Giornate del Restauro e del Patrimonio Culturale: al via la nuova edizione

23/03/2022 3751

Appuntamento il 24 e il 25 marzo 2022 con la IV edizione delle Giornate del Restauro e del Patrimonio culturale.

In programma un ricco e corposo calendario di convegni online dedicati alle diverse tematiche che ruotano attorno all'ambito del restauro e conservazione del Patrimonio culturale.


IV edizione delle Giornate del Restauro e del Patrimonio Culturale

Per il quarto anno, il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara in coordinamento con la XXVII edizione di “Restauro - Salone Internazionale dei Beni Culturali e Ambientali”, che si terrà a Ferrara il 8-10 giugno, propone l’appuntamento delle “Giornate del Restauro e del Patrimonio Culturale”.

L’evento, che nella prima edizione ha visto la prestigiosa sede di Palazzo Tassoni Estense aprirsi a tre giornate di confronto e di dibattito, nel 2020 e nel 2021 a causa della situazione pandemica COVID-19 propose una serie di eventi on-line consolidano la vocazione di innovazione e ricerca sul patrimonio culturale.

Quest’anno la IV edizione delle “Giornate del Restauro e del Patrimonio Culturale” vedranno succedersi nelle giornate di 24-25 marzo webinar e convegni dedicati a diverse tematiche.

L'evento è organizzato da:

  • Università degli studi di Ferrara, Dipartimento di Architettura;
  • International Academy After the Damages;
  • Clust-ER BUILD;
  • Consorzio Futuro in Ricerca;
  • TekneHub;
  • LABORA, Laboratorio di Restauro Architettonico;
  • DIAPReM.

La partecipazione agli eventi prevede il riconoscimento di CFP per gli architetti.

 

Il calendario degli eventi in programma

Giovedì, 24 marzo 2022

Evento di inaugurazione

Appuntamento h.9.30 - 10.30

Partecipano: 

  • Laura Ramacciotti, Rettrice dell’Università degli Studi di Ferrara
  • Alessandro Ippoliti, Direttore Dipartimento di Architettura - Università di Ferrara
  • Roberto di Giulio, Co-Direttore International Academy “After the Damages”
  • Marcello Balzani, Presidente Clust-ER Edilizia Costruzioni della Regione Emilia-Romagna
  • Silvia Paparella, Amministratore delegato di Ferrara Fiere e Congressi
  • Stefania Corsi, Direttrice Consorzio Futuro in Ricerca, Ferrara
  • Gian Paolo Rubin, Presidente Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Ferrara

L'evento riconosce 3CFP agli architetti per la totalità dell'evento (Evento inaugurale+Convegno a seguire).
Iscrizioni su iMateria - CLICCA QUI

I non richiedenti crediti formativi professionali possono iscriversi al seguente LINK.


Il paradigma del patrimonio costruito cognitivo | CONVEGNO online
Value Chain INNOVA Cultural Heritage Management del Clust-ER Build

Appuntamento h.10.30 - 12.30

Nell’ambito della quarta edizione delle Giornate del Restauro e del Patrimonio Culturale vengono presentati i lavori del tavolo di lavoro della Value Chain Innova Cultural Heritage Management relativi a “Il paradigma del patrimonio costruito cognitivo”, identificato quale motore per la ripartenza del Paese e strumento nodale verso la transizione digitale a supporto del suo sviluppo economico e sociale.

Un appuntamento importante per seguire la riflessione in un momento straordinario per lo sviluppo di progetti di ricerca industriale rivolti al restauro e alla manutenzione del patrimonio culturale costruito, che saranno promossi grazie agli investimenti prospettati dai fondi strutturali dell’Unione Europea e dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. A tal fine, sono mobilitate competenze e capacità scientifiche e tecnologiche multidisciplinari, in grado di produrre e trasferire la conoscenza che vede come protagonista il patrimonio costruito.

Apertura dei lavori
Marcello Balzani, Presidente Clust-ER Build della Regione Emilia-Romagna.

Strategie della Regione per la valorizzazione del patrimonio culturale
Cristina Ambrosini, Direttore Servizio Patrimonio Culturale della Regione Emilia-Romagna.

Clust-ER BUILD: smart specialisation strategy Emilia-Romagna, PNRR - obiettivi di innovazione
Silvia Rossi, Manager Clust-ER Build della Regione Emilia-Romagna.

La Value Chain Innova CHM per la conservazione e il monitoraggio del patrimonio storico
Rita Fabbri, Chair Value Chain Innova CHM, Laboratorio TekneHub, Rete Alta Tecnologia Tecnopolo di Ferrara, Università degli Studi di Ferrara.

La rigenerazione dei borghi storici
Maria Cristina Garavelli, Chair Value Chain RIGENERA, Founder Officina Meme srl, Ravenna.

