Architetti: al via la seconda edizione di RIUSO DEL MODERNO

Al via la seconda edizione di RIUSO DEL MODERNO, l’iniziativa promossa dall’Ordine degli Architetti PPC di Rimini che pone centro del dibattito l’attuale problematica del Riuso alla luce di un rinnovato confronto sul ruolo futuro degli Architetti nei processi di riqualificazione e rigenerazione, urbana e territoriale.

Una grande novità anima questa seconda edizione: RIUSO DEL MODERNO | DUE coinvolgerà 11 Ordini territoriali, lungo l'asse Bergamo-Campobasso, in un dialogo corale “a distanza” con l'obiettivo di condividere criticità, modelli virtuosi e azioni propositive su tematiche cruciali legate ad una dimensione progettuale di natura territoriale, a garanzia di uno sviluppo sostenibile futuro delle nostre comunità.

Il senso profondo del ciclo di incontri proposto all’interno dell’iniziativa corale RIUSO DEL MODERNO | DUE sarà quello di riconoscere nella figura dell’Architetto un ruolo di interlocutore territoriale affidabile, anche critico, che può offrirsi come preziosa opportunità capace di promuovere nuovamente il Progetto come strumento di dialogo privilegiato.

Appuntamento a novembre e a dicembre 2020 in modalità webinar.
Scopri il programma completo degli eventi.

riuso-del-moderno-2-rimini.jpg

Riuso del patrimonio edilizio esistente e dei luoghi: qual è il ruolo dell'Architetto?

Si svolgerà dal 14 novembre al 12 dicembre 2020 la seconda edizione di RIUSO DEL MODERNO, l’iniziativa itinerante promossa dall’Ordine degli Architetti PPC di Rimini che accende i riflettori sul ruolo dell’architetto all’interno dei processi di pianificazione e di coordinamento per il recupero e il riuso del patrimonio edilizio esistente e dei luoghi.

Il ciclo di webinar partirà dalla città di Bergamo e terminerà il suo viaggio, lungo l'asse Bergamo-Campobasso, con un ultima tappa di ritorno nella città di Rimini, dove le diverse esperienze condotte nei singoli contesti territoriali saranno oggetto di un confronto finale in cui saranno condivise criticità, modelli virtuosi e nuove prospettive operative.

Quali sono gli Ordini degli Architetti coinvolti?

Rispetto alla prima edizione di RIUSO DEL MODERNO svoltasi a Rimini nel 2019, la seconda edizione si evolve trasformandosi in un’azione paritetica e condivisa sul territorio nazionale, e internazionale, che coinvolgerà 11 Ordini degli Archietti PPC delle Province di: Ancona, Ascoli Piceno, Begamo, Campobasso, Chieti, Fermo, Macerata, Pesaro Urbino, Teramo, Federazione Architetti PPC Abruzzo e Molise, Ordine degli Ingegneri e Architetti della Repubblica di San Marino.

RIUSO DEL MODERNO | DUE : il programma degli incontri

14 NOVEMBRE | BERGAMO - EVENTO POSTICIPATO
ASL | 2020 Azioni Second Life, Gli Ordini per la cura dei territori

19-20-21-22 NOVEMBRE | RIMINI
Metamorfosi e Identitità. Cultura del progetto e nuove dinamiche urbane

26 NOVEMBRE | RIMINI
Strutture Militari: passato presente e futuro

27 NOVEMBRE | TERAMO
Gli edifici pubblici dismessi come occasioni di rinnovamento urbano

28 NOVEMBRE | REPUBBLICA SAN MARINO
L'architetto come mediatore nella progettazione urbana, tra politica e cittadinanza. Il riuso della ferrovia Rimini - San Marino

01 DICEMBRE | FERMO
Archivio Danielli - Immaginare l'architettura - Il percorso progettuale tra modernità e tradizione

02 DICEMBRE | PESARO
Riuso o uso? Ferrovie dismesse e strade incompiute nel territorio di Pesaro e Urbino: il ruolo del patrimonio infrastrutturale nel riequilibrio dell'entroterra

03 DICEMBRE | TERAMO
Gli edifici pubblici dismessi come occasioni di rinnovamento urbano

04 DICEMBRE | ASCOLI PICENO
Borghi & Paesaggi per un riuso contemporaneo (moderno)

04 DICEMBRE | MACERATA

05 DICEMBRE | ANCONA
Conservazione programma Patrimonio arhitettonico XX secolo

07 DICEMBRE | CHIETI
R.R.R. Rigenera, Recupero, Riuso del Moderno. "Alla ricerca di una nuova utilità" esperienze a confronto

