo inserito nel materiale, la colonia di batteri viene neutralizzata al 99,99%. Anche l’efficacia dell’additivo viene testata una volta all’anno proprio per assicurare la garanzia di salubrità del sistema».

 

Com'è fatto l'impianto di ventilazione meccanica di FITT Agix

 

Quali soluzioni propone FITT per le installazioni in sottotetti, cavedi o spazi esposti a sbalzi termici che potrebbero causare fenomeni di condensa all'interno dei tubi per il convogliamento dell'aria?

«Per far sì che il sistema possa essere usato anche in contesti particolarmente freddi, è possibile installare sulla tubazione un isolamento esterno che evita la formazione di condense che potrebbero causare la crescita di colonie di batteri. Si tratta di una membrana in polietilene espanso di oltre sei millimetri completamente aderente alla superficie del tubo: è una soluzione diversa da quelle diffuse tra gli installatori perché non vi è l’applicazione di una sorta di calza attorno al tubo, ma la completa adesione della membrana alla superficie. Infatti, nei casi in cui l’impianto presenti curvature, in mancanza di una perfetta adesione, il rischio è che si formino pieghe che andrebbero a ridurre la sicurezza del prodotto».

 

Più potenti e versatili: i nuovi prodotti FITT per la VMC 

Quali sono le novità di prodotto che lancerete per il prossimo anno? 

«Il prossimo anno presenteremo sul mercato unità di ventilazione ancora più potenti, infatti abbiamo aumentato le portate arrivando ai 650 mc/h, in più l’installatore potrà scegliere tra il formato orizzontale o verticale. L’ampliamento di range consentirà di proporre il sistema a unità abitative con metrature più ampie, coprendo così le esigenze di una fetta di mercato più significativa. Oltre ad avere esteso le portate e la capacità dell’impianto, abbiamo aggiunto anche l’unità di deumidificazione. Non si tratta di due componenti distinte, perché sono complementari, quindi all’interno della stessa macchina. La gamma standard prevede diverse grandezze e forme differenti: si parte dai 150 mc/h e si arriva ai 750. Per la deumidificazione abbiamo recuperi da 150/300 mc/h fino a 600. 

La gamma dei prodotti FITT Agix® si arricchirà grazie anche al recuperatore puntuale da 50 mc/h, ideale nei contesti in cui non è possibile installare l’intero sistema centralizzato, ad esempio per alcuni interventi di ristrutturazione, fermo restando che una delle nostre prime case history ha riguardato proprio una ristrutturazione nel centro di Milano in cui siamo riusciti a installare un sistema di ventilazione meccanica centralizzato che rappresenta sicuramente la soluzione più efficace. Inoltre, tutte le unità saranno dotate di un dispositivo per la connessione wi-fi così da avvicinare la soluzione al mondo della domotica». 


Leggi anche:

fitt_agix_cantiere_04.jpg

Ristrutturazione con VMC: l'intervento in un'abitazione nel cuore di Milano

FITT Agix® è stato scelto per la ristrutturazione di un appartamento degli anni '70 situato a Milano, a pochi passi da City Life.

>>> I DETTAGLI DELL'INTERVENTO

 

Quando le presenterete al mercato? 

«Parteciperemo a due importanti eventi fieristici: saremo a Klimahouse (Bolzano) dal 26 al 29 gennaio e poi, dall’8 all’11 marzo, a MCE Mostra Convegno Expocomfort (Milano). Due vetrine importanti per FITT, che conferma così la capacità di essere sul mercato sia nazionale sia internazionale. Non mancheranno poi campagne promozionali ad hoc e offerte commerciali dedicate ai nostri clienti che possono rimanere sempre aggiornati grazie al nostro magazine online e la newsletter».

 


Perché scegliere la ventilazione meccanica controllata per la propria casa? 

 

Le novità di FITT Agix per ventilazione meccanica in edifici residenziali