BIM | Digitalizzazione | ASSOBIM
Data Pubblicazione: | Ultima Modifica:

BIM&Digital Awards 2023: al via il concorso che premia aziende e progetti che sfruttano l'innovazione digitale

Al via le candidature per partecipare alla settima edizione del concorso "BIM&Digital Awards" che premia progetti, tesi di laurea, ricerche e strumenti che puntano alla trasformazione digitale. Il bando del concorso è in fondo all'articolo nella sezione Allegati.

BIM&Digital Awards 2023: gli obiettivi del premio

AssoBIM, Clust-ER Build e SAIE lanciano la settima edizione di BIM&DIGITAL Awards 2023, il premio che si pone l’obiettivo di:

  • raccontare lo stato dell’arte in ambito di innovazione e trasformazione digitale del settore delle costruzioni e premiare le idee capaci di interpretare al meglio il cambiamento, promuovendo i progetti e le opere che sfruttano le innovazioni digitali (BIM e non solo) per rendere più efficace il processo di progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione dell’ambiente costruito;
  • premiare aziende, start-up, imprese che hanno promosso nuovi strumenti digitali che rendano più efficace il processo di rilievo, restituzione e visione, di progettazione, realizzazione e manutenzione, in particolar modo per gli interventi di recupero e restauro e che possano operare in ambiente BIM;
  • premiare la ricerca industriale e la ricerca universitaria in questo settore attraverso la selezione di tesi di Laurea Magistrale, Scuola di Specializzazione, Master e Dottorato sviluppate ed applicate su metodologie, strumenti, protocolli, sistemi, ecc. inerenti al BIM.

Per le procedure del concorso e per i rapporti fra Enti banditori e concorrenti, al fine di garantire condizioni uniformi di partecipazione, saranno utilizzate esclusivamente vie di trasmissione telematiche, attraverso il sito: Concorsiarchibo.

BIM&Digital Awards 2023: l'oggetto del concorso 

L'oggetto del concorso prevede:

  • progetti o opere che sfruttano le innovazioni tecnologiche nei diversi settori afferenti le costruzioni;
  • nuovi strumenti/tecnologie e sistemi digitali per l’ambiente costruito;
  • tesi di laurea, di dottorato o progetti/risultati di ricerca industriale che abbiano evidenti caratteri di novità in tema di digitalizzazione dell’ambiente costruito;
  • applicazioni innovative di processi di digitalizzazione e dematerializzazione dei procedimenti tecnico amministrativi della PA nei settori legati all’ambiente costruito (edilizia, urbanistica, ambiente, impiantistica, manutenzione, ecc…).

Si partecipa al concorso attraverso la presentazione di processi, progetti (redatti per committenti privati, enti pubblici, università e concorsi) e/o opere realizzate che facciano riferimento alle categorie presenti nel bando (in fondo all'articolo).

Chi può partecipare in base alle categorie

Si può partecipare in base alle categorie oggetto di candidatura:

  • a) Progettazione (categoria riservata alle società e studi di progettazione e ai liberi professionisti)
    a.1. Edifici complessi
    a.2. Infrastrutture
    a.3. Piccoli progetti
    a.4. Interventi di restauro e valorizzazione del patrimonio
    a.5. Smart Buildings and Cities
  • b) Imprese di costruzione (categoria riservata alle imprese di costruzione)
    b.1. Fabbricazione digitale
    b.2. Cantieri smart
    b.3. Materiali intelligenti
  • c) Committenza (categoria riservata alla Pubblica Amministrazione e ai grandi gestori di real estate)
    c.1. PA e Digitalizzazione
    c.2. Smart Buildings and Cities
  • d) Ricerca universitaria (tesi, phd) e ricerca industriale/innovazione (horizon, et al start up innovative)
    d.1. Tecnologie digitali per il processo costruttivo
    d.2. Ricerca
    d.3. Ricerca Industriale
  • e) Iniziativa BIM dell’anno (riservata agli studi e alle società di progettazione, ai liberi professionisti e alle imprese di costruzione). Questa categoria sarà suddivisa in:

-Master/Pro:

  • studi e le società di progettazione, imprese di costruzione con più di 5 anni di attività;
  • liberi professionisti con più di 5 anni di partita I.V.A. o con più di 35 anni di età.

- Young/Start:

  • studi e le società di progettazione, imprese di costruzione con meno di 5 anni di attività;
  • liberi professionisti con meno di 5 anni di partita I.V.A. o con meno di 35 anni di età.

Scadenze

Apertura delle iscrizioni e contestuale invio degli elaborati e della documentazione amministrativa: 5 aprile 2023.
Chiusura delle iscrizioni e contestuale invio degli elaborati e della documentazione amministrativa: 31 luglio 2023.