09 - 10 DICEMBRE | CAMPOBASSO
Riuso e Rigenerazione nella cultura e nelle economie delle aree interne

11 DICEMBRE | TERAMO
Gli edifici pubblici dismessi come occasioni di rinnovamento urbano

12 DICEMBRE | RIMINI
Sistema Ordinistico ed Etica della Professione

Per REGISTRARSI AGLI EVENTI collegarsi al seguente >>> LINK


Territorio, Progetto, Futuro e Qualità: sguardi e modalità operative ‘diffuse’ per un rinnovato impegno civile degli Architetti

Per preparaci a seguire da vicino l'iniziativa il RIUSO DEL MODERNO | DUE, la nostra redazione ha realizzato una serie di interviste ai Presidenti dei diversi Ordini, o a loro delegati, per approfondire le diverse tematiche che saranno al centro del ciclo di incontri in programma.

"Riconoscere nei processi virtuosi di rigenerazione territoriale e urbana gli argini più efficaci contro ogni travalicante consumo di suolo e di spazi - così come è stato più volte auspicato anche durante l’VIII Congresso Nazionale degli Architetti (2018) -, appare uno dei compiti più urgenti a cui gli stessi Ordini degli Architetti PPC sono chiamati a misurarsi al fine di avanzare, anche a livello istituzionale, proposte di senso, configurandosi, al tempo stesso, quali “presidi propositivi” dei rispettivi contesti territorialiha dichiarato arch. Roberto Ricci, Presidente dell'OAPPC di Rimini.

Riconoscere nella figura dell'Architetto un ruolo di interlocutore territoriale affidabile può offrirsi come una preziosa opportunità capace di promuovere nuovamente il Progetto come strumento di dialogo privilegiato, capace di far crescere e dar forma condivisa a quelle istanze finalizzate all'edificazione del bene comune delle nostre future comunità.

Quali sono gli ambiti tematici individuati dalle singole realtà terrioriali? Quali le opportunità e le azioni intraprese? Di seguito le interviste realizzate ai presidenti degli Ordini, o delegati, coinvolti nell'iniziativa.


RIUSO DEL MODERNO, Rimini
Metamorfosi e Identitità. Cultura del progetto e nuove dinamiche urbane

L’appuntamento con il ciclo di incontri il RIUSO DEL MODERNO | DUE sul territorio riminese sarà caratterizzato da una 4+1 giorni che avrà inizio a partire da giovedì 19 novembre. Si ritornerà successivamente nella città malatestiana sabato 12 dicembre, giornata durante la quale si terrà la Tavola Rotonda finale.

Sono quattro gli ambiti tematici individuati dall’Ordine degli Architetti PPC di Rimini che faranno da guida alla serie di incontri in programma: PROGETTO e QUALITÀ, AREE MARGINALI e del RIUSO CON ARTE, DISMISSIONI e RIUSO DEI LUOGHI DI CULTO, METAMORFOSI NELL’USO PROVVISORIO DELLO SPAZIO PUBBLICO.

roberto-ricci-pres-ord-arch-rimini-300.jpg

 

Per l'arch. Roberto Ricci, Presidente dell'OAPPC di Rimini: "La peculiarità dell’architetto, come diceva Giancarlo De Carlo, è quella di ‘saper far partecipare il mondo civile alle scelte e alle azioni da intraprendere sul territorio’. Il saper ascoltare, il saper far emergere dalla società civile le istanze, aiutare le persone a trasformare una parola, un’esigenza o un’idea in un segno grafico è il compito dell’architetto."

>>> LEGGI L'INTERVISTA


RIUSO DEL MODERNO, Bergamo
L'architetto come un medico? L’impegno dell’Ordine per la “cura” della città e del territorio

Una tappa del ciclo di eventi RIUSO DEL MODERNO | DUE avrà luogo nella città di Bergamo.

L’Ordine degli Architetti PPC di Bergamo ha previsto un incontro online dal titolo «ASL, gli Ordini per la cura dei territori». L'incontro sarà un anticipazione dell’edizione dell’evento ASL2020, originariamente previsto per il 2020 ma che, a causa della pandemia, si terrà nel 2021. Durante l'incontro in programma interverranno i singoli Ordini professionali italiani sul tema della Cura dei Territori con l'obiettivo di favorire e diffondere percorsi virtuosi replicabili.

gritti-gianpaolo.jpg

 

Per l'arch. Gianpaolo Gritti, Presidente dell'OAPPC di Bergamo: "il termine “cura” fino al 2017 era poco utilizzato, oggi parlare di “cura” - a fronte di tutto ciò che sta succedendo – è importante non solo in riferimento alla cura delle persone ma anche in riferimento agli spazi in cui viviamo, all’interno delle nostre città e dei nostri territori. L’architetto ha il compito di prendersi cura delle città e dei territori proprio come farebbe un medico con il suo paziente.

