Sostenibilità | Edilizia | Rigenerazione Urbana | GBC ITALIA - Green Building Council
Data Pubblicazione:

Giornata mondiale dell’Habitat, GBC Italia per una vera democrazia abitativa

GBC Italia partecipa attivamente alla creazione e alla diffusione di strumenti concreti per contrastare il cambiamento climatico. E' possibile trasformare il modo in cui progettiamo, costruiamo e gestiamo l’ambiente costruito. Uniti, per “rafforzare le risorse più importanti delle nostre economie”: le persone e l’habitat in cui viviamo.

Il diritto alla casa è un diritto fondamentale

Sono circa 163 milioni le persone senza casa nelle città e nelle aree urbane. “Mind the Gap” il tema scelto quest’anno dalle UN per la Giornata Mondiale dell’Habitat, per diffondere la consapevolezza che il diritto alla casa è un diritto fondamentale dell’uomo e ricordare che ciascuno di noi è responsabile dell'habitat delle generazioni future.

ll 55% della popolazione mondiale vive nelle città. Secondo le stime globali, ogni anno dovranno essere costruite più di 96.000 mila unità abitative per soddisfare la crescente domanda. Secondo la tendenza attuale, le aree urbane vedranno un afflusso di altri tre miliardi di persone entro il 2050.

Mari (GBC Italia): "Protocolli energetico-ambientali sono strumenti necessari per un’azione efficace per un futuro sostenibile"

Stiamo andando verso la conclusione di un anno difficile – afferma Marco Mari Presidente di GBC Italia - Pandemia, crisi energetica ed idrica, carenza di materiali, finanche i conflitti bellici sono alle nostre porte e sono tutti ancora in corso. Ma tutto ciò è nulla, se trascuriamo che con le nostre azioni dirette stiamo mettendo in crisi il pianeta che ci ospita. Il nostro ecosistema è frutto di un’evoluzione di oltre 4 miliardi di anni e lo stiamo saccheggiando. I nostri edifici, le infrastrutture verdi e più in generale l’ambiente costruito, rappresentano da un lato il maggiore impatto energetico-ambientale e dall’altro la maggiore opportunità di invertire la rotta e garantire a tutti un alloggio che al contempo sia resiliente, sostenibile e salubre. Abbiamo l’opportunità di plasmare il futuro delle nostre città, dei nostri edifici e, in generale, dell’habitat umano – continua MariIn questa giornata, l’impegno e l’azione di Green Building Council Italia prosegue. Siamo portatori di un approccio globale su clima, salute, equità, ne conosciamo i rischi e i protocolli energetico-ambientali rappresentano gli strumenti necessari per un’azione efficace. Consapevoli che “nessuno si salva da solo”, come ci ha sottolineato Papa Francesco, tutti assieme, possiamo trasformare il modo in cui progettiamo, costruiamo e gestiamo l’ambiente costruito. Uniti, per “rafforzare le risorse più importanti delle nostre economie”: le persone e l’habitat in cui viviamo.

Marco Mari Presidente di GBC Italia
Marco Mari Presidente di GBC Italia

GBC Italia partecipa, dunque, attivamente alla creazione e alla diffusione di strumenti concreti affinché questa prospettiva non resti tale, ma si concretizzi in azioni per il cambiamento, come avvenuto con la World Green Building Week, appena conclusa, durante la quale si sono moltiplicate le iniziative in tutto il mondo all’insegna di “#BuildingForEveryone”, per sottolineare il tema della democrazia abitativa sostenibile volta al benessere delle persone e delle comunità.

GBC Italia è stata promotrice di questi temi, oggi 4 ottobre, alla tavola rotonda promosso dal Comune di Milano “Le città come laboratorio per la neutralità climatica” e come organizzatore all’incontro: “Green Building contro il cambiamento climatico” al Salone della CSR e dell’Innovazione sociale.