Mobilità lenta: il PRFV per la riqualificazione di passerelle e ponti ciclopedonali

Con il passare del tempo passerelle e ponti ciclopedonali sono spesso caratterizzati da un diffuso degrado che determina condizioni di insicurezza. Pochi sanno che queste infrastrutture possono essere riqualificate attraverso l’utilizzo di grigliati e profili in vetroresina (PRFV), traendone diversi vantaggi.


Mobilità lenta: ristrutturazione ed efficientamento

La mobilità lenta sta attirando sempre più l’attenzione di cittadini e istituzioni per alcuni aspetti importanti: riqualificazione territoriale, sostegno del turismo sostenibile, riduzione dell'inquinamento ambientale, benefici per la salute. 

Alla diffusione della mobilità lenta può sicuramente contribuire la ristrutturazione e l’efficientamento delle infrastrutture esistenti, tra queste i ponti per pedoni e/o ciclisti. Con il passare degli anni, in particolare le passerelle e i ponti costruiti con materiali tradizionali come il legno, presentano un degrado diffuso (strutture ammalorate e pavimentazione sconnessa) e danno evidenti segnali di insicurezza.

Come intervenire? A seconda del livello di degrado, si può decidere di procedere con la semplice riqualificazione dell’infrastruttura oppure, se la struttura versa in stato di abbandono, con la demolizione e la realizzazione ex novo. In entrambi i casi l’impiego di un materiale come il PRFV può offrire numerosi vantaggi.

 

Mobilità lenta: il PRFV per la riqualificazione di passerelle e ponti ciclopedonali

IMMAGINE 1: Fondo viabile di pista ciclopedonale realizzata con piani in PRFV

 

Il PRFV per strutture ibride

I ponti per la mobilità sostenibile sono costituiti da passerelle e strutture di impalcato. Sono piste sopraelevate che possono essere pedonali, ciclabili o ciclopedonali. Possono, infatti, prevedere il solo attraversamento di pedoni o biciclette, oppure essere promiscue, quindi sia pedonali sia ciclabili. Per semplificare in questo articolo continueremo a fare riferimento ai ponti ciclopedonali.

Realizzate come strutture di collegamento, i ponti ciclopedonali sono costruzioni che si integrano (o dovrebbero integrarsi) al paesaggio circostante. Di frequente consentono di percorrere itinerari non raggiungibili con altri mezzi di trasporto e regalano viste esclusive. 

Grazie alle installazioni già effettuate con i grigliati M.M., possiamo confermare che, per migliorare la gestione di ponti ciclopedonali, l’attività di ripristino può trarre grandi vantaggi dall’utilizzo della vetroresina. Questo impiego presuppone la nascita di strutture ibride, cioè realizzate con diversi materiali di costruzione.

Nel caso di ponti ciclopedonali la riqualificazione riguarda spesso solo la sostituzione dell’originaria pavimentazione in legno con una nuova in vetroresina, da installare su una sottostruttura in metallo ancora in buono stato. L’utilizzo di grigliati in PRFV per la passerella garantisce la realizzazione di un fondo viabile regolare, agevole e sicuro, privo di discontinuità quali avvallamenti o buche. 

La combinazione di materiali consente di ottenere un risultato performante, contenendo costi e tempi di realizzazione

Alla luce del fatto che in Italia sulle piste ciclabili non è consentita la presenza di griglie di raccolta delle acque con elementi principali paralleli all'asse delle piste stesse, né con elementi trasversali tali da determinare difficoltà di transito ai ciclisti, può essere considerata l’opportunità di utilizzare, per questi scopi, il grigliato micromaglia in PRFV della M.M., nel formato cosiddetto “antitacco” che è particolarmente adatto alle applicazioni in ambito civile e può svolgere anche la funzione di copertura di canalette di scolo.

 

Intervento su struttura ibrida. Sostituzione della pavimentazione in legno con passerella ciclopedonale in vetroresina

IMMAGINE 2: Intervento su struttura ibrida. Sostituzione della pavimentazione in legno con passerella ciclopedonale in vetroresina

 

Quali sono i vantaggi della vetroresina per la riqualificazione di passerelle ciclopedonali? 

