Redazione INGENIO

inGENIO è la testata di riferimento per il professionista tecnico.

Contatti: Sito Web

Archivio

Pagina 185

Marco Perazzi di UNICMI, parla del DM sulle SPECIALISTICHE

COMMENTO DI Marco Perazzi di UNICMI,SUL DM sulle SPECIALISTICHE

Leggi

RIVOLUZIONE UE: ingegnere o architetto uguale imprenditore - effetto immediato di aprire l'accesso ai fondi UE

L'equiparazione all'imprenditorialità dei liberi professionisti - che acquisiscono pari diritti in materia di strumenti di sostegno Ue - è infatti la chiave di volta del nuovo sistema messo in piedi dalla Commissione europea.

Leggi

Calcestruzzo Armato

Costruire in cemento armato: intervista a Renzo Bullo, presidente ASSOBETON

Intervista a Renzo Bullo, presidente ASSOBETON Qual è oggi la situazione italiana del mercato della prefabbricazione in calcestruzzo? La...

Leggi

Calcestruzzo Armato

Costruire in cemento armato: intervista a Andrea Bolondi, past president ERMCO

Intervista a Andrea Bolondi, past president ERMCO Come sappiamo la situazione economica italiana degli ultimi anni ha penalizzato molto il settore...

Leggi

Calcestruzzo Armato

Costruire in cemento armato: intervista a Silvio Palomba, presidente ASSIAD

Intervista a Silvio Palomba, presidente ASSIAD Ci troviamo in un periodo estremamente difficile da un punto di vista economico, in cui la poca...

Leggi

Calcestruzzo Armato

Costruire in cemento armato: intervista a Giuseppe Schlitzer, Consigliere Delegato AITEC

Intervista a Giuseppe Schlitzer, consigliere delegato AITEC Qual è oggi la situazione dell’industria del cemento in Italia?...

Leggi

Calcestruzzo Armato

Costruire in cemento armato: intervista a Sergio Crippa, presidente FEDERBETON

   Intervista a Sergio Crippa, presidente FEDERBETON Dopo 5 anni non ha forse più senso in Italia parlare di crisi ma più...

Leggi

Il terremoto viaggia sempre più sui social network

L'informazione relativa ai terremoti nel 2013 ha viaggiato molto di più attraverso i diversi social network rispetto agli anni passati

Leggi

Trenchless Technology e Trivellazioni Orizzontali Controllate: intervista a Massimo Chiarelli, esperto in tecniche avanzate di scavo in sotterraneo

Trenchless Technology e Trivellazioni Orizzontali Controllate, tutte le tecnologie che prevedono l’installazione di tubazioni e cavi interrati

Leggi

Il DM 143 sui corrispettivi e il software di CNI e CNAPPC: intervista a MICHELE LAPENNA, consigliere CNI

Il DM 143 sui corrispettivi e il software del CNI: intervista a MICHELE LAPENNA, consigliere CNI Consigliere CNI ------------- DM 143/2013 REGOLAMENTO RECANTE DETERMINAZIONE DEI CORRISPETTIVI DA PORRE A BASE DI GARA NELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DI CONTRATTI PUBBLICI DEI SERVIZI RELATIVI ALL'ARCHITETTURA ED ALL’INGEGNERIA Come è noto è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 298 del 20 dicembre 2013, il Decreto del Ministero della Giustizia 31 ottobre 2013 n. 143, recante il Regolamento per la determinazione dei corrispettivi da porre a base di gara nelle procedure di affidamento di contratti pubblici dei servizi relativi all'architettura ed all'ingegneria, in attuazione dell’articolo 5, comma 1 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 (convertito dalla Legge 7 agosto 2012, n. 134). Nel dettaglio, il citato art.5, comma 1 recita che «Ai fini della determinazione dei corrispettivi da porre a base di gara nelle procedure di affidamento di contratti pubblici dei servizi relativi all'architettura e all'ingegneria (…) si applicano i parametri individuati con il decreto da emanarsi (…)». Pertanto, a partire dal 21 dicembre 2013 (data di entrata in vigore del Decreto) tutte le stazioni appaltanti sono obbligate a riferirsi ai parametri contenuti nel Dm 143, per determinare correttamente il valore dei corrispettivi da porre a base di gara nelle procedure di affidamento di contratti pubblici dei servizi relativi all'architettura ed all'ingegneria di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, parte II, titolo I, capo IV. Con l’introduzione dei parametri, si potrà superare la forte situazione di indeterminatezza che si era determinata per le stazioni appaltanti, in seguito all’abrogazione della disciplina in materia di tariffe professionali recante classi e categorie delle opere, dopo l’entrata in vigore del cosiddetto “decreto liberalizzazioni”. Le stazioni appaltanti, infatti, come dimostrato dai numerosi monitoraggi del Centro Studi, non disponendo più di riferimenti certi, e in assenza dei parametri, stabilivano i corrispettivi da porre a base di gara seguendo valutazioni aleatorie, con evidenti conseguenze per la trasparenza, legittimità, efficacia ed efficienza nel processo di affidamento dei lavori pubblici. Il DM 143/2013 è stato fortemente voluto da tutte le professioni dell'area tecnica, ed in particolare dagli ingegneri, che hanno costantemente seguito e coadiuvato gli Uffici del Ministero della Giustizia (con i quali si è raggiunta una unione di intenti davvero straordinaria) di concerto con quelli del Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti, nella sua stesura. Del Gruppo di Lavoro congiunto dei Consigli Nazionali degli Ingegneri e degli Architetti, istituito presso il Ministero, hanno fatto parte il Consigliere Nazionale Michele Lapenna e il Presidente Dell'Ordine di Novara Maurizio Riboni, cui va il nostro ringraziamento e plauso per l’impegno profuso. Per l’approvazione e la sua successiva pubblicazione sono stati necessari circa 18 mesi, in seguito all’acquisizione numerosi pareri: due provenienti dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, uno dall'Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici, uno dal Consiglio di Stato e, infine, dalla Corte dei Conti Il DM 143/2013 è coerente con l’intento di portare a compimento il quadro normativo che regola i servizi tecnici, poiché nella sua stesura si è tenuto conto dell’ampliamento del quadro normativo dovuto all’emanazione del Codice degli Appalti e del relativo Regolamento rispetto alle norme previgenti che facevano riferimento alla Legge 109 del 1994. In quest’ottica, la pubblicazione del Dm 143/2013, che sostituisce i precedenti riferimenti normativi relativi ai servizi tecnici (Dm 4 aprile 2001), integra e completa le precedenti regole sulla classificazione dei servizi ed il relativo quadro prestazionale. La corretta determinazione degli importi da porre a base di gara che, tra l’altro, risulta più semplice da calcolare rispetto a quella basata sulle tariffe, e' di fondamentale importanza al fine individuare in maniera precisa la fascia a cui sottoporre la procedura di gara. Per facilitare il compito delle stazioni appaltanti nella determinazione degli importi i Consigli Nazionali degli Ingegneri e degli Architetti hanno predisposto una guida esplicativa che contiene i metodi di calcolo degli importi, esempi e un software applicativo sulla determinazione dei corrispettivi da porre a base di gara. La guida, già disponibile all’interno dei siti dei due Consigli Nazionali, verrà stampata in 20.000 copie e sarà inviata a tutte le Stazioni Appaltanti d'Italia e a tutti gli Ordini Provinciali degli Ingegneri e degli Architetti. Inoltre, tutti gli iscritti possono già scaricare gratuitamente dal sito del CNI un programma di Contabilità Lavori messo a disposizione dalla Società Blumatica che ha realizzato il programma in collaborazione con i Consigli Nazionali degli Ingegneri e degli Architetti.

