AWA, acqua dall’aria e contributi termici: come estrarre il massimo da un ciclo frigo

SEAS ha lanciato un nuovo prodotto per ottenere acqua dall’aria studiata per l’integrazione massima negli edifici

Aria da bere: un sogno che diventa realta'

 

La storia inizia con un sogno di quattro persone, Ing. Flavio e Dott. Graziano Giacomini, Dott. Marco Honegger e Dott. Lawrence Graev: realizzare una macchina per estrarre acqua dall’aria, al fine di contribuire a risolvere il problema crescente della sete nel mondo.

L’idea venne sottoposta alla facoltà di Ingegneria, Università di Pavia, al fine di farla divenire realtà. Un gruppo di lavoro fu sovvenzionato e nel 2012 prese forma il primo prototipo. I quattro finanziatori del progetto, visto il risultato, decisero di fondare una società, la SEAS-sa, per industrializzare il prodotto. Da quel 2012 sono passati ormai 3 anni ed il progetto si è evoluto notevolmente, incorporando concetti di sostenibilità energetica.

Nasce così AWA, la macchina modulare per estrarre acqua dall’aria e non solo. Il principio di funzionamento del sistema è la condensazione dell’umidità ottenuta per raffreddamento sotto il punto di rugiada. La macchina, quindi, è basata su un ciclo frigo a compressione ed è stata studiata per poter sfruttare tutti gli effetti utili da esso provenienti. In altre parole con una sola spesa energetica si ottengono: acqua, una fonte di calore e aria fresca deumidificata. Il sistema è studiato per la massima integrazione negli edifici, infatti dispone di attacchi e controlli atti a consentire il facile collegamento con gli impianti esistenti.

La macchina AWA è stata costruita in modo da ottenere acqua di ottima qualità: materiali certificati per il contatto con alimenti, sistemi di filtraggio dell’aria e un impianto di potabilizzazione dotato di resine, carboni attivi, osmosi inversa mineralizzazione ed un innovativo sistema di disinfezione UV con catalizzatore alle nanotecnologie, sono gli elementi che consentono di raggiungere risultati di eccellenza.

Il modulo base della linea AWA è un sistema in grado di fornire, come valore di targa, 2500 litri di acqua da bere al giorno, 8000 mc/h di aria fresca e deumidificata e più di 100 kW di potenza termica, con un’unica spesa energetica, pari a 0.28 kWh/litro acqua prodotta.

Lucia Cattani è R&D Manager di SEAS sa