Edifici industriali: l’adattabilità e l’efficienza della prefabbricazione in c.a.

Quando passato e futuro convivono in perfetta armonia grazie alla prefabbricazione. Per Bonfiglioli Riduttori, la società Truzzi ha realizzato un intervento di ampliamento in continuità con l’esistente per un totale di ca 11.000 mq, consentendo lo svolgimento contemporaneo delle attività lavorative


Bonfiglioli Riduttori, storica Azienda Italiana leader nella creazione, distribuzione e supporto di soluzioni di Trasmissioni e Controllo di Potenza, aveva in primis l’esigenza di realizzare una struttura in continuità con l’edificio esistente, la cui esecuzione permettesse il normale svolgimento delle attività lavorative. 

L’esigenza di continuità con l’edificio adiacente, sempre in cemento armato, l’elevata personalizzazione e la modularità, insieme alla velocità dei tempi di cantiere che questo sistema costruttivo consente, hanno portato il cliente a scegliere di affidarsi ad una soluzione prefabbricata per dare forma alla loro visione d’impresa. 

Un’opera complessa e sfidante che la Truzzi Spa ha come sempre accolto con grande entusiasmo, svolgendo il ruolo di General Contractor per le opere edili e di coordinatore per gli impianti meccanici ed elettrici. 

Progettazione personalizzata e aspetti peculiari dell'intervento

Il nuovo edificio bi-piano di quasi 11.000 m² sorge a Forlì, dove si trova il principale plant produttivo ed il centro R&D della Business Unit Mobility and Wind di Bonfiglioli Riduttori. La vicinanza con l’esistente porta la Truzzi spa, in collaborazione con lo Studio Tecnico Rivizzigno, a studiare per i pilastri prospicenti all’esistente una progettazione ad hoc delle fondazioni, in modo che quest’ultime non interferissero con quelle già presenti. Questa soluzione ha permesso di posizionare i nuovi pilastri a soli 60 cm dall’edificio esistente, allineandoli così a quelli già presenti. 

Il sistema Monachino per le fondazioni

Per tutti gli altri pilastri è stato utilizzato il sistema Monachino, una tipologia di fondazione prefabbricata che consiste in un elemento in cemento armato costituito da una gabbia di armatura inglobata all’interno di pareti in calcestruzzo che fungono da cassero. Una tecnologia che consente un perfetto collegamento tra pilastro e fondazioni e una rapidità di montaggio efficiente ed efficace. 

plinto-fondazione-monachino.JPGPlinto di fondazione Monachino

Il primo piano dell’edificio è completamente adibito a magazzino, mentre il piano terra è destinato alle attività produttive. Nonostante gli elevati carichi del magazzino, la maglia strutturale che porta copertura ed impalcato è la stessa.

La copertura, totalmente in cemento armato, è costituita da tegoli alari di tipo Ondal, progettati per garantire i più elevati parametri tecnici richiesti sia dalle normative, sia dai più particolari aspetti progettuali.

PER APPROFONDIRE
Scopri tutte le tecnologie e sistemi di copertura della Truzzi

I sistemi Ondal assicurano una grande capacità di deflusso delle acque meteoriche nelle due direzioni principali dell’edificio. In questo caso, l’obiettivo progettuale era quello di convogliare le acque sul solo lato opposto all’esistente, in modo da non avere calate interne all’edificio. Inoltre, questa particolare tipologia di copertura prefabbricata in c.a consente, grazie alla modularità degli elementi, di modificarne facilmente la conformazione qualora sopravvenissero nel tempo nuove esigenze. 

sistemi-ondal-shed.JPG

Interno del primo piano che verrà adibito a magazzino. Copertura con sistemi Ondal e serramenti Shed

La tecnologia Ondal si adatta sia a coperture in cemento armato cieche sia a coperture illuminanti a Shed. In questo caso, si è deciso di utilizzare la tipologia Shed, particolarmente indicata per garantire sia la massima coibenza sia la massima illuminazione naturale che, grazie alle caratteristiche del serramento, viene diffusa all’interno dell’edificio riducendo l’onere dell’illuminazione artificiale.

copertura-capannoni-fv.JPG

Dettaglio lastra metallica di copertura con attacchi per pannelli fotovoltaici

I tamponamenti dell’edificio sono stati realizzati tramite pannelli verticali a taglio termico di spessore 32 cm; sono stati progettati e realizzati anche i vani scala e gli spazi per ascensori e montacarichi. 

Il risultato è un edificio in perfetta continuità con la struttura esistente grazie alla sinergia di tutte le parti coinvolte, un esempio di realizzazione in cui emerge la flessibilità progettuale della prefabbricazione, sempre pronta a mettersi al servizio del progettista per affrontare nuove sfide, alla costante ricerca dell’eccellenza nelle prestazioni, nell’innovazione e nei prodotti. 

Credits

  • Committenza: Bonfiglioli Riduttori
  • Luogo: via Enrico Mattei, 12 Forlì (FC)
  • Azienda realizzatrice: Truzzi S.p.A
  • Progettista e Direttore dei lavori: Ing. Marcello Rivizzigno - Studio Tecnico Rivizzigno, Forlì (FC)

I Dati 

  • Dimensioni in pianta ml. 60.00 x 96.00 su due piani
  • Maglia strutturale ml. 15.00 x 12.25
  • Altezza libera piano terra ml. 5.40
  • Altezza libera secondo piano ml. 5.25/5.85
  • Sovraccarico variabile 1° solaio kg/mq. 600 oltre al peso proprio ed ai permanenti strutturali. 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su