Elaborati richiesti

Gli elaborati richiesti per il concorso in ogni categoria sono da inserire all'interno di 1 dossier, costituito da un unico file in formato PDF che contiene:

  • massimo tre tavole in formato in formato A3 contenenti fotografie, disegni e didascalie a scelta del concorrente;
  • categorie a.1., a.2., a.3., e a.4.: un video di massimo 3 minuti in cui si illustri la metodologia seguita nello sviluppo del progetto e il modello in termini di navigazione immersiva, interrogabile e misurabile;
  • Una relazione composta da un numero massimo di 5.000 battute, spazi inclusi, in formato A4 verticale (21 x 29,7 cm); che illustri, in appositi paragrafi evidenziati dal bando;
  • categorie a.5., b.1., b.3, c.1., c.2., d.1 ed e): una relazione composta da un numero massimo di 5.000 battute, spazi inclusi, immagini e grafici esclusi, in formato A4 verticale (21 x29,7 cm); che illustri, in appositi paragrafi evidenziati con identica titolazione evidenziati dal bando;
  • categoria d.2.: una relazione composta da un numero massimo di 5.000 battute, spazi inclusi, in formato A4 verticale (21 x 29,7 cm); che illustri, in appositi paragrafi evidenziati con identica titolazione, i temi oggetto di “Tesi” in cui sia possibile evincere con chiarezza i principi alla base del progetto di ricerca sviluppato su metodologie, strumenti, protocolli, sistemi, ecc. inerenti al BIM;
  • categoria d.3.: una relazione composta da un numero massimo di 5.000 battute, spazi inclusi, in formato A4 verticale (21x29,7 cm); che illustri, in appositi paragrafi evidenziati con identica titolazione, i temi oggetto di “RICERCA INDUSTRIALE” in cui sia possibile evincere con chiarezza i principi alla base del progetto di ricerca sviluppato su metodologie, strumenti, protocolli, sistemi, ecc. inerenti al BIM o alla digitalizzazione del settore. 

Premi e giuria

Ogni premiato di ogni categoria ha come premio una targa, mostrando il titolo del “Vincitore della categoria del BIM&Digital Award 2023”, potranno presentare (5 minuti per ogni vincitore) il loro lavoro durante l’evento di premiazione previsto per il mese di novembre 2023 (date da definirsi) e presentare (20 minuti per ogni vincitore) in una serie di webinar che si terranno nel corso del 2024.

Per ogni progetto è pensata la pubblicazione specifica oltre che sui canali di comunicazione degli Enti banditori.

A selezionare le candidature vincenti, e scegliere i progetti più meritevoli, sarà la giuria composta da docenti universitari, professionisti ed esperti del settore.
Il Prof. Simone Garagnani sarà il Presidente della Giuria: Ricercatore presso il Dipartimento di Architettura – Alma Mater Studiorum dell’Università di Bologna, i cui interessi di ricerca spaziano dalla computer grafica, alla metrologia e al Building Information Modeling, applicato al patrimonio esistente e archeologico.
Tra i giurati anche l’Arch. Viola Albino, Responsabile U.O. Gestione digitale del patrimonio immobiliare dell’Agenzia del Demanio che, lo ricordiamo, è l’ente responsabile della gestione, razionalizzazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico.
L’Arch. Giacomo Bergonzoni, BIM & Digital Twin Manager e Senior Consultant di Capgemini Engineering, ha una lunga esperienza nel campo del Building Information Modeling; è docente presso master universitari, istituti di formazione privata e nei corsi BIM organizzati dagli ordini degli Ingegneri e degli Architetti e siede al tavolo UNI 11337 relativo alla standardizzazione in ambito BIM.
L’Ing. Cinzia Gatto oggi è Strategy Information Mgmt and Regulation Analysis | BIM e Asset Management presso Italferr S.p.A., ma ha una lunga esperienza nel mondo della Pubblica Amministrazione avendo nel recente passato lavorato per Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Lombardia-Emilia Romagna, MIMS.
Dal mondo della Ricerca e dell’Università proviene anche l’Arch. Fabiana Raco, Coordinatore Tecnico del Laboratorio TekneHub, Tecnopolo Università di Ferrara ed esperta di tecnologie digitali integrate alla gestione ed all’intervento sul patrimonio culturale.
L’Arch. Giampiero Rellini Lerz è Digital Development Advisor di ANCE e si occupa dei progetti strategici nell’ambito della digitalizzazione e del progetto europeo DIHCUBE, Digital Italian Hub for Construction and Built Environment che riunisce in un unico hub i principali attori dell’innovazione, per le costruzioni e l’ambiente costruito in Italia e mette insieme, per la prima volta da anni, le migliori competenze nazionali in materia.
Il punto di vista internazionale sarà quello portato dal Prof. Eduardo Toledo, Docente presso l’Università San Paolo Brasile ed esperto di BIM e tecnologie digitali per le costruzioni.
Infine, tra i membri della giuria è presente l’Arch. Michele Ottomanelli, Direttore Tecnico SAIE oltre che docente a contratto del Politecnico di Milano.

L’innovazione nel settore delle costruzioni trova nell’integrazione digitale e nell’implementazione del BIM un acceleratore concreto di qualità e di efficienza. Il BIM&Digital Award, giunto alla sua VII Edizione, consente ogni anno quel confronto di idee e di realizzazioni, generate dai più attenti utilizzatori e ricercatori, che è necessario per comprendere il livello di competenze richieste da un mercato sempre più esigente.

PER SAPERNE DI PIÚ

BIM

News e gli approfondimenti che riguardano l’evoluzione digitale del progetto e della costruzione, con particolare attenzione al BIM - Building Information Modelling

Scopri di più

Digitalizzazione

News e approfondimenti che riguardano, in generale, l'adozione di processi e tecnologie digitali per la progettazione, la costruzione e la gestione dell'ambiente costruito.

Scopri di più

Allegati

Leggi anche