>>> LEGGI L'INTERVISTA


RIUSO DEL MODERNO, Teramo
Edifici pubblici dismessi: quali opportunità di rinnovamento urbano? 

RIUSO DEL MODERNO |DUE farà tappa nella città di Teramo; primo appuntamento in programma il 27 novembre, a seguire il 3 dicembre e l’11 dicembre.

Nella giornata del 27 novembre 2020 l’Ordine degli Architetti PPC di Teramo ha previsto un incontro online dal titolo «Gli edifici pubblici dismessi come occasioni di rinnovamento urbano». Durante l'incontro sarà presentato il lavoro di ricerca sul tema del riuso degli edifici che sta portando avanti l'Ordine degli Architetti di Teramo con il fine di presentare i risultati finora raggiunti e di illustrarne gli obiettivi. Il 3 dicembre saranno presentati gli edifici individuati e i contesti oggetto di approfondimento con le prime riflessioni sul loro stato di fatto e sulle ipotesi di recupero, in modo da condividere il lavoro e raccogliere suggerimenti. In contemporanea, e fino all’11 dicembre, saranno pubblicate delle “Pillole di riflessione”, video interviste ad Architetti, Sociologi, Esperti di mobilità, Agronomi, Giornalisti, Amministratori, ecc., sia sulle tematiche generali del recupero degli edifici e degli spazi dell’architettura e dell’urbanistica del secolo scorso che su singole idee e progetti di recupero.”

raffaele-di-marcello_300.jpg

Per l'arch. Raffaele Di Marcello, Presidente dell'OAPPC di Teramo: "Ogni azione di recupero deve tener conto dello “spirito del luogo”, ed ampliare lo sguardo oltre la struttura edilizia, cercando di capire come le nuove funzioni influenzeranno le gerarchie urbane, il sistema della mobilità, i flussi, fisici e sociali, dei cittadini e dei visitatori. La città è un organismo vivo, ed ogni edificio è come un organo, o un sistema di organi. Ogni singolo intervento non può che avere ripercussioni, positive o negative, sull’intero ‘corpo urbano’. Tra i ruoli dell'architetto quello di “attivatore territoriale”, cioè un soggetto propulsore di una rigenerazione più ampia volta a recuperare il valore sociale dei luoghi e le potenzialità della comunità. ”

>>> LEGGI L'INTERVISTA


RIUSO DEL MODERNO, Pesaro e Urbino
Ferrovie dismesse e strade incompiute, un’opportunità per il riequilibrio dell’entroterra

L’iniziativa itinerante RIUSO DEL MODERNO |DUE farà tappa sul territorio di Pesaro e Urbino. L’appuntamento in programma è previsto nella giornata di mercoledì 2 dicembre in modalità webinar.

Alla luce delle recenti emergenze socio-economiche, nel corso del seminario si tornerà ad esplorare le potenzilaità delle infrastrutture principali, in funzione e non, e il loro ruolo nel riassetto della rete dei trasporti. Le infrastrutture del territorio di Pesaro e Urbino, ora dismesse, ora incompiute, danno luogo ad aspettative tuttora disattese, e costituiscono dunque occasione per una progettazione che tenga conto della complessità dell'entroterra marchigiano, nonché delle esigenze quotidiane di tutte le categorie di fruitori.

giacomo-palma-300.jpg

Per l'arch. Giacomo Palma, coordinatore dell’evento Ordine degli Architetti PPC di Pesaro-Urbino: “Un architetto è capace di ascoltare le esigenze della società civile, di capire gli umori e di tradurli in azioni, proposte e progetti. Questo ruolo di mediazione, di ascolto e di elaborazione e di restituzione è a mio avviso un importante caratteristica che contraddistingue la figura dell’architetto all’interno dei processi di riqualificazione e di rigenerazione urbana e del territorio. Non è un'idea 'confezionata' per l'occasione, ma una convinzione che mi accompagna da molti anni”.

>>> LEGGI L'INTERVISTA


ndr. Articolo in aggiornamento

Visita la pagina dedicata a RIUSO DEL MODERNO sul sito dell'Ordine degli Architetti di Rimini 

Per REGISTRARSI AGLI EVENTI collegarsi al seguente >>> LINK

SCARICA I PROGRAMMI IN ALLEGATO

Allegato    >>> Programma dettagliato di RIUSO DEL MODERNO, Rimini
Allegato 1 >>> Programma generale dell'iniziativa con le date di tutti gli Ordini