Bonus ristrutturazione
Data Pubblicazione:

Bonus Mobili: il calcolo corretto per l'importo massimo detraibile

Nel caso in cui si effettuino due diverse spese per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici, in due diversi anni di imposta, bisogna calcolare il totale delle spese comprese quelle sostenute nell'anno precedente

Come si calcolano i 'massimali' di spesa per la detrazione Bonus Mobili?

A questa particolare domanda risponde l'Agenzia delle Entrate nella "Posta di Fisco Oggi", occupandosi di un caso particolare nel quale il contribuente ha effettuato due diverse spese per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici, in due diversi anni di imposta.

La richiesta

A maggio 2021 il contribuente ha effettuato un intervento di ristrutturazione edilizia con conseguente accesso al bonus mobili. L'importo detraibile per l’anno 2021 è di 16.000 euro ed è stata effettuata una spesa di 9.620 euro, già regolarmente portati in detrazione nella dichiarazione dei redditi dell’anno 2021.

Nel 2022 si è poi effettuato un ulteriore acquisto di mobili per un importo di 4.050 euro (quindi 13.670 euro in totale).

In considerazione della riduzione dell'importo massimo ammesso a detrazione nel 2022 (10.000 euro), si chiede se è possibile detrarre l’importo 4.050 euro nell’anno di imposta 2022.

La risposta del Fisco

L'Agenzia delle Entrate sottolinea che, per il periodo d’imposta 2022, la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici destinati ad arredare l’immobile ristrutturato va calcolata su un importo massimo di spesa di 10.000 euro.

Tale importo deve però essere considerato al netto delle spese sostenute nell’anno precedente (pari a 9.620 euro) per le quali è stata già richiesta la detrazione.

Pertanto, sugli ulteriori acquisti effettuati nel 2022 si potrà usufruire di una detrazione calcolata sull’importo massimo di 380 euro (10.000 - 9.620).

Leggi anche