Progetto di ponti: un nuovo design per dimezzare la produzione di CO2

I progettisti di HS2 tagliano la Carbon Foot Print dei viadotti e ponti grazie allas celta di un design pioneristico

Come dimezzare la produzione di CO2 per la costruzione di un ponte

I manager di HS2 hanno rivelato che i propri progettisti sono sulla buona strada per più che dimezzare la produzione di CO2 connessa con la realizzazione di in uno dei viadotti del progetto ferroviario ad alta velocità, il Wendover Dean Viaduct nel Buckinghamshire

Il risultato si basa sulla l'innovativo approccio "doppio composito", che prevede due travi in ​​acciaio inserite tra due strati di cemento armato per creare una luce super resistente ma leggera.

Il viadotto di 450 m è stato recentemente approvato dal Buckinghamshire Council ai sensi della Schedule 17 dell'HS2 Act e sarà il primo grande viadotto ferroviario nel Regno Unito a utilizzare l'approccio "doppio composito".

 


Cos'è HS2?

HS2 è una nuova ferrovia ad alta velocità che collega Londra, Midlands, il Nord e la Scozia servendo oltre 25 stazioni, tra cui otto delle 10 più grandi città della Gran Bretagna e collegando circa 30 milioni di persone.

La costruzione della nuova ferrovia è suddivisa in tre fasi: la prima fase che collega Londra e le Midlands occidentali; la Fase 2a che collega le Midlands Occidentali e il Nord via Crewe; e la Fase 2b che completa la ferrovia per Manchester e Leeds.


 

Progettato dal principale appaltatore dei lavori di HS2 Ltd, EKFB - un team composto da Eiffage, Kier, Ferrovial e BAM Nuttall - in collaborazione con il loro partner di progettazione, ASC (una joint venture tra Arcadis Setec e COWI) e gli architetti specializzati Moxon, il viadotto è uno dei cinquanta in costruzione sulla prima fase di HS2 tra Londra e le Midlands occidentali.

Applicando le lezioni dell'uso di strutture a doppio composito sulle ultime linee TGV francesi, il team britannico ha ridotto la quantità di carbonio collegato alla realizzazione del viadotto di 7.433 tonnellate, l'equivalente di 20.500 voli di andata e ritorno da Londra a Edimburgo.

Oltre a ridurre la quantità di cemento e acciaio, una delle principali fonti di CO2, il design slanciato riduce anche la sagoma della struttura vista dall'altra parte della valle. Nove piloni equidistanti sosterranno l'impalcato del viadotto e saranno posizionati in modo da riflettere attentamente la quasi simmetria del terreno sottostante.

In un ulteriore miglioramento del design originale, i moli – alcuni dei quali saranno alti fino a 14 metri – saranno fusi in pezzi fuori sede prima di essere assemblati come giganteschi blocchi di lego. Questo approccio ridurrà la quantità di lavoro in loco e ridurrà i disagi per i residenti locali.

Progetto di ponti: un nuovo design per dimezzare la produzione di CO2

 

 

Ambrose McGuire, Project Client Director di HS2 Ltd, ha dichiarato: “Fornendo un modo di viaggiare più pulito ed ecologico, HS2 contribuirà a ridurre il numero di auto e camion sulle nostre strade, a ridurre la domanda di voli nazionali e a combattere il cambiamento climatico.

Ma siamo anche seriamente intenzionati a ridurre la quantità di carbonio che utilizziamo durante la costruzione e Wendover Dean è un ottimo esempio di come stiamo utilizzando le ultime tecniche di ingegneria per farlo. Il calcestruzzo è una delle maggiori fonti di carbonio incorporato nel settore delle costruzioni e questo design ci aiuterà a ridurre la nostra impronta di carbonio, offrendo al contempo una struttura più leggera, resistente ed elegante".

Il direttore tecnico di EKFB Janice McKenna ha dichiarato: “Questo viadotto è stato ispirato dagli ultimi progetti innovativi in ​​Francia, ma è stato migliorato e sviluppato nel contesto dei Chilterns. Le nostre soluzioni di design sono sempre create pensando alle persone e al retaggio e sono davvero orgoglioso del risparmio di carbonio rappresentato dal Wendover Dean Viaduct”.

Le travi stesse saranno realizzate in acciaio resistente agli agenti atmosferici, che invecchierà fino a raggiungere una caratteristica finitura ruggine scura ed echeggerà i toni naturali del paesaggio circostante. Il peso totale dell'acciaio è di circa 1400 tonnellate e sarà sormontato da un ponte in calcestruzzo che sosterrà la pista e barriere antirumore integrate.

Visto da lontano, contro l'acciaio stagionato, il parapetto in calcestruzzo chiaro apparirà come una sottile fascia orizzontale che si libra sugli esili piloni mentre scivola sulla valle e rende l'intera struttura più sottile.

Questo effetto sarà ulteriormente enfatizzato dalle pile del viadotto, che sono state estese fino a quasi collegarsi al parapetto, contribuendo a dare l'aspetto di una struttura leggera e stretta.

I confini storici del campo e le siepi saranno ricreati dopo la costruzione del viadotto per fornire un accesso ininterrotto agli agricoltori e ai residenti locali.

Un mix di alberi e arbusti che si trovano comunemente sulle colline di gesso di Chiltern sarà utilizzato per la nuova piantagione di boschi intorno al viadotto, tra cui quercia, faggio, nocciolo e ciliegio selvatico.

 


Fonti: HS2, RailBusineesDaily