Efficienza Energetica | EDILCLIMA SRL
Data Pubblicazione:

Diagnosi energetica e detrazioni fiscali: valutazioni per una corretta sostenibilità economica degli investimenti

Riqualificazione energetica con il Superbonus: quali valutazioni occorre fare per garantire la piena sostenibilità degli interventi? Durante la VII Conferenza Nazionale SECEM, Edilclima ha risposto al quesito presentando due casi studio. Nell'articolo i principi e le metodologie a cui fare riferimento.

Riqualificazione energetica con il Superbonus: quali valutazioni occorre fare per garantire la piena sostenibilità degli interventi? Durante la VII Conferenza Nazionale SECEM, Edilclima ha risposto al quesito presentando due casi studio. Nell'articolo i principi e le metodologie a cui fare riferimento.


Interventi Superbonus: come valutare l'investimento?

Martedì 31 maggio e mercoledì 1° giugno 2022 si è svolta a Rimini la settima edizione della Conferenza Nazionale SECEM, caratterizzata da una forte presenza di EGE, energy manager ed operatori del settore. Due giornate di lavoro intenso a cui ha avuto il piacere di partecipare anche Edilclima con un intervento a cura dell’Arch. Luca Berra, Responsabile Area Engineering, che ha messo sotto la lente un quesito particolarmente attuale e assai dibattuto: quali valutazioni è opportuno fare nell’ambito di una diagnosi energetica per garantire la piena sostenibilità degli investimenti nell’ambito di interventi di riqualificazione con Superbonus 110%?

Lo speech ha avuto inizio con una descrizione dello scenario normativo di riferimento a partire dalla norma di recente pubblicazione, la UNI EN 17463Valutazione degli investimenti relativi ad interventi nel settore energetico” che ha integrato la UNI EN 15459Procedura di valutazione economica dei sistemi energetici degli edifici”, fino all’anticipazione delle norme tecniche appartenenti alla serie EN 16247diagnosi energetiche”, il cui recepimento è previsto per la fine dell’anno in corso.

Il fulcro dell’intervento ha avuto per oggetto l’approfondimento dei concetti generali riguardanti le modalità di esecuzione dell’analisi economica, secondo le norme sopra citate, e si è concluso con la presentazione di due casi studio.

 

Cenni di analisi economica: UNI EN 15459 e UNI CEI EN 17463

Il metodo della UNI EN 15459 è largamente impiegato per la valutazione economica degli interventi di risparmio energetico.

Il criterio, noto anche come “metodologia del Costo Globale” considera tutti i principali flussi conseguenti ad un intervento di risparmio energetico tra cui:

  • costi iniziali (fornitura e posa, oneri per la sicurezza, oneri per la progettazione, altri costi ed opere realizzate all’inizio);
  • flussi di cassa comprendenti a loro volta: 
    • costi di esercizio: servizi vari, manutenzione, sostituzione periodica dei componenti (quando la vita utile del componente è inferiore al periodo di calcolo);
    • ricavi in esercizio e nello specifico ricavi periodici (risparmi calcolati sulla base di una diagnosi energetica 16247);
    • ricavi da incentivi;
    • ricavi finali (valore residuo);
    • costi finali (smaltimento componenti).

 

Cos'è il VAN (valore attuale netto)

Dopo aver definito i parametri che compongono l’analisi occorre identificare quale strumento si vuole adottare. Premesso che è spesso molto utile utilizzare più indicatori, il VAN (valore attuale netto) costituisce probabilmente il migliore compromesso in quanto: 

  • riflette la realtà in quanto considera il valore del denaro nel tempo (altri parametri come il TIR, ossia il tempo di ritorno «semplice», non lo prevedono);
  • rivela il potenziale finanziario dell’intervento (altri indicatori come il TIR non lo possono fare perché sono espressi in termini di «anni» o «percentuali»);
  • è un risultato univoco (il TIR invece in alcuni casi potrebbe non esserlo);
  • è completo, perché analizza tutti i flussi di cassa durante l’intero periodo di calcolo (il tempo di ritorno invece, in quanto tale, si focalizza solo sui flussi antecedenti sé stesso).

Il VAN richiede l’attualizzazione al momento iniziale dei costi e dei ricavi.

Diagnosi energetica e detrazioni fiscali: valutazioni per una corretta sostenibilità economica degli investimenti

Attualizzazione dei flussi di cassa economici.

 

Un aspetto molto importante, dato che il VAN può essere calcolato per un numero indefinito di anni, è il limite temporale che si intende considerare per il calcolo. Si tratta di un aspetto non univoco che il professionista deve opportunamente ipotizzare sulla base della vita tecnica dei vari interventi previsti e dei relativi costi manutentivi che intende considerare.

Il grafico del VAN evidenzia, negli anni, una sorta di bilancio tra costi e ricavi. In linea generale all’anno “0” il valore del grafico (negativo) dipende largamente dall’investimento iniziale. Negli anni successivi il valore si riduce grazie ai ricavi fino ad annullarsi e a generare un “utile”. 

Il VAN consente di verificare l’andamento oltre il tempo di ritorno considerando tutto il periodo di calcolo. Occorre considerare che costi e risparmi sono attualizzati e che la valutazione tiene conto dei tassi di interesse, di sconto e dell’inflazione (su base unica o differenziata sui vari componenti). Il risultato ottenuto può essere confrontato con altre forme di investimento che hanno gli stessi tassi.

