Hub innovativo per le costruzioni: con DVArea l'architettura si fa benefit

É nata DVArea, la prima società italiana di servizi per la progettazione con un modello di profitto sostenibile che sposa i temi dell’ambiente, che dialoga con tutta la filiera delle costruzioni e si pone come unico interlocutore per affrontare le sfide del nuovo millennio.


DVArea: da studio professionale ad azienda "Benefit" per parlare con tutta la filiera delle costruzioni

Dal concept alla realizzazione con un’assistenza in tutto il processo di progettazione; design e ingegneria integrata; controllo dei costi, coordinamento delle discipline e interlocuzione unica; sostenibilità e attenzione all’impatto sociale. Tutto questo è il nostro Dna. Abbiamo scelto da tempo di lavorare nella filiera delle costruzioni con la leva dell’innovazione, in tandem con l’industria, in ascolto delle esigenze della committenza, e traguardando un modello di profitto sostenibile che sposa i temi dell’ambiente.

Dopo 7 anni di lavoro con DVision Architecture, fondata nel 2015, nel 2022 è decollata DVArea: una nuova società benefit di servizi per la progettazione, l’unica in Italia, al momento, nel suo genere. Era la giusta evoluzione della traiettoria seguita finora.

Per come si era sviluppato il nostro percorso, per il trend della nostra crescita in un mercato che evolve velocemente, trasformandosi e comunicando con linguaggi sempre nuovi, sapevamo di doverci indirizzare verso una rivoluzione del concetto stesso di studio professionale. Siamo diventati un’azienda e sposando la visione “benefit” abbiamo integrato nel nostro oggetto sociale, oltre agli obiettivi di profitto, lo scopo di avere un impatto positivo sulla società e sulla biosfera. Dentro questo contenitore interdisciplinare, una serie di soggetti, dei veri e propri satelliti che orbitano nella medesima galassia.

Siamo da sempre in movimento, vogliamo crescere per migliorarci. Il fattore crescita deve rapportarsi con il miglioramento della qualità dei risultati raggiunti rispetto alla nostra mission. Migliorare la qualità del costruito per generare emozioni positive nelle persone che vivono negli spazi che immaginiamo e realizziamo. Per questo è fondamentale non accontentarsi mai e stabilire un rapporto abitudinario con il movimento e con la propensione all’innovazione.

 


Cos'è un'azienda benefit?

Le società benefit sono aziende che, nell’esercizio di un’attività economica, oltre allo scopo di dividerne gli utili, perseguono una o più finalità di beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente. Questo modello, introdotto in Italia nel 2016, su ispirazione delle Benefit Corporation presenti negli Usa, rappresenta uno strumento ottimale per implementare la stakeholder governance e permettere alle imprese di essere pronte per affrontare le sfide del nuovo millennio.


 

La neonata DVArea

In DVArea convivono DVision Architecture con un’anima dedicata al design e alla progettazione architettonica, DVS dedicata alle strutture, DVMEP per gli impianti, Bimfactory per la consulenza sulla digitalizzazione e ancora il consorzio PDVA per affrontare in maniera strutturata commesse che richiedono una task force più forte in alcune particolari commesse.

Vogliamo che DVArea diventi un riferimento, un filo conduttore per l’intera filiera: penso ai developer, alle imprese, ad altri progettisti, ma anche alle Pubbliche amministrazioni con cui più recentemente stiamo lavorando avendo vinto alcune gare: la Provincia di Verona, l’Ater di Udine o l’Ater di Pordenone sono alcuni esempi di Enti Pubblici che ci hanno dato fiducia.

Il motivo per cui tutte le anime stanno dentro un unico hub, nella loro diversità di competenze e profili, è per riuscire a dialogare con i diversi partner che hanno specifiche necessità e che vogliono contare su di noi per portare innovazione nel processo di progettazione, fino al cantiere.  

