Studio sul comportamento sismico di un ponte in muratura multi campata

Paolo Zampieri, professore a contratto di Tecnica delle Costruzioni all'Università degli Studi di Padova, illustra la memoria presentata in occasione della prima conferenza di Eurostruct - European Association on Quality Control of Bridges and Structures, svoltasi a Padova dal 29 agosto al 1° settembre 2021. 

Lo studio propone nuovi approfondimenti sul comportamento sismico dei ponti in muratura. 

 

Il comportamento orizzontale in campo non lineare di un ponte in muratura multi campata

I ponti in muratura si sono diffusi in tutto il mondo da quanto la civiltà romana iniziò a sfruttare la buona resistenza dei mattoni e delle pietre per la costruzione di infrastrutture.

La maggior parte di questi ponti pongono un interrogativo sulla loro risposta strutturale a causa dell’inevitabile degrado dei materiali di cui sono fatti e anche per non essere stati progettati con esplicita attenzione ai carichi sismici. Oggigiorno, la gestione delle infrastrutture esistenti è diventata di fondamentale importanza per la preservazione del patrimonio storico. Per questa ragione, molti studiosi hanno usato le proprie conoscenze per sviluppare nuovi strumenti di calcolo per la valutazione accurata dell’integrità strutturale dei ponti in muratura.

In questo articolo sono presentati nuovi approfondimenti sul comportamento sismico dei ponti in muratura.

In particolare, è stata valutata l’influenza della geometria di diversi elementi strutturali come il materiale di riempimento, il rinfianco e la sezione delle pile sulla capacità sismica. I risultati mostrano le come prestazioni in termini di duttilità, capacità strutturale e rigidezza siano influenzate da questi fattori. 

 

A QUESTO LINK LE ALTRE MEMORIE PRESENTATE A EUROSTRUCT

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su