2021 visualizzazioni ITALCEMENTI SPA
Data Pubblicazione:

Italcementi con Green Building Council per un’edilizia sempre più sostenibile

Italcementi ha sottoscritto il Commitment del progetto europeo LIFE Level (s), che impegna l'azienda a intraprendere un percorso formativo per il proprio personale ead utilizzare un insieme di indicatori dell'UE per misurare le prestazioni ambientali degli edifici durante l'intero ciclo di vita degli edifici.


Per Italcementi un altro tassello della politica di sostenibilità

Italcementi ha sottoscritto il Commitment del progetto europeo LIFE Level(s) del Green Building Council Italia. L’obiettivo è contribuire ad accrescere la consapevolezza ambientale nel settore delle costruzioni, con particolare riferimento all’intero ciclo di vita degli edifici. Con la firma del Commitment, Italcementi si impegna a intraprendere un percorso formativo per il proprio personale e a utilizzare alcuni degli indicatori descritti nel quadro Level(s), un insieme di Indicatori dell'Unione Europea selezionati per misurare le prestazioni ambientali degli edifici durante l'intero ciclo di vita.

"Per Italcementi la firma di questo Commitment è un ulteriore tassello della politica di sostenibilità avviata già da alcuni anni – afferma Dante Parisi, eco.brand Manager di Italcementi - Oggi con la gamma di prodotti eco.build siamo in grado di offrire ai nostri clienti e ai progettisti cementi e calcestruzzi sostenibili in un’ottica di riduzione degli impatti della CO2 e in linea con i principi dell’economia circolare".

Italcementi è tra i soci fondatori del GBC Italia e partecipa attivamente ai tavoli di lavoro per contribuire a diffondere la cultura della sostenibilità nel settore delle costruzioni.

 

 Italcementi con Green Building Council per un’edilizia sempre più sostenibile

 

Il progetto LIFE Level(s) vuole aumentare gli edifici sostenibili in Europa

L'Unione europea sta investendo sempre più nel riconoscimento dell'importanza del settore immobiliare, dell'economia circolare e delle politiche ambientali. Il settore dell'edilizia in Europa rappresenta il 36% di tutte le emissioni; il 50% del consumo energetico; il 50% di tutte le materie prime estratte; 1/3 dei rifiuti prodotti e 18 milioni di posti di lavoro. In questo contesto, la Commissione europea ha posto come cruciali le questioni dell'energia e del clima promuovendo iniziative quali il piano d'azione per l'economia circolare, la direttiva sul rendimento energetico nell'edilizia e la strategia UE 2050.

Il progetto LIFE Level(s) intende incrementare gli edifici sostenibili in Europa attraverso: l’allineamento a Level(s) degli strumenti di certificazione degli edifici green in Europa, la realizzazione di banche dati nazionali a supporto dell’analisi LCA e supportare le Pubbliche Amministrazioni nell’interazione dei criteri di sostenibilità nel GPP, la costruzione delle competenze necessarie a valutare gli impatti degli edifici nell’intero ciclo di vita.

Gli indicatori chiave sono la valutazione del ciclo di vita (LCA), il costo del ciclo di vita (LCC) e la qualità dell'aria interna (IAQ). Il progetto LIFE Level(s) ha ricevuto finanziamenti dal Programma LIFE dell'Unione Europea e si è sviluppato in tre anni, da ottobre 2019 al settembre 2022.

I partner impegnati nell'esecuzione del progetto e nell'attuazione dei suoi risultati sono 8 Green Building Council europei (Francia, Germania, Finlandia, Irlanda, Croazia, Italia, Spagna e Olanda) riconosciuti per il loro contributo alla diffusione dei principi dell’edilizia green e alla promozione della protezione dell'ambiente e dei valori di efficienza energetica.

GBC Italia, partner del progetto, ha sviluppato, tra gli output previsti, la LIFE Level(s) Academy una piattaforma di e-learning on-demand, gratuita e fully-responsive che comprende un’offerta formativa rivolta sia agli attori pubblici sia a quelli privati della filiera edilizia sui temi: LCA, LCC, EPD e Health & Wellbeing.

 

Le azioni del progetto

L’Azione B1 garantisce che i principali sistemi europei di certificazione degli edifici siano allineati con 3 indicatori chiave del quadro Level(s) riconosciuti come i più efficaci e necessari per la valutazione degli impatti ambientali nel ciclo di vita (LCA) e dei costi nel ciclo di vita (LCC) e della qualità dell'aria interna (IAQ).

L'Azione B2 si concentra sullo sviluppo di dati di qualità relativi agli impatti ambientali e sulla salute degli occupanti di un edificio, sostenendo lo sviluppo di dati di qualità per gli indicatori LCA e IAQ.

L'Azione B3 mira a Lavorare con le autorità pubbliche e il governo per comprendere le sfide tecniche e giuridiche associate agli indicatori LCA, LCC e IAQ negli appalti pubblici; ad identificare le migliori pratiche in materia di appalti pubblici e le raccomandazioni per incorporare gli indicatori chiave; a lavorare con almeno 3 autorità pubbliche disposte a testare gli indicatori nelle loro procedure di appalto.

L'Azione B4 garantirà che le parti interessate nel settore della costruzione (produttori, pubbliche amministrazioni, professionisti e appaltatori edili) abbiano la capacità e le competenze necessarie per utilizzare in modo appropriato gli indicatori LCA, LCC e IAQ nella loro pratica professionale quotidiana. Ciò comporterà l'introduzione di programmi di sensibilizzazione e di sviluppo delle capacità sviluppati in azioni precedenti, nonché il proseguimento e il trasferimento delle competenze ad altri Stati membri dell'UE dopo la fine del progetto.


italcementi_logo_700_ok.jpg