La crescita aziendale: croce e delizia del nostro futuro

Tanti i partecipanti alla seconda edizione del Forum Ingegneria 4.0, organizzato da CSPFea, che ha visto oltre 600 iscritti. Un importante momento di confronto tra aziende, professionisti e addetti ai lavori sull'innovazione nel mondo delle Costruzioni.

Giuseppe Pizzi (F&M Ingegneria) ha parlato della crescita aziendale, con particolare attenzione all'aspetto qualitativo di essa, poichè è necessario creare un equilbrio tra la crescita relazionale e dimensionale. In questo processo un grande aiuto arriva dalla tecnologia BIM.


Le nuove tecnologie sono il vero trampolino di lancio per la crescita aziendale

L’azienda è fatta di persone ma non è una persona, la sua crescita, nelle diverse forme, dimensionale, relazionale e qualitativa, è un fenomeno complesso, influenzato da molti fattori e suscettibile di valutazioni diverse tanto sul significato che sul termine. Un aspetto importante emerge, in modo chiaro, dalle ultime ricerche accademiche, quello di ritenere le strategie di crescita come fatto positivo di per sé, o come indicatore di performance. La crescita, in quest’ottica, viene vista allora solo come fine anziché come mezzo.

Non sembra quindi del tutto corretto ritenere la crescita un fenomeno positivo a priori. Non vi è dubbio che la crescita porti con sé dei vantaggi ma al tempo stesso crea dei momenti di instabilità che rischiano di far saltare una serie di equilibri organizzativi, gestionali e finanziari. Tale instabilità può essere gestita attraverso best practices e metodi collaborativi da adottare e sviluppare in ambiti come la pianificazione strategica, la gestione organizzativa e lo sviluppo di organizational learning. 

L’aspetto qualitativo della crescita aziendale, allora, diviene il perno sul quale fare leva per creare un equilibrio tra la crescita relazionale e dimensionale. Per l’implementazione della crescita qualitativa aziendale l’utilizzo dei metodi collaborativi digitali risulta essere il più idoneo; infatti, partendo dal potenziamento delle competenze aziendali esistenti, attraverso l’implementazione di metodi collaborativi digitali, si incrementa la conoscenza condivisa di progetto, che aumenta il livello di conoscenza comune aziendale, tramite l’archiviazione digitale.

Secondo la nostra esperienza la metodologia BIM, purtroppo, spesso è ancora vista come evoluzione di uno strumento informatico e non informativo, invece di essere eletta come metodologia più idonea come metodo collaborativo per la crescita qualitativa aziendale nel settore AEC. Iniziare a sfruttare le nuove tecnologie come piattaforme di condivisione della conoscenza è il vero modo per vedere la crescita aziendale come trampolino di lancio verso il futuro.

 

 


SCARICA L'INSTANT BOOK DEL FORUM INGEGNERIA 4.0


 

Forum Ingegneria 4.0: la parola ai protagonisti

 


Logo CSPFEA

CHI È CSPFea 

CSPFea è nata come società commerciale di software di calcolo strutturale per il settore AEC di alto livello. La mission aziendale è quella di assistere società di ingegneria, affiancando professionisti ed aziende impegnate nel vasto settore dell’ingegneria civile, dell’architettura e delle costruzioni (AEC), aiutandoli a migliorare processi e metodi, capacità di analisi e di progettazione mediante la simulazione. CSPFea vuole, inoltre, coinvolgere clienti, stakeholder e partner per creare una rete network e parlare di innovazione grazie a Forum Ingegneria 4.0, tramite un approccio di AEC System Integrator, che prevede l’affiancamento in ambito di digitalizzazione delle infrastrutture, sostenibilità delle costruzioni e innovazione nei processi aziendali in società d’ingegneria.