Sanatoria urbanistica off limits senza prova della fine dei lavori edilizi

Consiglio di Stato: l’onere della prova circa l’ultimazione dei lavori entro la data utile per ottenere il condono grava sul richiedente la sanatoria

sentenza-norma-legge-700.jpg

 

L'onere della prova in edilizia

In base a un consolidato orientamento giurisprudenziale, l'onere della prova circa l'ultimazione dei lavori entro la data utile per ottenere il condono grava sul richiedente la sanatoria, dal momento che solo l'interessato può fornire inconfutabili atti, documenti ed elementi probatori che siano in grado di radicare la ragionevole certezza dell'epoca di realizzazione del manufatto da sanare.

Lo ha ribadito il Consiglio di Stato nella sentenza 2524/2020 dello scorso 20 aprile, confermando che senza tale prova, la sanatoria urbanistica non può essere concessa.

Quindi, riassumendo:

  • tale prova dev’essere rigorosa e deve fondarsi su documentazione certa e univoca e comunque su elementi oggettivi, dovendosi, tra l’altro, negare ogni rilevanza a dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà o a semplici dichiarazioni rese da terzi, in quanto non suscettibili di essere verificate;
  • in difetto di prova, l'amministrazione ha il dovere di negare la sanatoria dell'abuso.

Nel caso di specie tale rigorosa dimostrazione non è stata data, poiché nessun argomento di prova può trarsi dal un verbale col quale la Polizia Municipale si è limitata a constatare l’esecuzione di ulteriori opere, all’interno e all’esterno, del manufatto abusivo, senza alcun riferimento alla data di ultimazione di quest’ultimo.

LA SENTENZA INTEGRALE E' SCARICABILE IN FORMATO PDF


LEGISLAZIONE e TECNICA URBANISTICA ed EDILIZIA

banner-dalprato-700.jpg

L'AREA è un luogo di riflessioni, commenti, studi e proposte sullo stato dell’arte dell’Edilizia e dell’Urbanistica in cui ci proponiamo di dare sistematicità alle informazioni inerenti l’evoluzione normativa e giurisprudenziale che pubblichiamo giornalmente.

Nell'area di principi e modalità applicative delle norme dell’Urbanistica e dell’Edilizia facendo il punto critico sulle tematiche che maggiormente si pongono all’attenzione della legislazione e della giurisprudenza in un momento in cui l’evoluzione della materia appare confusa e, a volte, contraddittoria; per questo trattiamo gli argomenti, per così dire, più attuali, interpretandoli ed inquadrandoli alla luce dei principi fondanti della materia anch’essi oggetto di evoluzione concettuale e dottrinaria.

Vai all'area di approfondimento "LEGISLAZIONE e TECNICA URBANISTICA ed EDILIZIA"