Digitale

In questa area di INGENIO sono raccolte le pubblicazioni, gli approfondimenti, le news riguardanti il tema dell'innovazione digitale. In particolare per il settore delle costruzioni: dal GIS al BIM, dalla building automation alle smart cities, dalla sicurezza informatica alle blockchain, dalla sensoristica alla geomatica, dalla realtà aumentata al metaverso, dal data analysis alla intelligenza artificiale.

Sul Tema

Pagina 143

Google come l'occhio umano: software troverà oggetti nei video

Un nuovo algoritmo di Googlo potrà riconoscere e catalogare oggetti nei video in modo intelligente

Leggi

Selezione di esperti esterni per la giuria di OpenApp Lombardia

Selezione di esperti esterni per la giuria di OpenApp Lombardia Pubblicato il: Mar, 28/08/2012 - 20:28 La Regione Lombardia seleziona sei esperti esterni, attraverso avviso pubblico, per la giuria chiamata a valutare le proposte presentate al concorso di idee presentato lo scorso giugno “OpenApp Lombardia”. Come indicato dal decreto n. 6660 del 25 luglio 2012 nel quale vengono definite anche le modalità di selezione dei componenti della giuria di OpenApp Lombardia, la giuria sarà costituita da 11 membri, 6 componenti esterni e 5 interni all’Amministrazione. I membri interni verranno nominati direttamente dal dirigente responsabile dell’U.O “Agenda Digitale, Digitalizzazione e Innovazione della P.A.”, mentre per la selezione dei 6 giurati esterni verranno valutate le candidature pervenute sulla base del Curriculum Vitae presentato, quest’ultimo dovrà essere allineato ad almeno uno dei seguenti profili: • esperti app – web app dal settore accademico • esperti di grafica e usabilità delle app • giornalisti di settore • rappresentanti del mondo delle imprese • appartenenti alla comunità Open Government Per candidarsi è necessario inoltrare il proprio Curriculum Vitae, una breve indicazione sulla motivazione d’interesse a far parte della giuria e una dichiarazione di assenza di conflitto d’interesse presso la “Direzione Generale Semplificazione e Digitalizzazione di Regione Lombardia”, entro le 18.00 del 10 settembre 2012, all’indirizzo di posta elettronica certificata semplifica@pec.regione.lombardia.it. La giuria dovrà essere costituita, e i nomi dei membri pubblicati, almeno 15 giorni prima della chiusura del concorso. Per approfondire: Regione Lombardia

Leggi

Dalla tecnologia Car-to-X il primo “social network” per le automobili

Daimler presenta il rpimo social network per gli automobilisti

Leggi

Tokyo e Singapore collegate con un cavo in fibra ottica

Tokyo e Singapore saranno presto collegate da un cavo in fibra ottica ad altissima velocità per migliorare la finanza

Leggi

Open data per risparmiare

 Il 7 agosto è stato approvato il decreto sulla spending review. Qualche cosa è cambiata, qualcosa non cambierà ed altre...

