CO2 | Sostenibilità
Data Pubblicazione:

Catch4Climate: attraverso la ossicombustione ridurre le emissioni di CO2 del cemento

Il processo Oxyfuel è un processo di combustione del clinker in cui nel forno da cemento viene introdotto ossigeno puro al posto dell'aria. L'obiettivo è catturare quasi il 100 percento delle emissioni di CO2 di un cementificio in modo efficiente in termini di costi.

Che cosa è la ossicombustione ? 

L'ossicombustione è una tecnica di combustione tramite l'utilizzo di ossigeno puro: questo consente di ottenere temperature maggiori, una migliore efficienza della combustione, un minor utilizzo di carburante  e si riduce il volume dei gas di scarico, poiché non c'è azoto da riscaldare.
Storicamente questo processo è stato utilizzato per la lavorazione di materiali come l'acciaio o il vetro, ma recentemente si è iniziata la ricerca anche in altri ambiti per favorire la cattura ed il sequestro dell'anidride carbonica.

Il progetto Catch4Climate

Dalla Germania arriva la notizia che Catch4Climate è pronta a costruire un'unità pilota di ossicombustione presso l'impianto Mergelstetten di Schwenk Zement, dopo l'approvazione da parte del Consiglio regionale di Stoccarda.

Il progetto Catch4Climate comprende Buzzi Unicem, Heidelberg Materials, Schwenk Zement e Vicat, e ha creato una società di ricerca chiamata CI4C per gestirlo.

Il processo Oxyfuel è un processo di combustione del clinker in cui nel forno da cemento viene introdotto ossigeno puro al posto dell'aria. L'obiettivo è catturare quasi il 100 percento delle emissioni di CO2 di un cementificio in modo efficiente in termini di costi.

Utilizzando questa tecnologia, l'industria europea del cemento potrebbe ottenere una significativa riduzione delle emissioni di CO2 legate al processo e quindi dare un importante contributo alla protezione del clima. La realizzazione del progetto è ancora subordinata al finanziamento pubblico della ricerca da richiedere.

E ora, nel sito della cementeria di Mergelstetten, nel sud della Germania, il consorzio intende costruire e gestire un proprio impianto dimostrativo su scala semiindustriale, con una linea di produzione dedicata da 450 t/giorno, dove verrà applicato il cosiddetto processo di ossicombustione per la cattura della CO2.

Jürgen Thormann, amministratore delegato tecnico di CI4C, ha affermato che questa è la prima volta che verrà utilizzato un cosiddetto processo di ossicombustione "puro" per la cattura di CO2. In una fase successiva del progetto, il consorzio prevede di utilizzare la CO2 catturata per produrre i cosiddetti "reFuels", carburanti sintetici climaticamente neutri come il cherosene per gli aerei, con l'aiuto di energia elettrica rinnovabile.

La messa in servizio dell'unità è prevista per la metà del 2024.

Fonti: Heidelberg Materials, Global cement

Immagini

Leggi anche