Sviluppo di competenze digitali applicate alla filiera edilizia e costruzioni
Chiara Pancaldi, Co-chair Tavolo della Formazione Clust-ER Build, Referente ITS TEC.

Tecnologie abilitanti BIM open standard per la conservazione dell’edilizia esistente
Chiara Vernizzi, Centro interdipartimentale CIDEA, Rete Alta Tecnologia Tecnopolo di Parma, Università degli Studi di Parma.

Materiali e tecnologie per il patrimonio a comportamento intelligente
Luca Laghi, Direttore Tecnico Certimac soc.cons. a r.l., Rete Alta Tecnologia Tecnopolo di Ravenna, Parco Scientifico e Tecnologico di Faenza.

BIM: Innovazione e trasformazione digitale dell’ambiente costruito
Franco Rebecchi, Co-chair Tavolo dell’Innovazione Clust-ER Build, Founder BIM0 srl.

Oltre la tecnologia: l’innovazione dei processi ICT nel monitoraggio del costruito
Massimo Crepaldi, Co-chair Value Chain Innova CHM, ACSoftware srl.

Integrazione di Tecnologie ICT nell’approccio BIM
Massimo Stefani, BIM consultant Harpaceas srl.

L'evento riconosce 3CFP agli architetti per la totalità dell'evento (Evento inaugurale+Convegno).
Iscrizioni su iMateria - CLICCA QUI

I non richiedenti crediti formativi professionali possono iscriversi al seguente LINK.


Innovazione e Internazionalizzazione della Ricerca | CONVEGNO online
Esperienze Nazionali e internazioali a confronto. Trasferimento tecnologico, prodotti e processi
Simposio UID di Internazionalizzazione e Innovazione della Ricerca

Appuntamento h.14.00 - 17.00

Il Simposio UID di Internazionalizzazione e Innovazione della Ricerca si inserisce all’interno delle “Giornate del Restauro e del patrimonio culturale”, con l’obiettivo di dare continuità agli appuntamenti degli anni precedenti per valorizzare la ricerca a livello internazionale e di introdurre la roadmap dei lavori della Commissione “Innovazione”, con riferimento a una prima proposta di aree tematiche di sviluppo strategico che includono i temi della Digitalizzazione, Visualizzazione e Social Innovation per la valorizzazione del Patrimonio Culturale, la conservazione del patrimonio costruito, storico e artistico, e gli ambiti Città, Territorio, Paesaggio e Ambiente.

Il convegno si svolgerà all’interno degli eventi della Academy “After the Damages”, di cui UID è patrocinatore e coinvolta nel Comitato Scientifico Internazionale.

Organizzato da:
DIAPReM/TekneHub, Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara – UID Unione Italiana Disegno.

A cura di:
DIAPReM/TekneHub, Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara.

In collaborazione con:
UID - Unione Italiana Disegno e “After the Damages” International Academy.

Coordinamento scientifico:
Marcello Balzani, Federica Maietti, Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara.

Introducono:
Stefano Bertocci, Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Architettura, Presidente Commissione “Rapporti Internazionali” UID.
Marcello Balzani, Università degli Studi di Ferrara, Dipartimento di Architettura, Presidente Commissione “Innovazione”.

ITALIA
Il ruolo delle piattaforme web open standard nella diffusione dei contenuti informativi del progetto: gli esiti del POR-FESR eBIM: existing Building Information Modeling per la gestione dell’intervento sul costruito
Chiara Vernizzi, Roberto Mazzi, Università degli Studi di Parma, Dipartimento di Ingegneria e Architettura

ITALIA USA
Visualizing Cities - Methodologies and modalities for the communication of the transformations of the cultural heritage
Andrea Giordano, Cosimo Monteleone, Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale
Isabella Friso, Università Iuav di Venezia, Dipartimento di Culture del progetto Kristin Huffman, Duke University

ITALIA
L’HBIM per il fascicolo del fabbricato
Alessandra Tata, Stefano Brusaporci, Pamela Maiezza, Università degli Studi dell’Aquila, Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile - Architettura, Ambientale

ITALIA PORTOGALLO SPAGNA
Un progetto per valorizzare identità comuni in Europa: F-ATLAS Franciscan Landscapes
Stefano Bertocci, Federico Cioli, Anastasia Cottini, Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Architettura

BELGIO FRANCIA ITALIA REGNO UNITO SPAGNA USA
Digital Challenges for Representation
Roberta Spallone, Politecnico di Torino, Dipartimento di Architettura e Design
Michele Russo, Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’Architettura,
Andrea Giordano, Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale

ITALIA
Rete di processi per la conservazione e fruizione della cultura architettonica intangibile
Laura Farroni, Università degli Studi di Roma Tre, Dipartimento di Architettura