Leggi

Geologhi: il FASCICOLO DEL FABBRICATO può salvare vite umane

Il Fascicolo del Fabbricato è fondamentale per salvaguardare gli edifici, ma soprattutto le vite umane:

Leggi

Movimentazione merci: la prevenzione e i mezzi di cantiere

Un documento dell'INAIL fornisce indicazioni sulla prevenzione relativa ad apparecchi di sollevamento e di movimentazione dei carichi, con particolare riferimento ai rischi in cantiere. Limitatori, indicatori, autocarri, dozer e rischio interferenze.

Leggi

Approvato il meccanismo di PROTEZIONE CIVILE EUROPEA

Unione Europea ha approvato, tramite il Parlamento comunitario, il nuovo Meccanismo di protezione civile: un progetto che fra il 2014 e il 2020 vuole rafforzare i rapporti fra i diversi stati membri, rendendo più stretta la sinergia d'intervento nelle grandi catastrofi. L'iniziativa è stata, per la prima volta nel caso di provvedimenti riguardanti la Protezione Civile UE, approvata con procedura legislativa ordinaria.

Leggi

Costruzioni Metalliche

La zincatura a caldo: cos’è e perché sceglierla

La zincatura a caldo è un trattamento anticorrosivo dell’acciaio che si applica immergendo i manufatti in un bagno di zinco fuso dopo una serie di pretrattamenti.

Leggi

Un dossier sull'APE - Attestazione di Prestazione Energetica

Definizioni, ambiti di intervento e metodologie di calcolo, attestato di prestazione energetica degli edifici (APE), ruoli e compiti delle Regioni

Leggi

Calcestruzzo Armato

i.nova, una rivoluzione nell'approccio al mercato

i.nova, una rivoluzione nell'approccio al mercato: prodotti con performance su misura per il cliente

Leggi

Intervista a Santi Maria Cascone, neo eletto Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Catania

Ingenio intervista Santi Maria Cascone, neo eletto Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Catania

Leggi

Intervista a Paolo De Santis, Presidente Ordine L'Aquila

Inteevista Paolo De Santis

Leggi

NTC 2012 o 2013? Il parere di alcune software house.

La revisione delle norme tecniche e la conseguente evoluzione dei software

Leggi

Costruire bene, sicuro e sostenibile? Il legno è la risposta

Edilio intervista Johann Waldner, presidente di Lignius, presente al SAIE con la "Piazza dell'Abitare domani"

Leggi

Costruire in zona sismica. "La pianificazione detta tempi e modi per costruire in sicurezza"

Edilio intervista Paride Antolini, Coordinatore della Commissione Grandi Eventi del Consiglio Nazionale dei Geologi, presente a SAIE 2013

Leggi

Prefabbricazione significa qualità, riduzione di tempi e costi di realizzazione

Si riporta Intervista esclusiva di Edilio al prof. Marco Di Prisco, membro del Comitato di Indirizzo SAIE e docente presso il Politecnico di...

Leggi

test prova marco

 

Leggi