Controlli | Calcestruzzo Armato | Muratura | Restauro e Conservazione | MASTER - Associazione Materials and Structures, Testing and Research
Data Pubblicazione:

Il piano delle indagini sulle costruzioni esistenti, al via il corso di alta formazione dell'Associazione MASTER

L'Associazione MASTER propone un corso di alta formazione che ha come obiettivo quello di trasferire competenze e responsabilità del professionista addetto alla redazione del piano delle indagini, alla supervisione ed interpretazione dei dati sperimentali provenienti da prove e controlli su strutture e costruzioni in muratura ed in calcestruzzo armato ed acciaio.

Per interventi su edifici storici è necessaria una conoscenza a tutto tondo, che spazia dalla meccanica, alla matematica, fino all'arte

Conoscere per progettare, sperimentare per conoscere: in queste poche parole è condensato l’obiettivo principale che si sono posti l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Catanzaro e l’Associazione MASTER nella fase di progettazione del corso di alta formazione dal titolo “IL PIANO DELLE INDAGINI SULLE COSTRUZIONI ESISTENTI”.

Le finalità del percorso formativo sono il trasferimento delle competenze e delle responsabilità del professionista addetto alla redazione del piano delle indagini, alla supervisione ed interpretazione dei dati sperimentali provenienti da prove e controlli su strutture e costruzioni in muratura ed in calcestruzzo armato ed acciaio.

Esiste unanime consenso nel ritenere che, nell’ambito della progettazione strutturale, la problematica della manutenzione e della riparazione degli edifici esistenti, nonché del loro miglioramento o adeguamento alle norme, costituisca una branca molto specialistica dell’ingegneria civile. La trattazione di questi temi progettuali richiede, infatti, non soltanto una profonda conoscenza della meccanica (statica, cinematica e dinamica), quindi di una scienza matematica, ma anche, e talvolta soprattutto, una raffinata cultura umanistica che spazia dalla storia, alla sociologia, alla filosofia e, anche, alla regola dell’arte.

In questo senso la brutale applicazione delle norme, sganciata da ogni riferimento culturale di altro tipo, può risultare devastante per qualsiasi manufatto ed in particolare per gli edifici di carattere storico e monumentale. A rendere ancora più complesso il tema è la necessità di confrontarsi con la “condizione di stato” dell’edificio esistente dettata dalla vetustà, dal cimento dei materiali, dalle trasformazioni che l’organismo ha subito nel corso della sua esistenza. Questo richiede un sapere di più: la conoscenza dei metodi di indagine strumentale e delle tecniche di controllo strutturale che permettono al progettista di acquisire le basi di dati indispensabili per poter formulare un’ipotesi di intervento.

Il corso, destinato a progettisti, direttori dei lavori, collaudatori, ricercatori e sperimentatori operanti nei laboratori prove materiali ed in enti di ricerca, tecnici delle pubbliche amministrazioni è articolato i cinque moduli didattici, rispettivamente:

  1. compiti e responsabilità del professionista addetto alla redazione del piano delle indagini;
  2. importanza della figura professionale addetta alla redazione del piano delle indagini, alla supervisione ed interpretazione dei dati sperimentali provenienti da prove e controlli su strutture e costruzioni in muratura, calcestruzzo armato ed acciaio;
  3. laboratori per prove e controlli sui materiali da costruzione su strutture e costruzioni esistenti di cui all’art. 59, comma 2, del D.P.R. n. 380/2001: settori di prova e certificazione, requisiti e competenze;
  4. redazione del piano delle indagini nelle costruzioni in muratura;
  5. redazione del piano delle indagini nelle costruzioni in calcestruzzo armato e in acciaio.

In particolare i moduli 4 e 5 tratteranno:

  • la conoscenza della struttura;
  • l’analisi storico-critica;
  • il rilievo geometrico-strutturale;
  • gli aspetti logistici e di sicurezza operativa;
  • l’individuazione delle indagini e delle prove;
  • la definizione dei livelli di conoscenza e dei fattori di confidenza;
  • la caratterizzazione meccanica dei materiali;
  • l’interpretazione dei dati provenienti dalle campagne sperimentali;
  • case history di una verifica della vulnerabilità.

Il corso, della durata complessiva di 21 ore impartite in FAD, si svolgerà dal 23/11/2023 al 05/12/2023.

Al termine del corso è prevista la verifica delle competenze acquisite.

La partecipazione al corso rilascia per gli Ingegneri di tutte le province d’Italia 20 CFP (con 90% delle presenze) validi ai fini dell’aggiornamento delle competenze professionali (ex D.P.R. 137/2012 e successivo regolamento approvato dal Ministero della Giustizia).

IN ALLEGATO LA LOCANDINA DELL'EVENTO.

Calcestruzzo Armato

Aggiornamenti e approfondimenti sull'evoluzione dei materiali a base cementizia, normative pertinenti, utilizzi innovativi, sviluppi tecnici e opinioni di esperti.

Scopri di più

Controlli

News e approfondimenti sull’importante tema dei controlli nel settore delle costruzioni e sull’evoluzione normativa che ne regola l’attuazione.

Scopri di più

Muratura

News e articoli che riguardano la soluzione della muratura nelle costruzioni, sia come elemento strutturale che come elemento di tamponamento:...

Scopri di più

Restauro e Conservazione

Con il topic "Restauro e Conservazione" vengono raccolti tutti gli articoli pubblicati che esemplificano il corretto approccio a quel sistema di attività coerenti, coordinate e programmate, dal cui concorso si ottiene la conservazione del patrimonio culturale.

Scopri di più

Stefano Bufarini

Laboratorio Ufficiale Prove Materiali e Strutture - Università Politecnica delle Marche

Scheda

Allegati