Borri Antonio


Docente Ordinario di Scienza delle Costruzioni

Curriculum / Profilo

Prof. Ing. Antonio Borri – Curriculum sintetico 

Posizione attuale (aprile 2019)

  • Professore Ordinario nel settore ICAR08 - Scienza delle Costruzioni, in servizio presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia.
  • Presidente Onorario del Centro Studi Mastrodicasa per il consolidamento ed il restauro.
  • Coordinatore scientifico del Master universitario di II livello in “Miglioramento sismico, restauro e consolidamento del costruito storico e monumentale”.
  • Socio fondatore e Membro del Consiglio Direttivo della AIF – Ass. it. di Ingegneria Forense – Sede in Napoli.
  • Socio “ad honorem” di ATE - Associazione Tecnologi dell’Edilizia – Sede in Milano.
  • Membro di Editorial Board/Comitati di redazione di varie riviste scientifiche.
  • Responsabile del Laboratorio LASTRU -  Prove su strutture e materiali del Dipartimento di Ingegneria nel Polo Scientifico Didattico di Terni.
  • Membro del Consiglio Direttivo del Collegio Ingegneri della Toscana – Firenze.
  • Membro del Consiglio Direttivo di AICO – Associazione Italiana Compositi – Venezia.
  • Membro del Comitato Scientifico di ISI - Associazione Ingegneria Sismica Italiana – Milano.
  • Membro di varie Commissioni relatrici del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Curriculum sintetico 

Ha ricoperto varie cariche all’interno dell’Ateneo perugino: membro del Senato Accademico (1997-2000) e del Consiglio di Amministrazione dell’Università di Perugia (2000-2002). In tale ambito è stato Coordinatore della 1aCommissione (Sviluppo dell’edilizia universitaria). 

È stato Coordinatore del Dottorato di ricerca in Ingegneria Civile nel periodo 2000-2008 e Presidente del Corso di Laurea in Ingegneria Civile dal 2002 al 2008.

Autore di più di 400 pubblicazioni su volumi e riviste scientifiche sia italiane che straniere.

Revisore per varie riviste scientifiche internazionali (Composites – Part B, Journal of Composites for Construction, Construction and Building Materials, Journal of Architectural Heritage, etc.). 

Membro di Comitati Scientifici di numerosi Convegni sia nazionali che internazionali.

Ha svolto numerose convenzioni di ricerca con Enti pubblici e privati su argomenti di ingegneria strutturale, con particolare riferimento al consolidamento e restauro strutturale di edifici monumentali e all’analisi di vulnerabilità e monitoraggio del costruito storico (monumenti, centri storici).

Ha fatto parte di vari gruppi di lavoro ministeriali (MIT) e del CNR per la scrittura di normative tecniche.

Nel 2003/2004 ha ideato il Master di II livello in “Miglioramento sismico, restauro e consolidamento del costruito storico e monumentale”, diventato il Master di riferimento, a livello nazionale, per gli ingegneri e gli architetti che si interessano di questo argomento.

Ha organizzato, con il Centro Studi Mastrodicasa, fondato dall’Università di Perugia, numerosissimi corsi di aggiornamento professionale rivolti agli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti di varie regioni italiane. 

Come esperto nel campo del comportamento sismico delle costruzioni ha fatto parte del Comitato Tecnico Scientifico della Struttura del Commissario straordinario per la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma del 2016 e del Gruppo di Lavoro “Monitoraggio della ricostruzione” dell’Ufficio Speciale per la ricostruzione a L’Aquila.

Come esperto nel campo della valutazione della vulnerabilità sismica delle costruzioni storiche e della sicurezza strutturale dei beni culturali ha promosso e condotto varie convenzioni di ricerca svolte in seno all’Università di Perugia: 

  • ha fatto parte del gruppo di specialisti che ha condotto per la Galleria della Accademia di Firenze le indagini diagnostiche sul David di Michelangelo, occupandosi in particolare della diagnosi delle lesioni, dell’analisi della stabilità e delle ipotesi di intervento per la messa in sicurezza nei confronti del rischio sismico (2003-2008);
  • è stato Responsabile scientifico per la diagnosi strutturale del Portico della Gloria nella Cattedrale di Santiago di Compostela (Spagna) e coordinatore delle indagini strutturali su tale monumento (2009-2010).
  • è stato Responsabile scientifico per le analisi di vulnerabilità sismica di Musei e delle opere ivi contenute: Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia, Rocca di Spoleto (2012-2014);
  • si è occupato, per conto della Soprintendenza di Arezzo, della vulnerabilità sismica dell’affresco di Piero della Francesca “La Resurrezione” nel Museo civico di Sansepolcro (2015);
  • ha fatto parte della Commissione congiunta MiBACT – MIT incaricata di redigere l’Atto di Indirizzo per le “Linee Guida per la valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale”;
  • è stato Responsabile scientifico per le analisi di vulnerabilità sismica e la comprensione dei quadri di dissesto di quaranta importanti costruzioni storiche (tra le quali: terme di Caracalla, chiesa di Santa Maria in Trastevere, chiesa di Santa Maria del Popolo, basilica di Santa Maria sopra Minerva, chiesa di Sant’Andrea della Valle, complesso di Sant’Ivo alla Sapienza, Palazzo della Civiltà italiana, etc.) appartenenti al patrimonio archeologico e monumentale della Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma (2016 - in corso).

Come esperto nell’impiego di materiali innovativi (FRP, FRCM, CRM) negli interventi strutturali ha promosso e condotto varie convenzioni di ricerca con aziende operanti nel settore. Per tale riconosciuta esperienza è stato chiamato dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici presso il MIT a far parte di numerose Commissioni redattrici e/o relatrici di normative tecniche nazionali riguardanti tale argomento. 

Articoli

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su