Concorsi di progettazione | Rigenerazione Urbana
Data Pubblicazione:

Riqualificazione urbanistica del nuovo waterfront di Messina: al via il concorso di progettazione

CONCORSO SCADUTO-Al via il concorso a procedura aperta in due gradi per la riqualificazione urbanistica architettonica e funzionale dell'area demaniale marittima tra i torrenti Boccetta e Annunziata a Messina. Il bando in fondo all'articolo nella sezione Allegati

Nuovo volto per l'area demaniale marittima tra i Torrenti Boccetta e Annunziata

Le aree costiere delle città portuali hanno assunto un ruolo di grande importanza per ridefinire e migliorare gli spazi urbani il cui legame con il mare ha subito significativi cambiamenti nel corso del tempo. Ad esempio, la problematica riguardante la riqualificazione della zona costiera per una città come Messina è di grande rilevanza. Nonostante la bellezza del suo paesaggio e l'importanza del suo patrimonio ambientale e culturale, lo sviluppo urbano non è riuscito a sfruttare appieno la sua posizione sullo Stretto. Affrontare questa sfida diventa quindi essenziale.

Per questo è fondamentale la necessità di esaminare attentamente il legame tra la comunità, il territorio e il mare.

Questo richiede un approccio di progettazione che tenga conto dell'aspetto ecologico e paesaggistico, in grado di fornire soluzioni adeguate per rispondere alla crescente domanda di spazi urbani ad uso collettivo e di attività economiche sostenibili.

Il concorso di progettazione richiede proposte progettuali capaci di integrare tre tematiche fondamentali tra cui:

  • qualità, benessere, sostenibilità;
  • attrattività, creatività e inclusività;
  • tutela, valorizzazione, uso sostenibile del patrimonio naturale, culturale e architettonico.

Potrebbe interessarti anche: Ridisegno Lungomare di Senigallia "Velvet water-front": il concorso per la valorizzazione in ottica green
Il concorso di idee in unica fase indetto dal Comune di Senigallia per la riqualificazione e ammodernamento del lungomare della città di Senigallia “VELVET WATER-FRONT”.

Chi può partecipare

Possono partecipare al concorso gli operatori economici in forma singola o associata di cui all’art. 66, comma 1 del codice, che non siano soggetti alle cause di esclusione di cui agli articoli 94 e 95 dello stesso codice e che siano in possesso dei seguenti requisiti di idoneità professionale:

  1. i professionisti iscritti al momento della partecipazione alla gara, al relativo albo professionale previsto dai vigenti ordinamenti, ovvero abilitati all'esercizio della professione secondo le norme dei Paesi dell'Unione europea cui appartiene il soggetto.
  2. le Società di ingegneria e S.T.P iscritte nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura.

Scadenze

Apertura delle iscrizioni e invio degli elaborati e della documentazione amministrativa per il primo grado: 18.09.2023
Chiusura
delle iscrizioni e invio degli elaborati per il primo grado: 18.10.2023
Apertura
del periodo per l’invio degli elaborati e documentazione amministrativa per il secondo grado: 19.11.2023
Chiusura
del periodo per l’invio degli elaborati e dell’eventuale documentazione amministrativa per il 2 grado: 19.12.2023

Gli elaborati richiesti per il primo grado

Gli elaborati richiesti per il primo grado sono:

  • Relazione illustrativa - massimo 4 facciate formato A4 - orientamento verticale – Arial di dimensione 12, per un massimo di 8.000 battute spazi compresi. La relazione metterà in evidenza i concetti espressi graficamente, con particolare riferimento ai criteri di valutazione indicati nel bando. Non sono ammessi schemi grafici ed immagini;
  • Verifica di coerenza con il programma funzionale allegato (che costituisce implicita verifica di coerenza con i limiti di costo delle opere).
  • n. 2 tavole grafiche costituite da: n.1 Masterplan e n.1 schemi grafici, tabelle, disegni, immagini;
  • elaborato grafico, unico file PDF (1 facciata formato A1 – orientamento orizzontale) contenente la rappresentazione dell’idea proposta mediante un Masterplan composto da: una planimetria generale in scala adeguata, sezioni e profili significativi, schemi funzionali, restituzioni 3D, eventuali schizzi e foto-inserimenti. La composizione della tavola rimane a scelta del progettista.