Leggi

LIBERO acquisisce MATRIX da TELECOM: nasce la prima webcompany italiana

Dall’unione dei due player che hanno fatto la storia di Internet nel nostro Paese nasce il nuovo leader italiano Libero Srl (“Libero”) società controllata da Weather Investments II Sàrl (“Weather”), che gestisce Libero.it, il primo portale italiano, e le attività dell’Internet Service Provider ITnet, annuncia l’acquisizione di Matrix S.p.A, società controllata al 100% dal Gruppo Telecom Italia. L’acquisizione di Matrix S.p.A, è pari a un valore di 88 milioni di Euro. In particolare, l’operazione prevede l’acquisizione del portale Virgilio, delle concessionarie di pubblicità Niumidia ADV e Iopubblicità e del servizio di informazioni 1254. L’acquisizione è soggetta all’approvazione delle Autorità Anti-trust e dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni italiana (AGCOM). Dall’operazione, nasce il primo player italiano del mercato internet. Infatti la realtà combinata Libero-Virgilio rappresenta la più importante Internet Property italiana, con oltre il 60% di market reach, corrispondente a 18 milioni di visitatori unici mensili (proiezione basata su dati Audiweb View Giugno 2012), oltre 3,5 miliardi di pagine viste mese e 14 milioni di email account attivi. In seguito a questa acquisizione Libero rafforza il proprio ruolo da protagonista nel mercato dell’Online Advertising che, nel 2011, ha superato il valore di 1 miliardo di euro. Inoltre, consolida il proprio posizionamento nel settore dei servizi internet per le PMI, grazie alla concessionaria locale Iopubblicità e all’ offerta di servizi web basati sulla propria infrastruttura di cloud computing. Infine, facendo leva sulle sinergie tra i servizi internet offerti da ITnet e dalla divisione “Matrix Code” di Matrix, si pone come interlocutore completo e innovativo per la realizzazione di soluzioni internet nel mercato corporate. Libero è una delle società europee controllate da Weather, società di investimento guidata dall’imprenditore Naguib Sawiris. Weather è un investitore di riconosciuta esperienza e azionista strategico in società di telecomunicazioni. Per l’operazione hanno agito in qualità di Advisor per Libero: Accelero Capital, Banca IMI, Lazard, Price Waterhouse Coopers e Simmons & Simmons. Naguib Sawiris, Presidente e CEO di Weather ha commentato, “Da sempre crediamo nelle straordinarie capacità e potenzialità di questa Nazione. L’acquisizione di oggi dimostra la nostra volontà nel continuare a ricoprire un ruolo strategico in questo grande Paese sia in senso ampio che, in particolare, nello sviluppo del settore TMT che vogliamo contribuire ad espandere in Italia”. Kahled Bichara, Co-CEO di Accelero Capital, ha commentato: “Internet e il digitale assumono giorno dopo giorno un ruolo sempre più strategico per sostenere il rilancio delle economie dei paesi industrializzati. La nuova realtà nata dall’unione di Libero e Matrix si posiziona quale interlocutore di riferimento per il mercato internet in Italia, e con il supporto di Accelero Capital, potrà crescere e svilupparsi beneficiando di un know how internazionale di ampio respiro”. Antonio Converti, Presidente e CEO di Libero S.r.l ha commentato: “Oggi uniamo due player che hanno fatto la storia di Internet in Italia e che sono pronti a scriverne un nuovo capitolo, tornando a fare innovazione per metterla a disposizione dei consumatori e delle imprese italiane. Vogliamo diventare la piattaforma internet di riferimento per grandi gruppi ed in particolare per le PMI, affinché l’intero sistema impresa possa crescere facendo leva su tutti gli strumenti messi a disposizione dal mondo digitale che rappresentano una risorsa sempre più strategica e imprescindibile”. INFORMAZIONI SU LIBERO Libero Srl è una società attiva da maggio 2011 che comprende le attività del Portale Libero e dell’Internet Service Provider ITnet, due realtà che hanno fatto la storia di Internet in Italia. libero.it, nato il 13 luglio 1999 come primo portale di Internet ed e-mail in Italia, vanta una delle più vaste Internet community italiane con oltre 13 milioni di visitatori unici al mese (proiezione basata su dati Audiweb View Giugno 2012), 8,5 milioni di caselle attive ed è uno dei principali portali convergenti in grado di offrire una vasta gamma di servizi e di contenuti tra cui search, news, sport, finanza, intrattenimento, blog, dating online, shopping e canali tematici specializzati. ITnet Srl, fondata nel 1994 come ISP, dal 1999 partecipata al 100% da Wind e dal maggio 2011 controllata da Libero S.r.l, è da sempre orientata al mercato aziende, focalizzata nella fornitura di servizi a valore aggiunto e soluzioni basate sui Data Center, con un know-how consolidato nell’ambito delle infrastrutture di rete e delle architetture di computing. Alla fine del 2011, Libero ha lanciato la prima offerta di cloud computing disponibile online in Italia (cloud.libero.it), gestita dai due data center ITnet a Milano e a Roma, che oggi supporta l’intero portale libero.it. Libero Cloud si basa sull’infrastruttura cloud ad elevate performance di Joyent, start-up con sede a San Francisco che ha ricevuto finanziamenti da Weather a gennaio 2012. INFORMAZIONI SU MATRIX Matrix è una delle aziende pioniere nel mercato Internet in Italia e controlla Virgilio, uno dei principali portali Internet italiani, leader in termini di audience con oltre 14 milioni di utenti unici mensili (proiezione basata su dati Audiweb View Giugno 2012). Il portale Virgilio, attraverso l’home page personalizzabile, offre servizi speciali e interattivi, itinerari e percorsi sulla Rete, presentati in canali tematici che da oltre 15 anni guidano gli utenti italiani sul web. Virgilio offre inoltre un importante livello di servizi e informazioni localizzati grazie agli 8.100 portali dedicati ad ogni comune italiano, raggiungibili direttamente dalla home page www.virgilio.it. Matrix opera nel mercato della pubblicità digitale attraverso: la sua concessionaria Niumidia Adv, leader nazionale nel mercato italiano del digital advertising, che raggiunge un totale di oltre 3 milioni di utenti ogni giorno e gestisce gli spazi di comunicazione presenti sul portale Virgilio e sui dispositivi mobili dei clienti TIM; nel mercato locale, attraverso Iopubblicità, grazie ad una gamma integrata di servizi che permettono alle piccole e medie imprese di utilizzare la pubblicità a livello territoriale e di sfruttare sinergicamente il web, i dispositivi mobili e il servizio di directory 1254, con una strategia focalizzata sullo sviluppo delle nuove forme di pubblicità (online advertising e mobile). Attraverso Matrix Code, Matrix sviluppa anche progetti Internet specifici per il mercato B2B: dalla consulenza strategica allo sviluppo e creazione di piani e iniziative per il web e/o il mobile, dallo sviluppo tecnico all’elaborazione grafica, dalla produzione di contenuti alle operazioni per la manutenzione di applicazioni e infrastrutture tecnologiche. INFORMAZIONI SU WEATHER INVESTMENTS II Weather Investments II è un investitore di riconosciuta esperienza e un azionista strategico in società di telecomunicazioni. Weather Investments II possiede una partecipazione del 20% di Vimpelcom, il sesto operatore mondiale di telecomunicazioni.