L’impiego della vetroresina per la ristrutturazione e l’efficientamento di ponti ciclopedonali porta con sé condizioni vantaggiose tangibili:

  • Durata nel tempo, garantita dalla resistenza agli agenti atmosferici, all’ambiente salmastro, agli sbalzi termici;
  • Sicurezza, grazie alla superficie antisdrucciolo e al drenaggio dell’acqua dalla superficie della pavimentazione. 
  • Facilità di installazione, attraverso il montaggio di preassemblati modulari, caratterizzati dalla particolare leggerezza del materiale;
  • Convenienza economica e gestionale, grazie all’assenza di manutenzione.

 

Passerella ciclopedonale realizzata con grigliati in PRFV della collezione M.M.

Foto3: Passerella ciclopedonale realizzata con grigliati in PRFV della collezione M.M.

 

Riqualificazione di passerelle ciclopedonali con i grigliati in vetroresina

Per seguire la riqualificazione di un ponte ciclopedonale M.M. mette a disposizione principalmente tre servizi qualificati:

  • PROGETTAZIONE: il team tecnico di M.M. offre supporto per il dimensionamento strutturale dei piani di calpestio, sulla base dei carichi di progetto, delle richieste del Cliente e del contesto costruttivo;
  • OTTIMIZZAZIONE TEMPI DI INSTALLAZIONE: M.M. effettua la posa in opera di pannelli su misura di grigliato attraverso un numero limitato di fissaggi al mq, tramite viteria in accio inox. In questo modo vengono ridotti i tempi di posa, limitando la chiusura temporale dei passaggi ciclopedonali in ristrutturazione;
  • CUSTOMIZZAZIONE: M.M. offre la possibilità di scegliere il grigliato in PRFV più adatto, ideale anche per zone di calpestio a piedi nudi, con tinte standard o personalizzate. Il prodotto finito può essere realizzato con griglia visibile di diverse dimensioni oppure coperta, per conferire una maggiore sensazione di sicurezza. Possono essere forniti grigliati con superficie antisdrucciolo certificata in base alla normativa DIN 51130 (determinazione della resistenza allo scivolamento) con classe antiscivolo fino a R13.

 

Progettazione di ponti ciclopedonali in PRFV?

Grazie allo staff interno M.M. dedicato alla ricerca e allo sviluppo di nuove applicazioni dei grigliati e delle carpenterie in PRFV, è stato avviato anche uno studio per la progettazione di ponti ciclopedonali completamente in vetroresina. 

Il risultato è stato il progetto pilota di un ponte realizzabile al 100% in PRFV, dalla passerella all’impalcato, rispettivamente attraverso l’uso di grigliati e profili

Lo studio ha evidenziato l’uso virtuoso della vetroresina per questo tipo di installazioni che vengono utilizzate soprattutto in ambito naturalistico, come ad esempio nei grandi parchi naturali oltreoceano, dove sono previsti anche lunghi percorsi ciclabili. Inoltre, ha confermato che questa tipologia di strutture potrebbe beneficiare in modo sostanziale dei vantaggi della vetroresina, in primis la leggerezza, la velocità di installazione e l’assenza di manutenzione.

Maggiori informazioni possono essere richieste direttamente allo staff commerciale M.M..

 

Case history: passaggi ciclopedonali del Ponte di Fertilia

Tra i diversi interventi effettuati da M.M. nel settore della mobilità lenta va sicuramente menzionata la riqualificazione del Ponte di Fertilia, in provincia di Sassari, dove è stata rinnovata la passerella destinata al traffico ciclopedonale utilizzando grigliati in PRFV.

In sostituzione della vecchia pavimentazione, è stato scelto il grigliato micromaglia in vetroresina di M.M., nella speciale finitura antiscivolo Q-Paint color sabbia. Un prodotto innovativo che, oltre alla sicurezza garantita dalle caratteristiche antisdrucciolo della superficie, si distingue per resistenza all’atmosfera salmastra, agli sbalzi termici e ai raggi UV.

Per agevolare la posa in opera sono stati previsti dei pannelli in formato standard che hanno richiesto tempi brevi di installazione. L’impiego di accessori opportunamente alloggiati ha permesso di evitare la sporgenza di parti metalliche in rilievo sulla superficie del grigliato, per la massima sicurezza delle persone in transito.

Il risultato finale è stata l’installazione di un piano di calpestio che ben si armonizza con il contesto paesaggistico d’intorno. 

 Riqualificazione di passaggi ciclopedonali, ponte di Fertilia (SS)

Riqualificazione di passaggi ciclopedonali, ponte di Fertilia (SS)

IMMAGINE 4 e 5: Riqualificazione di passaggi ciclopedonali, ponte di Fertilia (SS).

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su