Antonio Borri

Già Professore Ordinario di Scienza delle Costruzioni - Università di Perugia

Contatti: Sito Web LinkedIn

Curriculum

Prof. Ing. Antonio Borri – Curriculum sintetico

  • Già Professore Ordinario nel settore ICAR08 - Scienza delle Costruzioni, Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia.
  • Presidente Onorario del Centro Studi Mastrodicasa per il consolidamento ed il restauro.
  • Coordinatore scientifico del Master universitario di II livello in “Miglioramento sismico, restauro e consolidamento del costruito storico e monumentale”.
  • Socio fondatore e Membro del Consiglio Direttivo della AIF – Ass. it. di Ingegneria Forense – Sede in Napoli.
  • Socio “ad honorem” di ATE - Associazione Tecnologi dell’Edilizia – Sede in Milano.
  • Membro di Editorial Board/Comitati di redazione di varie riviste scientifiche.
  • Responsabile del Laboratorio LASTRU -  Prove su strutture e materiali del Dipartimento di Ingegneria nel Polo Scientifico Didattico di Terni.
  • Membro del Consiglio Direttivo del Collegio Ingegneri della Toscana – Firenze.
  • Membro del Consiglio Direttivo di AICO – Associazione Italiana Compositi – Venezia.
  • Membro del Comitato Scientifico di ISI - Associazione Ingegneria Sismica Italiana – Milano.
  • Membro di varie Commissioni relatrici del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Curriculum sintetico 

Ha ricoperto varie cariche all’interno dell’Ateneo perugino: membro del Senato Accademico (1997-2000) e del Consiglio di Amministrazione dell’Università di Perugia (2000-2002). In tale ambito è stato Coordinatore della 1aCommissione (Sviluppo dell’edilizia universitaria). 

È stato Coordinatore del Dottorato di ricerca in Ingegneria Civile nel periodo 2000-2008 e Presidente del Corso di Laurea in Ingegneria Civile dal 2002 al 2008.

Autore di più di 400 pubblicazioni su volumi e riviste scientifiche sia italiane che straniere.

Revisore per varie riviste scientifiche internazionali (Composites – Part B, Journal of Composites for Construction, Construction and Building Materials, Journal of Architectural Heritage, etc.). 

Membro di Comitati Scientifici di numerosi Convegni sia nazionali che internazionali.

Ha svolto numerose convenzioni di ricerca con Enti pubblici e privati su argomenti di ingegneria strutturale, con particolare riferimento al consolidamento e restauro strutturale di edifici monumentali e all’analisi di vulnerabilità e monitoraggio del costruito storico (monumenti, centri storici).

Ha fatto parte di vari gruppi di lavoro ministeriali (MIT) e del CNR per la scrittura di normative tecniche.

Nel 2003/2004 ha ideato il Master di II livello in “Miglioramento sismico, restauro e consolidamento del costruito storico e monumentale”, diventato il Master di riferimento, a livello nazionale, per gli ingegneri e gli architetti che si interessano di questo argomento.

Ha organizzato, con il Centro Studi Mastrodicasa, fondato dall’Università di Perugia, numerosissimi corsi di aggiornamento professionale rivolti agli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti di varie regioni italiane. 

Come esperto nel campo del comportamento sismico delle costruzioni ha fatto parte del Comitato Tecnico Scientifico della Struttura del Commissario straordinario per la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma del 2016 e del Gruppo di Lavoro “Monitoraggio della ricostruzione” dell’Ufficio Speciale per la ricostruzione a L’Aquila.

Come esperto nel campo della valutazione della vulnerabilità sismica delle costruzioni storiche e della sicurezza strutturale dei beni culturali ha promosso e condotto varie convenzioni di ricerca svolte in seno all’Università di Perugia: 