Leggi

Exogear presenta la prima batteria ricaricabile e componibile al mondo.

Ecco Exogear, si tratta della prima batteri ricaricabile e componibile al mondo. Praticamente per aumentare la sua capacita si possono impilare e sommare le capacita dei vari elementi da circa 5.000 Mah ciascuno.

Leggi

Si è costituita il 23 luglio 2012 a Milano la Rete Competenze per l’Economia Digitale

Si è costituita il 23 luglio 2012 a Milano la Rete Competenze per l’Economia Digitale. Lo scopo dell’iniziativa è la diffusione, anche in Italia, del nuovo modello europeo di classificazione delle competenze e delle professioni informatiche e digitali. La Rete Competenze per l’Economia Digitale, coordinata da Clementina Marinoni della Fondazione Politecnico di Milano, è promossa dalla stessa Fondazione e da Assintel, CNA ICT, Unimatica e Confindustria Digitale. Il sistema di classificazione Europeo per le competenze ICT, (l’e-CF- European e-Competence Framwork), nasce per volontà di numerose imprese in Europa ed è promosso dalla Commissione Europea già nel 2008 (www. ecompetences.eu). L’e-CF è lo strumento di riferimento europeo a supporto delle imprese e delle persone che operano nel campo dell’Information e Communication Technology (ICT), per identificare e valutare le competenze che servono, per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Inoltre lo scopo dell’e-CF è quello di fornire indicazioni riguardo a quali competenze, oggi e, soprattutto domani, le principali aziende in Europa richiederanno al mercato del lavoro e allo stesso tempo favorire la mobilità e l’occupabilità dei lavoratori digitali. Il prossimo Ottobre 2012 a Milano, su iniziativa delle Rete Competenze per le Competenze Digitali, si svolgerà il primo workshop in Italia in cui verrà presentato in termini pratici il funzionamento dello strumento e-CF alle imprese, ai professionisti e ai lavoratori digitali.

Leggi

Allarme: nuovi virus per Android e Blackberry

L'allarme è stato lanciato sul web nelle ultime ore. I possessori di Blackberry e cellulari Android devono fare molta attenzione: secondo la compagnia di sicurezza informatica Kaspersky Labs sarebbe in corso un attacco hacker contro i dispositivi. Gli analisti dell'azienda spiegano che sono state trovate 5 nuove versioni di un malware diretto proprio a questo tipo di smartphone. Il programma utilizzato per gli attacchi è Zitmo, una versione per dispositivi mobili del noto Zeus che attacca i pc. Una volta installato, il programma dirotta una copia di tutti gli sms ricevuti verso un numero olandese, che a sua volta recupererà tutti i dati sensibili presenti per riutilizzarli.

Leggi

Un algoritmo per capire le notizie false

Pubblicato su Physical Review Letters da un team di ricercatori del Politecnico di Losanna un articolo su un algoritmo che consentirebbe di smascherare le false notizie sul web e non solo. Il sistema permette di rilevare sul web non solo le false notizie in circolazione sui social network ma anche virus, spam e le attività illegali.L’algoritmo consente di risalire alla fonte delle informazioni che circolano in rete e sarà utilizzato anche nell’e-commerce e nella sicurezza. Si tratta di un metodo altamente specifico e in grado di garantire un risultato certo.L’efficacia dell’algoritmo infatti è stata testata anche nel mondo reale: per esempio ha permesso di risalire all’origine di un’epidemia di colera in Sud Africa e di identificare una delle menti dell’attacco dell’11 settembre analizzando alcune telefonate scambiate nella rete dei terroristi e pubblicate poi sui giornali. L’algoritmo può anche essere utilizzato anche dalle aziende che intendono farsi pubblicità in internet e vogliono individuare i blogger più influenti per condizionare i loro potenziali clienti.

