SMARTCITY: Illuminazione intelligente a Copenaghen x risparmiare denaro, emissioni di CO2 e migliorare la sicurezza

19/08/2014 2529
Copenaghen è il sito di un grande e innovativo esperimento di illuminazione intelligente che potrebbe portare a risparmiare denaro, a ridurre le emissioni di carbonio e persino a fornire un sistema di allerta della polizia per attività sospette.

Le lampade stradali rappresentano un grande spreco di risorse: contribuiscono infatti per circa il 6 per cento delle emissioni globali di gas serra. Nel 2009, per esempio, Los Angeles ha speso circa 15 milioni di dollari e creato 111.000 tonnellate di carbonio per illuminare le sue strade. 

Campo dell'esperimento Outdoor Lighting Lab (DOLL) è un parco industriale danese in un sobborgo di Copenhagen,  chiamato Albertslund, dove sono state impiantate centinaia di lampade stradali "interattive e intelligenti" e che aprirà al pubblico il 18 settembre.

Per effettuare l'esperimento è stata data la possibilità agli ingegneri di testare diverse soluzioni e accesso ai funzionari stranieri che sono interessati a importare poi la migliore tecnologia nella loro città natale.
 
I lampioni saranno installati lungo 9,2 km di strada in Albertslund, che copre un'area di circa 1,5 chilometri quadrati in totale. Finora, 25 aziende hanno riservato lo spazio per i loro prodotti in appezzamenti di terreno di 300 metri quadrati. A ogni lampada viene assegnato un indirizzo IP separato in modo che possano essere monitorati in remoto i dati più significativi. Ad esempio, un'azienda olandese Tvilight proverà lampioni in grado di regolare la luminosità in base a movimento nelle vicinanze. E l'Università Tecnica della Danimarca testerà il CopenHybrid - un albero che alimenta un lampione da una combinazione di energia eolica e solare. 

Saranno inoltre installati in tutto il sito i sensori che tengono traccia densità del traffico, la qualità dell'aria, rumore, condizioni meteorologiche e le radiazioni UV per vedere in che tipo di ambiente le luci operano.
 
DOLL spera di incorporare altri tipi di servizi Smart City nel proprio "laboratorio vivente": la stessa rete che controlla chilometri di illuminazione può essere configurata per gestire spazi di parcheggio o di contatori d'acqua. 
 
DOLL è anche parte di un progetto globale di lunga visione che Copenhagen ha avviato e in futuro: la città spera di installare le luci intelligenti come parte di una missione per diventare carbon neutral entro il 2025

Diverse città di tutto il mondo stanno già indagando su sistemi di illuminazione stradale intelligente. L'anno scorso, nel più grande progetto del suo genere fino ad oggi, Los Angeles ha scambiato il suo intero sistema di lampade a LED - insieme ad un sistema di controllo remoto pilota realizzato da General Electric. La città spagnola di Barcellona sta lanciando luci in grado di rilevare le condizioni di movimento e meteorologiche.
 
 
FONTE: http://www.newscientist.com "Bright lights, Smart City"