Presentandoci come interlocutore unico, offriamo un servizio di management ai nostri clienti e alleggeriamo di fatto il peso di commesse sempre più complesse, anche coordinando contemporaneamente i tanti fornitori coinvolti.

 

La società di servizi per la progettazione DVArea

 

Il concetto di sostenibilità va oltre il tema ambientale

Abbiamo ormai capito che il concetto di sostenibilità si declina attraverso fattori che vanno oltre il tema ambientale. O meglio, per raggiungere i risultati necessari per salvare il pianeta, è necessario allargare il tavolo di riferimento anche al contesto sociale ed economico. È un tema molto complesso e la nostra risposta è da cercare all’interno del concetto stesso di benefit.

Infatti, cosa c’entra una benefit con l’architettura? Moltissimo, soprattutto se proviamo a recuperare la dimensione sociale e pubblica del mestiere dell’architetto.

L’architetto genera positività: immagina, crea o modifica i luoghi per rendere le persone più felici. Nella creazione dei luoghi, siano essi luoghi dell’abitare, del lavorare, del curarsi, del tempo libero e dell’aggregazione deve stabilire un rapporto profondo con il contesto in cui sta operando. Ove per contesto intendiamo chiaramente non solo il contesto fisico-ambientale, ma anche sociale ed economico.

L’architetto deve essere trasparente verso gli altri, deve dichiarare i suoi obiettivi e deve rendere conto dei risultati che raggiunge. Solo in questo modo può avere un ruolo decisivo nelle sfide che ci attendono. Scegliere la strada della benefit è stato per noi un modo per rendere pubblica la responsabilità che sentiamo verso gli altri, per manifestare una sensibilità che troverà applicazione e concretezza nelle azioni che svolgeremo quotidianamente. 

In generale, ce lo dicono le linee guida europee ed è il senso della New European Bauhaus, non è più pensabile non avere un’ottica green e non perseguire una o più finalità di beneficio comune. Insomma, siamo partiti dalla digitalizzazione e sfruttando la naturale propensione di DVision Architecture al progetto, alla ricerca, allo sviluppo, all’integrazione spinta, siamo arrivati fino qui pronti per nuove sfide. 

Recentemente abbiamo raccolto la sfida di lavorare su una grande area dismessa nella periferia bresciana. Nel comune di Concesio, quasi 50.000 metri quadrati di area in parte urbanizzata e abbandonata dal 2010, a seguito del fallimento della società che stava proponendo un piano di sviluppo immobiliare. Porteremo il nostro approccio per restituire alla comunità un pezzo di territorio abbandonato a fianco del fiume Mella.

 


Mantra di DVArea: portare innovazione nella filiera delle costruzioni

DVArea orienterà la strategia delle società controllate favorendone la crescita in un contesto di sostenibilità. Le stimolerà affinché siano innovatrici nei mercati di riferimento, sviluppando nuove soluzioni operative migliorando e facilitando la connessione tra persone e cose, creando prodotti e soluzioni che possano migliorare gli ambienti in cui vivono e lavorano le persone. Doterà le società controllate di una linea guida per misurare il proprio percorso nella tutela dell’ambiente minimizzando l’impatto dei propri processi produttivi.

DVArea è un hub innovativo nel mondo delle costruzioni, che fonda le sue radici nel progetto e con lo sguardo rivolto alla transizione ecologica e digitale. Tra le novità del 2022 una divisione per la sostenibilità con attenzione alla progettazione europea finanziata e alle certificazioni, dedicata alla misurazione dei fattori sostenibili nell’ambiente costruito.

Dall’hotellerie, pensando alle nuove infrastrutture per le Olimpiadi del 2026, ai nuovi complessi residenziali che riqualificano aree industriali dismesse, alla consulenza per la digitalizzazione della PA, il mantra è portare innovazione nella filiera integrando diverse competenze, per dare forza all’architettura.

Scopri di più su DVArea - CLICCA QUI

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su