Leggi

Fai la scelta giusta… in dieci mosse!

Che cos’è un problema? è un questione la cui soluzione incerta implica la possibilità di un’alternativa e come si...

Leggi

In arrivo 950 milioni di euro per progetti di ricerca regioni del sud

Il Miur ha stanziato 950 milioni di euro per la creazione di Distretti ad alta tecnologia nelle regioni del sud

Leggi

Ecco a voi la prima biblioteca digitale scientifica

Il Dipartimento per la digitalizzazione della Pa e per l’innovazione tecnologica, in collaborazione con il CNR, hanno attivato il progetto Science & Technology digital library: la prima biblioteca digitale per la comunità scientifica

Leggi

Verso la digitalizzazione globale dei servizi: l'INAIL fa scattare il countdown

Ufficializzato il cronoprogramma che, entro il 1° luglio prossimo, vedrà l'Istituto fare ricorso esclusivo agli strumenti informatici...

Leggi

Documento informatico e firma elettronica: dalla firma digitale alla “mobile signature”

Le nuove frontiere del documento informatico e della firma elettronica: dalla firma digitale attraverso quella grafometrica fino alla “mobile signature”

Leggi

RAPPORTO EITO 2012: PIATTA L’EUROPA (+1%) IN CRESCITA IL RESTO DEL MONDO (+5.1%)

