Infrastrutture servizi energetico ambientali: una digitalizzazione è possibile?

Tanti i partecipanti alla seconda edizione del Forum Ingegneria 4.0, organizzato da CSPFea, che ha visto oltre 600 iscritti. Un importante momento di confronto tra aziende, professionisti e addetti ai lavori sull'innovazione nel mondo delle Costruzioni.

Fabrizio Mazzacurati (Gruppo Heratech) ha spiegato in cosa consiste il percorso di impelemntazione digitale che il Gruppo ha iniziato nel 2018 e gli obiettivi per il futuro.


Anche Hera ha avviato un percorso di implementazione della metodologia BIM

Gli Asset Impiantisti del gruppo Hera sono sistemi ad elevatissima automazione monitorati e telecondotti da una sala centralizzata che gestisce il nostro network: oltre 7.100 impianti e 640.000 sensori sul territorio a servizio di circa 68.000 km di reti che acquisiscono 28 milioni di informazioni al giorno.

È il più grande centro d’Italia per numero di servizi e punti telecontrollati e uno dei più grandi d’Europa.

Per gestire questa complessità è stata necessaria una Digitalizzazione e Gestione dei Processi Operativi che ha richiesto:

  • Banca dati aziendali strutturata e condivisa;
  • Standardizzazione dei contenuti;
  • Standardizzazione delle procedure;
  • Percorso di implementazione comune;
  • Visione completa del ciclo di utilizzo del dato: progettazione, costruzione, gestione, manutenzione e dismissione.

 

La Modellazione funzionale dei sistemi a rete gestiti consente di costruire un simulatore dei processi fluidodinamici/elettrici/termici che governano il funzionamento degli asset. Un modello analizza i dati di input (topologia dei sistemi, proprietà strutturali e funzionali, caratterizzazione dei consumi) e fornisce in output indicazioni puntuali sui principali parametri fisici di interesse.

I modelli così sviluppati, consentono di:

  • Monitorare lo stato degli asset gestiti, individuare le criticità e pianificare gli interventi;
  • Verificare la sostenibilità delle richieste e individuare gli interventi per garantire il servizio;
  • Verificare l’impatto di operazioni di manutenzione, sezionamenti, rotture.

Nel 2018 HERA ha avviato un percorso di implementazione della metodologia BIM, il processo è attualmente in corso e in espansione all’interno del gruppo che non si ferma e intende proseguire con convinzione in questa rivoluzione digitale.

Hera ha investito su sistemi, persone, processi, e organizzazione garantendo benefici sulla qualità dell’informazione e, di conseguenza, anche sui costi. 

La gestione delle informazioni gestita in maniera sistemica (dalla progettazione alla conduzione e manutenzione) consente un incremento di affidabilità progettuale.

Il nuovo terreno di conquista che Hera sta indagando è volto all’integrazione dei diversi ambienti dati al fine di:

  • Evitare la dispersione o duplicazione dell’informazione;
  • Condividere le informazioni in maniera efficiente tra dipartimenti; 
  • Avere una piattaforma di collaborazione con i propri partners.

 

 


SCARICA L'INSTANT BOOK DEL FORUM INGEGNERIA 4.0


 

Forum Ingegneria 4.0: la parola ai protagonisti

Logo CSPFEA

CHI È CSPFea 

CSPFea è nata come società commerciale di software di calcolo strutturale per il settore AEC di alto livello. La mission aziendale è quella di assistere società di ingegneria, affiancando professionisti ed aziende impegnate nel vasto settore dell’ingegneria civile, dell’architettura e delle costruzioni (AEC), aiutandoli a migliorare processi e metodi, capacità di analisi e di progettazione mediante la simulazione. CSPFea vuole, inoltre, coinvolgere clienti, stakeholder e partner per creare una rete network e parlare di innovazione grazie a Forum Ingegneria 4.0, tramite un approccio di AEC System Integrator, che prevede l’affiancamento in ambito di digitalizzazione delle infrastrutture, sostenibilità delle costruzioni e innovazione nei processi aziendali in società d’ingegneria.