Mobilità elettrica: una nuova opportunità per un turismo più sostenibile

24/10/2019 482

L’incremento dell’uso di biciclette e veicoli elettrici offre alle regioni turistiche dell’arco alpino un’occasione per migliorare i propri servizi. Un ambizioso progetto europeo mira a potenziare l’infrastruttura e i servizi per il turismo con mezzi elettrici in tre territori.

Si è concluso venerdì 18 ottobre l’evento di tre giorni sulla mobilità sostenibile svoltosi tra le città di Bellinzona, Svizzera, e Verbania, nella regione Piemonte. Agli incontri hanno partecipato enti di ricerca, aziende operanti nel settore dei trasporti e del turismo e rappresentanti dei comuni della Provincia di Verbano-Cusio-Ossola.

mobster-mobilita-sostenibile.jpg

L’evento “Strategie di sviluppo per la mobilità elettrica” nasce nell’ambito del progetto MOBSTER, finanziato dalla Fondo Europeo di Sviluppo Regionale tramite il Programma di Cooperazione Interreg Italia-Svizzera con l’obiettivo di aumentare l’attrattività turistica di località transfrontaliere con forte richiamo turistico attraverso il miglioramento dell’offerta legata alla mobilità elettrica.

Nel corso dell’evento sono stati organizzati due workshop, il primo in Svizzera ed il secondo in Italia, al fine di presentare le migliori pratiche individuate nelle tre aree pilota del progetto (Alto Adige, Cantone Ticino e Provincia di Verbano-Cusio-Ossola); raccogliere dati sulla situazione attuale della mobilità elettrica; analizzare il fabbisogno dei servizi al turismo e selezionare i modelli di business più efficaci per favorire la diffusione di questa modalità di trasporto.

I workshop hanno contribuito a gettare le basi per una futura collaborazione tra comuni che favorisca la stesura di una pianificazione strategica a livello provinciale e transfrontaliero volta a potenziare l’infrastruttura per la mobilità elettrica e ad armonizzare le iniziative già presenti sul territorio.

Vco Trasporti commenta attraverso il Presidente Tomatis Roberto : «gli Enti Pubblici ed i Comuni in particolare, possono avere un ruolo importante nello sviluppo della mobilità elettrica perseguendo una serie di obiettivi: Assicurare una dotazione infrastrutturale distribuita sul territorio del Verbano Cusio Ossola integrando le azioni previste da programmi nazionali/ regionali (PNIRE) e da operatori privati;   Garantire la fruibilità ed accessibilità delle infrastrutture a tutti i cittadini (interoperabilità); Integrare le azioni del pubblico con quelle che saranno sviluppate nel comprato del turismo che ha potenzialità elevate; Sviluppare azioni di sensibilizzazione/informazione per favorire la diffusione della mobilità elettrica».

Incentivare la mobilità sostenibile sui due versanti del confine italo-svizzero permette di influire positivamente sulla soddisfazione dei turisti, che potendo coprire maggiori distanze riescono ad avere un’esperienza più vasta del territorio, e allo stesso tempo favorisce nuovi modelli di turismo che possono alleviare i problemi dovuti al traffico e all’inquinamento acustico e ambientale.  

«La mobilità elettrica è fondamentale per ottenere un settore dei trasporti più sostenibile» ha dichiarato la coordinatrice del progetto, Alyona Zubaryeva di Eurac Research. «Per aumentare la diffusione di auto e bici elettriche bisogna sviluppare le infrastrutture sul territorio, creare delle condizioni favorevoli dal punto di vista economico e contestualmente approfondire le conoscenze sulla tematica. Da sempre il settore turistico è molto sensibile al tema della mobilità elettrica per poter soddisfare le esigenze dei propri clienti. È perciò da considerare un importante driver per lo sviluppo tecnologico nel settore».

Grazie ad un finanziamento di 1,7 milioni di euro, il progetto MOBSTER prevede l’installazione di circa 70 infrastrutture di ricarica per veicoli e biciclette elettriche in prossimità di strutture ricettive nelle tre aree pilota. Le infrastrutture saranno fornite dal partner di progetto Neogy. A completamento dell’opera di rafforzamento dell’infrastruttura, il progetto svilupperà dei prototipi di prodotti innovativi a miglioramento dell’offerta turistica. Tra questi, un veicolo per ricariche di emergenza, un posto auto coperto e una stazione di ricarica elettrica per strutture in località montane. Infine, MOBSTER provvederà all’acquisto di due navi elettriche per la navigazione dei laghi nella zona di Verbania.

Il prossimo incontro tra i partner del progetto e le comunità locali si terrà a Bolzano a gennaio 2020. Maggiori informazioni saranno disponibili a breve sul sito www.progettomobster.eu.


mobster.JPGMOBSTER (Mobility and tourism going electric – Mobilità elettrica per un turismo sostenibile) è un progetto finanziato dalla Commissione Europea tramite il Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera. Il progetto è coordinato dall’Istituto per le energie rinnovabili di Eurac Research e coinvolge 5 partner situati in Alto Adige, Cantone Ticino e Provincia di Verbano-Cusio-Ossola.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su