  • ha fatto parte del gruppo di specialisti che ha condotto per la Galleria della Accademia di Firenze le indagini diagnostiche sul David di Michelangelo, occupandosi in particolare della diagnosi delle lesioni, dell’analisi della stabilità e delle ipotesi di intervento per la messa in sicurezza nei confronti del rischio sismico (2003-2008);
  • è stato Responsabile scientifico per la diagnosi strutturale del Portico della Gloria nella Cattedrale di Santiago di Compostela (Spagna) e coordinatore delle indagini strutturali su tale monumento (2009-2010).
  • è stato Responsabile scientifico per le analisi di vulnerabilità sismica di Musei e delle opere ivi contenute: Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia, Rocca di Spoleto (2012-2014);
  • si è occupato, per conto della Soprintendenza di Arezzo, della vulnerabilità sismica dell’affresco di Piero della Francesca “La Resurrezione” nel Museo civico di Sansepolcro (2015);
  • ha fatto parte della Commissione congiunta MiBACT – MIT incaricata di redigere l’Atto di Indirizzo per le “Linee Guida per la valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale”;
  • è stato Responsabile scientifico per le analisi di vulnerabilità sismica e la comprensione dei quadri di dissesto di quaranta importanti costruzioni storiche (tra le quali: terme di Caracalla, chiesa di Santa Maria in Trastevere, chiesa di Santa Maria del Popolo, basilica di Santa Maria sopra Minerva, chiesa di Sant’Andrea della Valle, complesso di Sant’Ivo alla Sapienza, Palazzo della Civiltà italiana, etc.) appartenenti al patrimonio archeologico e monumentale della Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma (2016 - in corso).

Come esperto nell’impiego di materiali innovativi (FRP, FRCM, CRM) negli interventi strutturali ha promosso e condotto varie convenzioni di ricerca con aziende operanti nel settore. Per tale riconosciuta esperienza è stato chiamato dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici presso il MIT a far parte di numerose Commissioni redattrici e/o relatrici di normative tecniche nazionali riguardanti tale argomento.  

Archivio

Sismica

Terremoto Centro Italia del 1997: dopo 25 anni, cosa ci ha insegnato dal punto di vista tecnico?

Il 26 settembre del 1997 un forte terremoto colpiva l’Italia centrale, in una zona dell’Appennino situata fra l’Umbria e le Marche, causando 11 morti, 100 feriti e il danneggiamento grave di circa 80.000 edifici.
Si ebbero due forti scosse sismiche nel giro di poche ore. Una, la prima, di magnitudo 5.7 avvenne alle 2.33 di notte con epicentro a Cesi (vicino a Colfiorito e Serravalle del Chienti). La seconda, di magnitudo 6.0, e con epicentro ad Annifo (Perugia), colpì poco prima di mezzogiorno la zona a nord di Cesi, dove c’era stata la prima grande scossa.
Di quel terremoto rimangono indelebili anche le immagini del crollo della volta nella Basilica di San Francesco ad Assisi che diede un durissimo colpo al nostro patrimonio artistico e archeologico.
Con Ingenio abbiamo intervistato alcune figure per avere qualche commento dopo 25 anni da quel tragico evento.
Qui l'intervista ad Antonio Borri, Professore dell'Università di Perugia.

Leggi

Restauro e Conservazione

Edifici storici e di culto: senza sicurezza strutturale non c'è conservazione

Purtroppo gli ultimi terremoti hanno messo a nudo tutta la fragilità e la vulnerabilità delle chiese, crollate con tutto quello che contenevano,...

Leggi

Tecniche innovative per il miglioramento sismico: il rinforzo di travi lignee mediante elementi pultrusi

In questa articolo si presenta una tecnica innovativa nel miglioramento sismico di manufatti storici che prevede l'utilizzo di elementi pultrusi per il rinforzo di travi lignee mediante elementi.

Leggi

Rinforzi Strutturali

Criteri progettuali e tecniche innovative per il miglioramento sismico: cordoli in muratura e volte tabicade

In questa articolo si ripresentano altre due tecniche rivolte al miglioramento sismico di manufatti storici: le travi cordolo in muratura armata e le volte tabicade armate.

Leggi

Miglioramento sismico degli edifici storici: problematiche, criteri progettuali e proposte innovative

Dopo la sintesi delle maggiori problematiche sismiche delle costruzioni storiche, vengono riproposte e riassunte alcune tecniche per il miglioramento sismico come la tecnica del Reticolatus.

