La sostenibilità del calcestruzzo al centro dei premi "Augusto Collonnetti" della RILEM

19/04/2022 5062

I vincitori della medaglia "Augusto Colonnetti" per il 2022

Dal 2016 la RILEM (Réunion Internationale des Laboratoires et Experts des Matériaux, systèmes de construction et ouvrages) riconosce il premio "Gustavo Colonnetti". La medaglia viene riconosciuta a due ricercatori con meno di 35 anni che hanno dato un contributo scientifico nel campo dei materiali e delle strutture da costruzione.

I medagliati "Gustavo Colonnetti 2022" sono Ellina Bernard (UK) e Qing-feng Liu (CHINA), scelti dalla giuria composta dal Dott. Enrico SASSONI, Professore associato del Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali dell'Università di Bologna, ITALIA; Prof. Alexandra BERTRON, Redattore capo di RTL, INSA Tolosa, Francia; Prof. Eddie KOENDERS, TU Darmstadt, Germania e Prof. Kei-Ichi IMAMOTO, Università della Scienza di Tokyo, Giappone.

Dott.ssa Ellina Bernard, Imperial College London, Regno Unito

La dott.ssa Ellina Bernard è attualmente ricercatrice post-dottorato in visita presso l'Imperial College di Londra (Regno Unito). Il suo focus di ricerca è sulla chimica del cemento e dell'argilla per lo sviluppo di leganti di CO2 a basso contenuto di CO2 e la loro durabilità, affrontata mediante modellazione termodinamica e attività sperimentale anche con tecniche sofisticate. Grazie al dottorato di ricerca presso EMPA (Svizzera) e Université de Bourgogne-Fanche-Comté (Francia), incarichi post-dottorato presso l'Università di Berna in Svizzera e nel Regno Unito e periodi di stage nell'industria, ha sviluppato una significativa esperienza internazionale. Tale esperienza le è valsa riconoscimenti per la sua attività di ricerca e le ha permesso di ottenere due prestigiosi borse di studio per continuare la sua ricerca, che ha portato a un record di pubblicazioni molto promettenti. È stata inoltre attiva come membro di società scientifiche, peer reviewer per riviste internazionali e organizzatrice di incontri scientifici.

Prof. Qing-feng Liu, Università Jiao Tong di Shanghai (Cina)

Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca in Ingegneria Civile nel Regno Unito, il Prof. Qing-feng Liu è ora Professore Associato in Ingegneria Civile presso la Shanghai Jiao Tong University (Cina), dove dirige il gruppo “Sustainability and Durability of Concrete Materials and Structures” e ricopre il ruolo di vicedirettore del Laboratorio chiave per la manutenzione digitale di edifici e infrastrutture. Le sue ricerche sulla durabilità del calcestruzzo, in particolare il trasporto ionico, la riabilitazione elettrochimica e la previsione della vita di servizio, gli sono valse visibilità internazionale, come dimostrano l'alto numero e l'elevata qualità delle sue pubblicazioni scientifiche, i talk su invito che ha tenuto e la sua attività di peer reviewer e membro dei comitati editoriali di riviste scientifiche. È coinvolto in diverse società scientifiche nazionali e internazionali e ha dato importanti contributi a molti TC RILEM, che lo hanno portato a stabilire proficue collaborazioni con rinomati esperti internazionali. La sua maturità e indipendenza gli hanno permesso di ottenere finanziamenti notevoli come investigatore principale per svolgere le sue ricerche. È stato anche molto attivo nella supervisione di ricercatori post-dottorato, dottorandi e studenti universitari.

