Promissario acquirente di appartamento in condominio e Superbonus: ok se i lavori iniziano nel breve

03/03/2022 4536

Agenzia delle Entrate: in qualità di “promissario acquirente”, si ha diritto ad usufruire del Superbonus 110% per i lavori edilizi che inizieranno nel breve.


Promissario acquirente di appartamento in condominio e Superbonus: ok se i lavori iniziano nel breve

Una delle ultime domande poste all'Agenzia delle Entrate in materia di Superbonus in condominio è se, in qualità di 'promissario acquirente', si potrà fruire dell'agevolazione per i lavori edilizi che inizieranno di lì a poco.

In tal senso, le Entrate - sulla Posta di FiscoOggi - ricordano che:

  • il Superbonus spetta ai soggetti che possiedono o detengono l’immobile oggetto dell’intervento in base a un titolo idoneo al momento di avvio dei lavori o al momento del sostenimento delle spese, se antecedente il predetto avvio;
  • in presenza dei requisiti e delle condizioni richieste dalla legge per usufruire dell’agevolazione (art.119 del DL 34/2020), tra i soggetti aventi il diritto di richiedere la detrazione del 110% rientra anche il futuro acquirente immesso nel possesso dell’immobile oggetto degli interventi agevolati (circolare n. 24/2020, punto 1.2). È necessario, tuttavia, che sia stato stipulato e regolarmente registrato un contratto preliminare di vendita dell’immobile.

Quindi: se c'è un preliminare di vendita, proprio come 'funziona' per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (cd. Bonus Ristrutturazioni), non è necessaria l’autorizzazione ad eseguire i lavori da parte del promittente venditore, essendo implicitamente accordata con l’immissione anticipata nel possesso dell’immobile.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su