Superbonus | Ecobonus
Data Pubblicazione:

Superbonus sempre più su nonostante i crediti incagliati: 64 miliardi di euro di detrazioni a novembre

Superbonus in decollo: nel mese di novembre 2022, il totale delle detrazioni a carico dello Stato previste a fine lavori sono salite a quota 63,92 miliardi, rispetto ai 60,5 miliardi di euro di fine ottobre.

Mentre si rincorrono i rumors e le notizie, di segno opposto, su una possibile apertura del Governo alla proroga della CILA-S per gli interventi nei condomini - passibili di Superbonus - al 31 dicembre 2022 o in seguito (nella conversione in legge del DL Aiuti-Quater), dall'ENEA arriva il nuovo report mensile che conferma la corsa senza sosta della maxi-agevolazione edilizia.

Nel mese di novembre 2022, infatti, il totale delle detrazioni a carico dello Stato previste a fine lavori sono a quota 63,92 miliardi, rispetto ai 60,5 miliardi di euro di fine ottobre.

Il totale degli investimenti è aumentato di ulteriori 3 miliardi, visto che si assesta - a fine novembre - a 58,11 miliardi contro i 55 che risultavano a fine ottobre.

I numeri del Superbonus edilizio al 30 novembre 2022

Passando all'analisi dei numeri del report, che è scaricabile in calce all'articolo, il numero totale delle asseverazioni per il Superbonus (da lavori di efficientamento energetico) è cresciuto a 338.950 rispetto alle 327 mila di ottobre, mentre il complessivo dei lavori conclusi e ammessi alla detrazione è di 41,42 miliardi, per una percentuale del 71.3 dei lavori realizzati.

Entrando nello specifico:

  • i condomini hanno 'prodotto' 43.411 asseverazioni, con 26.15 miliardi di euro di investimento e investimento medio sopra i 602.500 euro;
  • per i lavori negli edifici unifamiliari sono state redatte 197 mila asseverazioni, per 22.43 miliardi di investimenti e un 'costo medio dell'intervento di 113.640 euro.

Gli ultimi rumors su cessione del credito e CILA-S condomini

Nella conversione del DL Aiuti-Quater, è attesa sicuramente qualche novità in materia di cessione dei crediti, perché la miglioria apportata dalla prima versione del provvedimento, che ha aumentato a 10 gli anni nei quali i soggetti che hanno acquistato crediti d'imposta da Superbonus, sia tramite cessione del credito che con sconto in fattura, derivanti però da comunicazioni inviate al Fisco entro il 31/10/2022, potranno ripartirne l'utilizzo (invece che nei 4 o 5 previsti in precedenza) non può bastare.

Per quel che riguarda l'altro aspetto sul tavolo, cioè la proroga per la scadenza della CILA-S condomini (che, sappiamo, per chi voleva prendere ancora il 110% doveva essere depositata in comune entro il 25 novembre), i rumors di segno opposto continuano a susseguirsi, per cui attendiamo dei testi degli emendamenti e i primi dossier ufficiali del Parlamento per capire se ci saranno effettivamente delle modifiche.


IL REPORT ENEA DEL MESE DI NOVEMBRE SUL SUPERBONUS EDILIZIO E' SCARICABILE IN FORMATO PDF PREVIA REGISTRAZIONE AL PORTALE

Allegati

Leggi anche