Legge di Bilancio 2019: ecco la Manovra che approda alla Camera! Tutto sulla proroga dell'Ecobonus

Matteo Peppucci - Collaboratore INGENIO 30/10/2018 5156

La Manovra 2019 è stata aggiornata al 29 ottobre ed è pronta per lo studio alle Camere: presenti le detrazioni sulle spese relative agli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e quelle per le spese per gli interventi di ristrutturazione edilizia

Ecobonus e altre agevolazioni confermate anche nella Manovra 2019

Contestualmente all'inizio dello studio della Legge di Bilancio 2019 (la Manovra), col testo aggiornato al 29 ottobre 2018 disponibile in fondo a questo articolo per gli iscritti a Ingenio, va evidenziato quanto dichiarato - lo scorso 25 ottobre - dal sottosegretario al MEF Massimo Bitonci in risposta a una interrogazione alla Camera.

Proroga Ecobonus e altre detrazioni 'edilizie'

Nella Legge di Bilancio 2018 (legge 205-2017) le detrazioni spettanti per le spese relative agli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, così come le detrazioni per le spese per gli interventi di ristrutturazione edilizia, erano previste nella misura del 50 per cento.

Il MEF conferma che è allo studio, nel disegno di legge di bilancio per 2019, la proroga delle menzionate agevolazioni per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2019. Saranno confermati, quindi, per ogni tipologia di intervento i limiti di detraibilità previsti dalla normativa attualmente vigente.

La parte della Manovra 2019 dedicata all'Ecobonus

Art. Proroga delle detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica, ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di mobili
1. Al decreto legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, sono apportate le seguenti modifiche: a) all’articolo 14 sono apportate le seguenti modificazioni: 1) ai commi 1 e 2, lettera b), le parole “31 dicembre 2018” sono sostituite dalle seguenti: “31 dicembre 2019”; 2) al comma 2, lettera b-bis), nel primo periodo, le parole: “sostenute dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018” sono sostituite dalle seguenti: “sostenute dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019” e, nel secondo periodo, le parole “sostenute dal 1° gennaio 2018” sono sostituite dalle seguenti: “sostenute dal 1° gennaio 2019”; 3) al comma 2-bis, le parole “sostenute nell’anno 2018” sono sostituite dalle seguenti: “sostenute nell’anno 2019”. b) all’articolo 16 sono apportate le seguenti modificazioni: 1) comma 1, le parole “31 dicembre 2018” sono sostituite dalle seguenti: “31 dicembre 2019”; 2) al comma 2, le parole “1° gennaio 2017” sono sostituite dalle seguenti: “1° gennaio 2018”, le parole “anno 2018” sono sostituite dalle seguenti: “anno 2019”, le parole “anno 2017”, ovunque ricorrono, sono sostituite dalle seguenti: “anno 2018” e le parole “nel 2018” sono sostituite dalle seguenti: “nel 2019”.

Art. Proroga delle detrazioni fiscali per interventi di sistemazione a verde
1. All’articolo 1, comma 12, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, le parole “Per l’anno 2018” sono sostituite dalle seguenti: “Per l’anno 2019”.

Flat Tax professionisti tecnici: ecco come funziona

La Manovra 2019 comprende, come già evidenziato in precedenti aggiornamenti, anche la nuovissima flat tax (regime forfettario): si tratta dell'articolo dedicato all'Imposta sostitutiva per imprenditori individuali ed esercenti arti e professioni.

Riassumendo, è un'aliquota piatta al 15% fino ai 65 mila euro. Il regime forfettario, quindi, allarga gli argini visto che prima arrivava fino ai 30 mila euro. La misura entrerà in vigore dal 1° gennaio 2019 e, di riflesso, pare che potranno agevolare della tassa al 15% ben 500 mila in più rispetto a quelle che già attualmente sono comprese nel regime forfettario. Dal 2020, poi, da 65 mila euro si salirà fino a 100 mila euro.

Confermata, inoltre, l'aliquota del 5% per la durata di 5 anni, dedicata alle nuove attività.

IL TESTO DEL DDL BILANCIO 2019 AGGIORNATO AL 29 OTTOBRE 2018 E' DISPONIBILE IN FORMATO PDF