Leggi

Il consolidamento sismico mediante cordoli sommitali in pultruso e muratura armata con rete in GFRP

Nel presente lavoro viene illustrata una particolare modalità di realizzazione, basata sull’utilizzo di muratura armata con reti in GFRP e elementi piatti pultrusi in fibra di vetro. Nel dettaglio il caso applicativo del Castello di Fossa (AQ),

Leggi

Vulnerabilità sismica e Beni Culturali

Vulnerabilità sismica e Beni Culturali

Leggi

Sismica

Stima delle caratteristiche meccaniche delle murature con il metodo IQM alla luce della Circolare n. 7/2019

Aggiornamento, alla luce delle modifiche introdotte dalle NTC 2018 con la relativa Circolare esplicativa n.7 2019, della procedura per la determinazione dell’Indice di Qualità Muraria IQM.

Leggi

Rifacimento di coperture di edifici esistenti: cordoli sommitali in pultruso e muratura armata con rete in GFRP

si illustra una soluzione innovativa per il consolidamento delle coperture

Leggi

Sismica

Analisi del comportamento di alcuni edifici di culto in Valnerina a seguito dei sismi del 2016

Alcune riflessioni sulle perdite di beni culturali subite con gli eventi sismici del 2016 nel Centro Italia esaminando tre casi emblematici di crolli di chiese della Valnerina.

Leggi

Sismica

Coefficienti correttivi delle caratteristiche meccaniche delle murature secondo la Circolare n. 7/2019

Confronto delle resistenze a taglio ottenute dalla sperimentazione e quelle della Circolare 7/2019

Leggi

Sismica

Le differenze di comportamento a taglio di lastre di CRM, FRCM e intonaco armato tradizionale

Le differenze di comportamento a taglio fra i sistemi di rinforzo CRM e FRCM e fra questi e il classico intonaco armato con rete elettrosaldata in acciaio

Leggi

Sismabonus

Sismabonus 2017: riflessioni, contributi grafici ed esempi

Esame dei due metodi (convenzionale e semplificato) introdotti dalle Linee Guida per la classificazione del rischio sismico

Leggi

Tecniche di Intervento per il Recupero di Volte in Folio - J3

Ecco una tecnica di intervento per il recupero delle volte in folio portanti

Leggi

Borri: Capitolo 8 e NTC2018, ecco cosa cambierà per gli edifici esistenti… e per le scuole

Il Cap. 8 delle nuove NTC: un primo commento di Borri (anche alla luce della recente sentenza della Cassazione n. 190/2018 sulla scuola “non sicura”)

Leggi

Rinforzi Strutturali

Tecniche innovative di rinforzo di murature storiche

In questa memoria vengono riportati i risultati di una serie di prove di taglio in situ realizzate su murature storiche rinforzate con una tecnica...

Leggi

Comportamento a taglio delle murature esistenti: esperienze e sperimentazioni anche alla luce del sisma in Emilia

In questo articoli le esperienze e le sperimentazioni anche alla luce del sisma in Emilia

Leggi

Un protocollo metodologico per la certificazione sismica degli edifici

Ecco un protocollo per la certificazione sismica degli edifici e le sue possibili applicazioni per la stima della vulnerabilità urbana

Leggi

Antonio Borri: Ministro Bonisoli, senza sicurezza non c’è conservazione

Lettera aperta del Prof. Antonio Borri

Leggi

Verifiche sismiche al tempo della sentenza n. 190/2018 della Cassazione: quando si può tenere aperta una scuola?

Introduzione C’è uno spettro che si aggira per l’Italia, suscitando sgomento tra tecnici e responsabili della sicurezza sismica...

Leggi

Ricostruzione post sisma della Basilica di San Benedetto di Norcia: l’ “ingegnerofobia” del MiBACT

Un commento del Prof. Antonio Borri sulla mancanza di Ingegneri nella commissione istituita dal MIBACT

Leggi

NTC 2018 per gli edifici esistenti: riduzione del rischio, sicurezza, responsabilità

(Caro professionista, … stai sereno!) Premessa In un recente articolo insieme al “giubilo” per la nascita delle nuove NTC...

Leggi

Beni culturali danneggiati dal sisma del 2016: “La ricostruzione che verrà …”

Siamo alla vigilia della ricostruzione dei beni culturali danneggiati dai sismi del 2016 e potremmo chiedere al MiBACT (Ente attuatore degli interventi) se pensa che la prossima ricostruzione sarà migliore di quelle passate.

Leggi

Sismica

Le Chiese crollano, le sovraintendenze non hanno ingegneri ... Borri scrive a Sessa

Lettera aperta per il Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Ill.mo Sig. Presidente, Le scrivo questa lettera attraverso il...

Leggi