Miglioramento e adeguamento sismico di edifici industriali: valutazione degli interventi e applicazione a un caso studio - I1

Memoria tratta dagli Atti del XV Convegno ANIDIS “L’ingegneria Sismica in Italia”, Padova 2013

Il terremoto del maggio 2012 ha messo in luce le vulnerabilità sismiche degli edifici industriali costruiti prima dell’entrata in vigore dell’attuale normativa sulle costruzioni. Tali edifici sono spesso caratterizzati da collegamenti inadatti a trasferire le sollecitazioni di tipo sismico e non garantiscono la compatibilità di spostamenti e rotazioni associate all’alta flessibilità delle strutture. Il presente articolo, partendo dalle vulnerabilità associate a un caso studio, prende in considerazione gli interventi di miglioramento e adeguamento possibili, sottolineando l’influenza delle connessioni tegolo-trave e trave-pilastro e dei tamponamenti in muratura. Sarà inoltre trattato il confronto tra le accelerazioni di picco del terreno associate alla struttura pre e post intervento.