Diagnosi energetica e detrazioni fiscali: valutazioni per una corretta sostenibilità economica degli investimenti

Andamento del VAN progressivo nel tempo.

 

Breve sintesi di due semplici interventi in ambito 110 %

I casi studio, presentati a corredo dell’intervento di Edilclima nell’ambito della Conferenza Nazionale SECEM, prendono in esame due situazioni reali relative a interventi in corso di svolgimento in ambito 110 %.

Il primo intervento riguarda un condominio di dimensioni medio grandi, ad uso prevalentemente residenziale. Dal punto di vista economico sono previsti interventi sull’involucro edilizio con isolamento a cappotto delle pareti, l’isolamento della soletta piana di copertura e della soletta piana esposta verso spazi non riscaldati o esterni e, infine, la sostituzione degli infissi originali ancora a vetro semplice. La ristrutturazione impiantistica prevede la semplice sostituzione dei generatori di calore con caldaie a condensazione. La dotazione impiantistica è integrata con pannelli fotovoltaici a servizio degli impianti condominiali.

Simulando alcune soluzioni, è stato possibile elaborare un’ipotesi che consentisse (a parità di condizioni rispetto ad altri investimenti) una neutralità di risultato senza considerare i contributi pubblici, al fine di garantire un intervento in grado di generare almeno un VAN neutrale (nullo) nell’ambito della durata complessiva dell’intervento.


Diagnosi energetica e detrazioni fiscali: valutazioni per una corretta sostenibilità economica degli investimenti

Caso Studio n.1 _ Intervento edilizio e impiantistico senza contributi pubblici, con il supporto del software Edilclima EC720 Diagnosi energetica e interventi migliorativi.

 

Il primo intervento considerando gli importanti contributi risulta largamente positivo.

Diagnosi energetica e detrazioni fiscali: valutazioni per una corretta sostenibilità economica degli investimenti 

Caso Studio n.1 _ Intervento edilizio e impiantistico con contributi pubblici, con il supporto del software Edilclima EC720 Diagnosi energetica e interventi migliorativi.

 

Il secondo intervento riguarda un piccolo condominio ad uso esclusivamente residenziale, e prevede un intervento impiantistico con sostituzione dei generatori di calore con un impianto ibrido e l’integrazione con pannelli fotovoltaici a servizio degli impianti condominiali.

Anche in questo caso, considerando le ovvie differenze (investimento inferiore, vita tecnica inferiore) è stato possibile trovare una soluzione che consentisse, a parità di condizioni rispetto ad altri investimenti, una neutralità di risultato, senza considerare i contributi pubblici. 

 

Interventi di risparmio energetico: cosa occorre fare per una corretta valutazione dell'investimento

Al fine di effettuare una corretta verifica di sostenibilità economica degli interventi di risparmio energetico, la modellizzazione energetica e l’analisi economica degli investimenti si combinano insieme all’interno di una diagnosi energetica. Questo approccio consente di individuare le criticità della situazione esistente e gli interventi più efficaci dal punto di vista dei costi/benefici anche in contesti dove normalmente non si fa questo sforzo di ottimizzazione.

Si tratta di una operazione poco onerosa, in quanto quasi sempre in ambito civile le detrazioni si accompagnano alla necessità di elaborare un modello energetico ai fini autorizzativi, ed i costi sono noti in quanto occorre eseguire una verifica rispetto a ai massimali. Tecnicamente le operazioni sono relativamente semplici: occorre riportare il modello nelle condizioni reali, validarlo con i consumi reali, stimare i risparmi, elaborare l’analisi economica e combinare il tutto in un report di diagnosi. L’adozione di tale approccio si rivela indispensabile, specialmente in tutte le situazioni che prevedono l’utilizzo di fondi pubblici che stimolano fortemente l’etica professionale del progettista.

Per un approfondimento è possibile consultare i seguenti link:

Presentazione a cura dell’Arch. Luca Berra disponibile sul sito di SECEM

Presentazioni complete della VII Conferenza Nazionale SECEM

Download Trial EC720 Diagnosi energetica e interventi migliorativi – Edilclima 


EDILCLIMA.jpg

Chi è Edilclima

Edilclima è una softwarehouse dedita allo sviluppo di soluzioni software rivolte ai professionisti che operano nel settore della progettazione termotecnica, energetica, impiantistica, antincendio e BIM.

Fondata nel 1978, Edilclima trae le proprie origini dalla naturale evoluzione dello studio di progettazione da cui deriva. L'azienda, oggi alla seconda generazione, si distingue per l'unicità con cui si pone sul mercato di riferimento grazie alla presenza delle due anime Software & Engineering, ciascuna di esse caratterizzata da una propria identità ma accomunate da un'unica visione tesa a realizzare soluzioni informatiche e servizi progettuali energeticamente efficienti e modellati sulla base delle esigenze del cliente.

Le competenze maturate in oltre 40anni di attività, unite alla passione per l'innovazione tecnologica e ai costanti Investimenti in Ricerca e Sviluppo, consentono a Edilclima di contribuire alla crescita professionale degli operatori che credono nella progettazione energeticamente sostenibile.

La fiducia accordata da migliaia di clienti sull'intero territorio nazionale è motivo di orgoglio per Edilclima e stimolo per guardare con ottimismo al futuro.