RAPPORTO EITO 2012: PIATTA L’EUROPA (+1%) IN CRESCITA IL RESTO DEL MONDO (+5.1%) SITUAZIONE ITALIANA A TINTE FOSCHE (-1,8%): TLC: CRESCONO SIGNIFICATIVAMENTE GLI SMARTPHONES E DATI MOBILI IT: IN NETTO CALO LA DOMANDA DI COMPUTER CONSUMER ELECTRONICS: MERCATO ANCORA IN SOFFERENZA Il 26 luglio 2012 ANITEC (Associazione Nazionale Industrie Informatica, Telecomunicazioni ed Elettronica di Consumo) presenta a Milano l’ “ICT Market Report 2012/13”, il rapporto curato da EITO (European Information Technology Observatory) sullo stato dell’arte del mercato Europeo ed Italiano dell’ICT. La prima evidenza del rapporto è che il mercato ICT Europeo riflette lo stato di crisi che attraversa tutta l’Europa continentale. Nonostante ciò, secondo le stime di chiusura 2012 prospettate da EITO, l’Europa rimarrà il secondo mercato mondiale con il 24,1% dietro agli USA (26,6%); rilevanti le quote dei Paesi BRIC (17,9%) e del Giappone (8,6%). Per il settore IT le previsioni del mercato dell’Europa a 25 vedono per il 2012 un modesto +1,2% a fronte di una crescita mondiale del 5,1%. Più fosca la situazione italiana che secondo EITO sarà caratterizzato da un mercato ancora in declino, con un valore complessivo di 25,1miliardi di euro, inferiore sia rispetto al 2011 (-1,8%, 25,5 miliardi) sia al 2010 (26,6miliardi di euro). Nello specifico dei settori, sono in calo i servizi IT -1,9%, il software -0,9% e l’hardware -2,0%. In declino anche la domanda di PC con un -11,3% rispetto al 2011 per un valore totale di 4,8 milioni di pezzi venduti. In termini percentuali invece i notebook totalizzano il 57% del mercato, i desktop il 28% ed i netbook il 15% (sono esclusi i tablet PC). Nel settore degli apparati e servizi per telecomunicazioni, secondo i dati EITO, il mercato europeo, dopo un 2011 in calo, farà registrare una crescita dell’1,2%, determinata principalmente dai buoni risultati dei servizi su linee dati e dai terminali mobili. Nello stesso settore l’Italia farà registrare un leggerissimo incremento (+1%); dalla ricerca EITO emerge come siano gli smartphone ed il traffico dati l’unico segmento in salute del mercato TLC italiano che nel totale vale nel 2012 35,2 miliardi di euro (+1% rispetto al 2011). Gli apparati sono infatti in crescita del 13,2% in ragione del forte incremento del segmento smartphone (che con 24.4 milioni di pezzi venduti rappresenteranno il 36% di tutti i terminali mobili) che compensa l’andamento negativo degli altri segmenti. Gli accessi internet e i servizi dati registrano un +3,7% mentre calano (-4,3%) i servizi voce. Nel settore consumer audio/video/entertainment il mercato continuerà a soffrire anche nel 2012 con un complessivo -13,8% rispetto al 2011. Queste alcune delle previsioni EITO: TV -18,3%, lettori Blu Ray +48,1% e fotocamere digitali a -4,9%. "Nel 2012 il mercato mondiale dell'ICT mostra segni positivi di crescita, trainato dalla Cina e dagli altri Paesi BRIC e guidato dalla straordinaria diffusione degli smartphones e tablets e dallo sviluppo del cloud computing. Ai segnali di crescita del mercato ICT europeo si contrappone la persistente criticità del mercato italiano. Il nostro gap strutturale nell'informatica è quasi uno spread ed è documentato anche dal basso rapporto degli investimenti IT su PIL pari all'1.8% contro il 3.4% della Germania. Le azioni previste dall'agenda digitale italiana devono accelerare il superamento di questo divario che ha pesanti effetti negativi sulla produttività e competitività del nostro paese." ha dichiarato Bruno Lamborghini, presidente dell'Advisory Board di EITO e vicepresidente di AICA. Secondo Cristiano Radaelli, presidente di ANITEC, “è impensabile che il mercato dei prodotti ICT esuli dalla sofferenza di una recessione generale e di vastissima scala. Da sottolineare la controtendenza non solo italiana del segmento degli smartphone. Ci si domanda peraltro se le potenzialità di questi dispositivi mobili di ultima generazione vengano sfruttate appieno. La sensazione è che l’acquisto sia più motivato dalla tendenza che non dal bisogno di utilizzare le capacità del dispositivo. Ecco dunque la necessità di definire al più presto una strategia di medio – lungo termine che porti davvero a un incremento della domanda dei servizi digitali su larga scala e che possa sostenere gli investimenti necessari a garantire la fruibilità e la qualità di questi servizi. Il raddoppio della velocità di connessione internet equivale ad un aumento del PIL dello 0,3%. La piena attuazione di una rivoluzione digitale può tradursi in 45 miliardi di euro di valore aggiunto e in un aumento della produttività diretta per le imprese del 5-10% di valore aggiunto per addetto. Puntare sull'economia digitale può portare fino a 43miliardi di euro di minore spesa pubblica e 13miliardi di maggiori entrate. L'utilizzo di internet infine può portare risparmi di circa 2000 euro annui a famiglia” (fonte Confindustria Digitale, ndr.). Il rapporto EITO analizza in modo dettagliato 34 Paesi ed è realizzato in collaborazione con le maggiori Associazioni ICT europee, la Commissione Europea e OECD. Le società di ricerca partner sono IDC e GfK, mentre il partner industriale italiano è ANITEC. Anitec - L'Associazione Nazionale Industrie Informatica, Telecomunicazioni ed Elettronica di Consumo, aderente a Confindustria e socio fondatore della Federazione Confindustria Digitale, è l'organismo di categoria che riunisce le imprese operanti in Italia fornitrici di prodotti e servizi connessi alle tecnologie delle Telecomunicazioni, dell'Informatica, dell'Elettronica di Consumo, degli Apparati per Impianti d'Antenna e degli Apparecchi Misuratori Fiscali.

Leggi

Trento adotterà software open source

ll Consiglio provinciale ha approvato la legge che prevede la diffusione del software open source

Leggi

LinkedIn supporterà Outlook Social Connector per integrarsi con Microsoft Office 2013

Microsoft Office 2013 sarà in grado di supportare l’integrazione con i social network attraverso Outlook Social Connector

Leggi

Arriva il software in stile "Minority Report"

Il software, che supporta un archivio di dati e filmati enorme, sarà un mezzo per i servizi di intelligence e le forze di polizia.

Leggi

Microsoft Office 2013, disponibile la Preview

Microsoft ha reso disponibile la Preview della suitr di Office 2013

Leggi

Cybersicurezza: rapporto sulla sicurezza online

Cyber sicurezza: l'indagine di Eurobarometro sulla sicurezza online

Leggi

I nanomateriali 'intelligenti' che si adattano agli stimoli

L'Università di Harvard ha dimostrato che è possibile progettare nanomateriali “intelligenti”, detti SMARTS, in grado di modificare alcune loro proprietà

Leggi

Nanomateriali: scarseggia la conoscenza dei rischi

Nanomateriali: scarseggia la conoscenza dei rischi

Leggi

PEC: entro il 30 giugno la comunicazione al Registro imprese

Entro il 30 giugno 2012 tutte le società sono tenute a comunicare al Registro delle Imprese il proprio indirizzo PEC

Leggi