Progettazione di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico: arrivano altri 300 milioni

Il Ministero dell'Interno comunica che è operativo lo scorrimento della graduatoria dei progetti presentati dai Comuni. Previsti ulteriori 300 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021

progettazione-tecnica_700.jpeg

Il Ministero dell'Interno annuncia che, con la conversione in legge del decreto 104/2020 - cd. DL Agosto, è operativo lo scorrimento della graduatoria (con un finanziamento di ulteriori 300 milioni di euro) dei progetti ammissibili per il 2020 presentati dagli enti locali per gli interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico. Sono finanziabili ovviamente anche le progettazioni.

In tal senso: 

  • la conferma di interesse al contributo, da inviare al Ministero dell’interno - Direzione Centrale della Finanza Locale, deve essere effettuata esclusivamente con modalità telematica, tramite il Sistema Certificazioni Enti Locali (“AREA CERTIFICATI - TBEL, altri certificati”) entro il termine perentorio del 31 ottobre 2020;
  • la procedura da seguire è analoga a quella già utilizzata a suo tempo per la compilazione della relativa richiesta di contributo;
  • il Ministero formalizzerà poi le relative assegnazioni, con annessa graduatoria definitiva, con proprio decreto da emanare entro il 30 novembre 2020.

In allegato, è disponibile l’elenco degli enti locali beneficiari le cui richieste di contributo sono individuate dalla posizione n. 971 a n. 9350 della graduatoria di cui allegato 2 del decreto interministeriale del 31 agosto 2020.

Contributi per messa in sicurezza territori rischio idrogeologico

L’art.1, commi da 51 a 58, della legge di Bilancio 2020 ha disposto, a decorrere dall’anno 2020, l’assegnazione di contributi agli enti locali per spesa di progettazione definitiva ed esecutiva, relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico.

Un primo stanziamento di 85 milioni di euro previsto per l’anno 2020, è stato attribuito con decreto del ministero dell’Interno, di concerto con il MEF del 31 agosto 2020, agli enti locali che, entro il 15 maggio 2020, hanno prodotto richieste di contributo ritenute ammissibili, sulla base di una graduatoria approvata nello stesso provvedimento.

Il recente DL 104/2020, convertito con modificazioni dalla legge 126/2020, ha poi previsto un incremento delle predette risorse per ulteriori 300 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021, finalizzate allo scorrimento della graduatoria dei progetti ammissibili per l’anno 2020.