Superbonus, ok alla cessione del credito allargata: le banche potranno cederlo a tutte le Partite IVA

Le Commissioni Bilancio e Finanze della Camera hanno approvato un emendamento governativo al DDL di conversione del Decreto Aiuti (DL 50/2022), che amplia le possibilità di cessione del credito da parte delle banche.


Come avevamo anticipato, il Governo ha 'ceduto' sull'ampliamento del perimetro della cessione del credito da parte delle banche: nella notte tra giovedì e venerdì infatti le Commissioni Bilancio e Finanze della Camera hanno approvato un emendamento, a firma dell'Esecutivo, che va a modificare una delle regole in materia di opzioni alternative per la fruizione del Superbonus tramite il DL 50/2022 (Aiuti).

 

Superbonus, ok alla cessione del credito allargata: le banche potranno cederlo a tutte le Partite IVA

 

Cessione del credito a tutte le Partite Iva

Nello specifico, le banche non saranno più limitate a cedere i crediti ai propri clienti professionali privati, ma potranno cedere il credito a tutti i soggetti diversi da consumatori o utenti

Tradotto: la cessione non potrà avvenire nei confronti delle persone fisiche che agiscono per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta. 

Al momento, invcece, sono confermate le altre condizioni introdotte dal Decreto Aiuti, cioè:

  • che i cessionari abbiano stipulato un contratto di conto corrente con la banca cedente o con la banca capogruppo;
  • che i cessionari non abbiano facoltà di operare ulteriori cessioni.

 

Richieste esaudite

Sul tema va sottolineato che tutte le associazioni di categoria, in primis Federcostruzioni 'capitanata' dal presidente Paola Marone, avevano chiesto a gran voce questo tipo di modifica al Governo.

In questo modo, si spera, dovrebbe quanto meno parzialmente risolversi il problema dei cassetti fiscali bloccati, anche se bisognerà poi attendere il testo definitivo della legge di conversione (che dovrà essere pubblicata in Gazzetta Ufficiale) per l'operatività di questa misura.

 

Riepilogo: come saranno le regole per la cessione dei crediti

Banche: cessione del credito sin da subito ai propri clienti professionali

Le banche potranno sin dal secondo passaggio - quindi, senza aspettare il quarto - cedere i crediti ai propri correntisti, a condizione che si tratti di soggetti diversi da consumatori o utenti, o alla banca capogruppo.

Rispetto quindi al meccanismo 1+2+1, cioè:

  • prima cessione libera (1);
  • seconda e terza cessione per intero a favore di soggetti qualificati (2),
  • quarta cessione dalle banche ai propri correntisti (1),

cambia solo il fatto che le banche potranno sin da subito (secondo passaggio) cedere i crediti ai propri correntisti privati.

La cessione non potrà avvenire nei confronti delle persone fisiche che agiscono per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta. 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su