ARGENTINA ITALIA
Tradizione e/o ibridazione? Circolazione della cultura del progetto di matrice politecnica fra Italia e Argentina nel secondo Novecento
M. Pompeiana Iarossi, Elisa Boeri, Fabio Marino, Cecilia Santacroce, Francesca Giudetti, Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito
Federica Ciarcià, Universidad de Belgrano, Buenos Aires

ITALIA LIBANO TUNISIA
Da Open Conservation a Open Restoration: l’architettura dell’informazione per comunicare il restauro
Laura Baratin, Francesca Gasparetto, Veronica Tronconi, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, Dipartimento di Scienze Pure e Applicate

ITALIA
La computer graphic per la valorizzazione virtuale del patrimonio artistico genovese: il restauro digitale della “morte di Cleopatra” di Luca Cambiaso fra turismo 4.0 e nuova formazione scolastica
Gaia Leandri, Università degli Studi di Genova, Dipartimento Architettura e Design

ITALIA REPUBBLICA CECA
3D survey for the digitisation of the Olomuc’ city walls heritage
Paola Puma, Giuseppe Nicastro, Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Architettura Darja Kubeckova, Martina Perinkova, Ivona Dlábiková, VSB University di Ostrava, Faculty of Civil Engineering

ALBANIA ITALIA
Il patrimonio architettonico di Berat in Albania. Rilievo fotogrammetrico, laser scanner 3D e modellazione digitale
Ornella Zerlenga, Luigi Corniello, Vincenzo Cirillo, Alice Palmieri,
Angelo De Cicco, Andrea Maliqari, Università della Campania Luigi
Vanvitelli, Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale

GRECIA ITALIA
Il rilievo della linea di costa occidentale dell’Athos
Gennaro Pio Lento, Luigi Corniello, Rosina Iaderosa, Rosa De Caro, Alice Palmieri, Andrea Maliqari, Università della Campania Luigi Vanvitelli, Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale

ITALIA PORTOGALLO
Il chiostro del Monastero dos Jerónimos a Lisbona. Indagini fotogrammetriche e rilievi da drone
Fabiana Guerriero, Vincenzo Cirillo, Luigi Corniello, Margherita Cicala, Gennaro Pio Lento, Riccardo Miele, Università della Campania Luigi Vanvitelli, Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale
Pedro Antonio Janeiro, Facoltà di Architettura dell’Università di Lisbona, FA/U.Lisboa

ESTONIA FINLANDIA ITALIA
BENEDICT: BIM-enabled Learning Environment for Digital Construction
Caterina Morganti, Università degli Studi di Bologna, Dipartimento di Architettura

ITALIA
3DH-soluzion. Soluzioni di Stampa 3D per il recupero strutturale e architettonico di beni culturali (POR FESR Lazio)
Assunta Pelliccio, Marco Saccucci, Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Dipartimento di Lettere e Filosofia

L'evento riconosce 3CFP agli architettiIscrizioni su iMateria - CLICCA QUI
I non richiedenti crediti formativi professionali possono iscriversi al seguente LINK.


Premio Domus Restauro e Conservazione Fassa Bortolo | Cerimonia di premiazione
VIII Edizione – Bando 2021-2022
Sezione Progetti Realizzati

Appuntamento h.17.00 - 19.00

Il Premio ideato e promosso nel 2010 da Fassa srl titolare del marchio “Fassa Bortolo” e dal Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, nasce dalla volontà di premiare e far conoscere ad un ampio pubblico restauri architettonici che abbiano saputo interpretare in modo consapevole i principi conservativi nei quali la comunità scientifica si riconosce, anche ricorrendo a forme espressive contemporanee. I progettisti premiati dell’VIII edizione presenteranno i propri lavori al pubblico.

Organizzato da:

  • Università degli studi di Ferrara, Dipartimento di Architettura;
  • Premio Internazionale Domus – Restauro e Conservazione “Fassa Bortolo”,
  • Consorzio Futuro in Ricerca,
  • TekneHub,
  • LaboRA Laboratorio di Restauro Architettonico,
  • DIAPReM,
  • Fassa srl.

Presentazione dell’VIII edizione del Premio
Marcello Balzani, Università degli Studi di Ferrara

Introduzione lavori della Giuria del Premio
Riccardo Dalla Negra, Università degli Studi di Ferrara

L'evento riconosce 2CFP agli architettiIscrizioni su iMateria - CLICCA QUI
I non richiedenti crediti formativi professionali possono iscriversi al seguente LINK.


Venerdì, 25 marzo 2022

Arte e Restauro: riflessioni sul concetto di creatività nel restauro architettonico | TAVOLA ROTONDA
Tavola rotonda a cura di LaboRA, Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara.