 

Gustavo Colonnetti Medalists 

  • 2022 - Dr. Ellina Bernard
  • 2022 - Prof. Qing-feng Liu
  • 2021 - Dr Emilio MARTINEZ-PANEDA
  • 2021 - Dr Prannoy SURANENI
  • 2020 - Dr Mija H. HUBLER
  • 2020 - Dr Branko ŠAVIJA
  • 2019 - Dr Bahman GHIASSI
  • 2019 - Dr Claire E. WHITE
  • 2018 - Dr Sergio H. P. CAVALARO
  • 2018 - Dr Didier SNOECK
  • 2017 - Prof. Gaurav SANT
  • 2017 - Prof. Enrico SASSONI
  • 2016 - Dr Susan BERNAL LOPEZ
  • 2016 - Dr Ruben SNELLINGS

 


Chi era Gustavo Colonnetti

La sostenibilità del calcestruzzo al centro dei premi "Augusto Collonnetti" della RILEMGustavo Colonnetti (Torino, 8 novembre 1886 – Torino, 20 marzo 1968) è stato un ingegnere, matematico e politico italiano.

Allievo di Camillo Guidi, nel 1908 si laureò in ingegneria civile presso la Scuola d'Applicazione per Ingegneri di Torino, e nel 1911 in Matematica con Corrado Segre. Nel 1910 conseguì la libera docenza in scienza delle costruzioni, nel 1911 divenne professore straordinario di meccanica applicata alle costruzioni e alle macchine alla Scuola Superiore Navale di Genova. Nel 1914 si trasferì alla Cattedra di meccanica applicata alle costruzioni presso la Scuola di Ingegneria di Pisa, divenendone direttore nel 1918. Nel 1920 si trasferì a Torino, come professore ordinario di meccanica razionale e superiore, divenendo direttore del Politecnico dal 1922 al 1925. Nel 1928 successe al suo maestro Camillo Guidi alla cattedra di Scienza delle Costruzioni e divenne Direttore del Laboratorio sulla resistenza dei materiali.

Fu direttore del Centro Studi sui Materiali da Costruzione e tra i promotori della fondazione e dell'Istituto Dinamometrico Italiano di Torino, in seguito accorpato all'Istituto di Metrologia del CNR. Colonnetti era membro dell'Azione Cattolica e dal 1936 accademico pontificio. Durante il periodo fascista emigrò in Svizzera e fu rettore del CUI di Losanna dove insegnò all'Ecole Polytechnique. Rientrato in Italia nel dopoguerra si impegnò attivamente in politica con la Democrazia Cristiana, come membro della Consulta (1945-1956) e dell'Assemblea Costituente (1946-1948). Durante i lavori della Costituente Colonnetti fu autore, assieme a Umberto Nobile e a Giuseppe Firrao, dell'emendamento che porterà all'affermazione, nell'articolo 9 della Costituzione, che la Repubblica promuove la ricerca scientifica e tecnica.

Fu presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche dal 1945 al 1956. In tale periodo organizzò a nuovo la ricerca scientifica e dirige la sezione tecnica dell'UNRRA-Casas, abbinandovi l'assistenza sociale agli abitanti reintegrati nei villaggi ricostruiti, costituendo con questa esperienza l'unico esempio post-bellico realizzato in Europa. Dal 1956 fu nominato presidente onorario ed emerito del CNR.

Tra i principali contributi di Colonnetti c'è l'elaborazione del Secondo principio di reciprocità, detto anche Teorema di Colonnetti, di una teoria generale delle coazioni elastiche e di una teoria sull'equilibrio elasto-plastico.

Questo principio della teoria dell'elasticità, talvolta indicato come Secondo teorema di reciprocità, stabilisce un rapporto di reciprocità tra le tensioni interne di un corpo elastico in equilibrio e le deformazioni non congruenti, basato sull'ipotesi di sezionare il solido e rendendo in tal modo possibili variazioni di configurazione prima non compatibili con l'essenza del solido stesso: la somma dei prodotti delle sei caratteristiche del sistema di tensioni interne, in corrispondenza di una determinata sezione di un solido elastico in equilibrio sotto l'azione di un sistema di forze esterne, per le corrispondenti caratteristiche di una deformazione relativa impressa in corrispondenza della sezione stessa, è uguale al lavoro che le forze esterne dovrebbero compiere al verificarsi del cambiamento di configurazione determinato da quella stessa deformazione relativa.

[fonte: WIKIPEDIA]