Digitalizzazione
Data Pubblicazione:

DIHCUBE: la piattaforma digitale italiana delle costruzioni

Il progetto è stato selezionato per entrare a far parte della rete dei Digital Innovation Hub europei grazie anche all'aiuto dato dai fondi PNRR.

Gli obbiettivi di DIHCUBE: digitalizzazione, riqualificazione e transizione energetica

DIHCUBE riunisce in un unica piattaforma i principali attori dell’innovazione per le costruzioni e l’ambiente costruito in Italia. Per la prima volta da anni metterà a sistema le migliori competenze nazionali in materia. Il progetto ha come obiettivo la promozione del settore delle costruzioni puntando sulla digitalizzazione, la transizione energetica, la riqualificazione dei territori e il rapporto tra ambiente costruito e naturale.

Il progetto è coordinato da ANCE, cofinanziato dalla Commissione europea e supportato dal Ministero delle imprese e del Made in Italy, ed è stato selezionato per entrare a far parte della rete iniziale dei Digital Innovation Hub europei.

DIHCUBE ha come focus tecnologico il trasferimento di conoscenze e tecnologie digitali innovative promuovendo e valorizzando la nascita di un ecosistema innovativo attraverso l’integrazione dei più promettenti trend tecnologici in un processo di trasformazione digitale del settore delle costruzioni.

Un progetto strategico focalizzato su un settore, quello delle costruzioni, fondamentale per l’economia nazionale (22% del PIL) e centrale nella vita quotidiana dei cittadini (case, infrastrutture, spazi urbani) ma che soffre di bassa competitività e produttività determinata da una marcata arretratezza digitale, da una forte presenza di micro e piccole imprese (95%) e da una filiera marcatamente eterogenea per tipologia di imprese e interessi.

L’hub è costituito da 12 partner:

  • 2 associazioni di categoria (tra cui il Capofila, ANCE) rappresentative dell’industria delle costruzioni e della sua filiera;
  • 6 tra università, organizzazioni di ricerca ed enti di trasferimento tecnologico;
  • 1 Pubblica Amministrazione;
  • 3 tra operatori commerciali del mercato e no-profit.

PNRR: il mondo delle costruzioni per raggiungere gli obbiettivi di transizione verde e digitale

DIHCUBE rappresenta, quindi, un tassello indispensabile che sarà avviato in tempi rapidi anche in considerazione degli effetti molto positivi che avrà nell’assicurare la buona riuscita del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) che finanzia per il 50% misure di interesse del settore.

Il PNRR italiano, infatti, affida al settore delle costruzioni un ruolo di primo piano per il raggiungimento degli obbiettivi UE di una transizione verde e digitale, di riqualificazione dei territori, di riduzione delle disuguaglianze.
Inoltre, con questo progetto, verrà promossa la sostenibilità del settore delle costruzioni e la transizione energetica agendo su diversi fattori.

Digitalizzazione della progettazione e dei processi costruttivi per ridurre i consumi

L'hub digitale è uno strumento utile anche nel fornire alle aziende strumenti funzionali all’efficientamento energetico di un edificio, durante l’intero suo ciclo di vita, consentendo di simulare scelte impiantistiche, tecnologiche e di materiali al fine di individuare le soluzioni più performanti.

Inoltre, grazie alla digitalizzazione della progettazione e dei processi costruttivi si potranno ottenere importanti benefici in termini di costi e consumo energetico per il mercato privato e pubblico, anche con l'introduzione di sistemi di automazione e controllo intelligenti.

Infine, in una catena del valore in cui i dati acquisiranno sempre maggiore importanza, la vera sfida non potrà che essere quella della comunicazione e reale interoperabilità delle diverse piattaforme (di progettazione, di approvvigionamento materiali, di gestione cantiere, gestione edificio/patrimonio, di vendita, etc…).

La rete del sistema ANCE, presente su tutto il territorio nazionale, sarà il punto focale per coinvolgere le imprese del settore e assicurare a queste l’effettivo ed efficace raggiungimento.

Fonte: ANCE

Leggi la presentazione completa del progetto nel pdf in allegato.

Allegati

Leggi anche