Appuntamento h.10.00 - 12.30

Recenti episodi hanno proposto all’attenzione del grande pubblico un tema estremamente facile da enunciarsi, quanto difficile da dipanare sul piano teorico: il rapporto tra arte e restauro. Più precisamente due interventi hanno fatto molto discutere, generando, anche in ambito accademico, molte perplessità, ma anche molti consensi. Ci si riferisce alla Basilica di Siponto, con la poderosa struttura ideata dall’artista Edoardo Tresoldi, e alla Chiesa di San Gennaro a Capodimonte, con la sovrascrittura cromatica dell’architetto-artista Santiago Calatrava.

Tuttavia, altri se ne potrebbero citare, come la Colonna nel vuoto di Ettore Spalletti a Palazzo Ardinghelli a L’Aquila, oppure la Calamita cosmica di Gino De Dominicis nella chiesa della Santissima Trinità in Annunziata a Foligno. Opere, queste, peraltro a carattere permanente, che hanno finito per ‘fagocitare’ le preesistenze che le ospitano.

Dunque la riflessione che verrà posta ai partecipanti alla tavola rotonda attiene a questo: può il gesto artistico, necessariamente autonomo e individualista, ‘risolvere’ un tema di restauro e, dunque, di architettura? Come vanno considerati questi interventi, dal momento che non vengono più annoverati tra gli ‘allestimenti’, bensì come elementi consustanziali?

Crediamo che la tavola rotonda possa fornire notevoli spunti di riflessione.

Moderatore:
Alessandro Ippoliti, Università degli Studi di Ferrara

Partecipanti:
Riccardo Dalla Negra, Università degli Studi di Ferrara
Bianca Gioia Marino, Università degli Studi “Federico II” di Napoli
Pietro Ruschi, Università degli Studi di Pisa
Claudio Varagnoli, Università degli Studi “Gabriele D’Annunzio” di Chieti e Pescara

L'evento riconosce 2CFP agli architettiIscrizioni su iMateria - CLICCA QUI
I non richiedenti crediti formativi professionali possono iscriversi al seguente LINK.


Standard, protocolli e buone pratiche per la documentazione digitale del patrimonio culturale
a cura di CSN ICOMOS-HD

Appuntamento h. 14.30 - 16.30

Il CSN ICOMOS CIPA-HD Documentazione del Patrimonio Culturale istituito all’interno dell’Area 2 “Tecnologia e diagnostica” dei CSN nazionali ICOMOS ha come obiettivo il promuovere, a livello nazionale e internazionale, la conservazione, la protezione, la riabilitazione e il potenziamento di monumenti, gruppi e siti in conformità con le definizioni di cui all’articolo 3 dello Statuto di ICOMOS.

Nell’attuale panorama della documentazione del patrimonio culturale incontrastata una indicibile pluralità di voci, dialetti e linguaggi, nella più totale mancanza di riferimenti standardizzati (o prestazionalmente replicabili) ed univoci cui riferire le pratiche, le modalità, i requisiti minimi necessari, gli indici e i parametri dei quali avvalersi per verificare l’accuratezza e l’attendibilità dei dati che compulsivamente vengono prodotti, nel rispetto delle finalità definite e secondo processi metodologici coerenti.

Il CSN ICOMOS CIPA-HD Documentazione del Patrimonio Culturale attraverso l’evento proposto in questa sede si propone di contribuire allo sviluppo di linee guida, buone pratiche, processi prestazionalmente replicabili e protocolli che siano internazionalmente riconosciuti e applicabili, al fine di assicurare accuratezza, affidabilità, certezza e verificabilità degli esiti, e la confrontabilità degli stessi in termini spaziali e temporali.

Saluti istituzionali
Maurizio Di Stefano, Presidente ICOMOS Italia

Introduzione
Grazia Tucci, Marcello Balzani, Coordinatori CSN ICOMOS CIPA-HD Documentazione del Patrimonio Culturale

Intervengono

Paolo Salonia, Consigliere Esecutivo ICOMOS IT, Istituto delle Scienze del Patrimonio Culturale, ISPC CNR
(Forse) è ora di smontare la Torre di Babele

Erminio Canavese, Virtualgeo srl
Digital Reality: saperi, metodi e tecnologie multidisciplinari

Lidia Fiorini, laboratorio GeCo, Università degli Studi di Firenze
La documentazione metrica del patrimonio storico costruito nella normativa tecnica italiana

Federica Maietti, Marco Medici, Dipartimento di Architettura, Università di Ferrara, 4CH
Strategie e linee guida per la digitalizzazione del patrimonio culturale - Gli obiettivi della Commissione Europea

Tavola rotonda finale

L'evento riconosce 2CFP agli architettiIscrizioni su iMateria - CLICCA QUI
I non richiedenti crediti formativi professionali possono iscriversi al seguente LINK.

Giornate del Restauro e del Patrimonio Culturale