Gli elaborati richiesti per il secondo grado

Gli elaborati richiesti per il secondo grado sono:

  • Relazione A (formato A3, quattro facciate escluso copertina e indice, carattere Arial di dimensione 11, interlinea 1,5) relativa all’inserimento della proposta progettuale per gli ambiti WAT 2 e WAT 3*, oggetto del 2° grado del Concorso, nell’assetto complessivo dell’area “Boccetta-Annunziata” con preciso riferimento al Masterplan (WAT 1, WAT 2, WAT 3*) presentato dai progettisti nel 1° grado;
  • Relazione B (formato A3, quattro facciate, escluso copertina e indice, carattere Arial di dimensione 11, interlinea 1,5), relativa alle soluzioni proposte per l’area oggetto del 2° grado del Concorso (WAT 1 e WAT 2) contenente una relazione illustrativa, una relazione tecnica, uno studio d’inserimento delle opere nel contesto urbanistico, architettonico e paesaggistico, immagini e schemi grafici che esplicitino i criteri delle scelte progettuali, le relative funzioni e l’accessibilità, oltre alla Verifica di coerenza (formato A3, quattro facciate, escluso copertina e indice, carattere Arial di dimensione 11, interlinea 1,5), con il programma funzionale del bando: obiettivi, programmazione degli interventi e rispetto del limite di spesa, compatibilità con il regime vincolistico esistente.
  • n. 4 tavole in formato A1 contenenti elaborati grafici idonei a illustrare le soluzioni progettuali proposte in scala adeguata (planimetrie, sezioni, schizzi, dettagli, viste assonometriche e/o prospettiche e/o fotografiche e quant’altro utile a far comprendere la proposta) di cui: n.1 dedicata alla coerenza tra il Masterplan (WAT 1, WAT 2, WAT 3*) – presentato dai progettisti nel 1° grado del concorso – e l’approfondimento progettuale oggetto del 2° grado (WAT 2, WAT 3*), puntando alla rappresentazione dell’intero sistema Boccetta-Annunziata, oggetto del bando, in funzione sia delle sue relazioni interne che rispetto alle interazioni con la città e il mare; n. 1 dedicata all’assetto complessivo e sistemico degli ambiti WAT 2 e WAT 3*, con rappresentazioni grafiche in scala adeguata, contenenti anche l’inserimento su ortofoto del progetto in relazione al contesto urbano circostante; n. 1 tavola dedicata all’ambito WAT 2 contenenti grafici idonei a illustrare le soluzioni proposte; n. 1 tavola dedicata all’ambito WAT 3* contenenti grafici idonei a illustrare le soluzioni proposte.
  • Una presentazione in formato PDF di 4 pagine.

Montepremi

Il concorso prevede un montepremi complessivo così suddiviso:

  • 1° classificato: 60.000,00 Euro oltre 613.078,49 Euro, questi ultimi verranno corrisposti al vincitore del concorso dopo la consegna del PFTE
  • 2° classificato: 45.000,00 Euro;
  • 3° classificato: 40.000,00 Euro;
  • 4° classificato: 35.000,00 Euro;
  • 5° classificato: 30.000,00 Euro.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Concorsi di progettazione

Con il Topic “Concorsi di Progettazione” raccogliamo tutti i Concorsi pubblicati su Ingenio. All’interno di questa area anche i concorsi di idee.

Scopri di più

Rigenerazione Urbana

News e approfondimenti relativi alla rigenerazione urbana: i concorsi e i progetti, l’analisi di casi concreti, l’innovazione digitale, le norme e gli strumenti finanziari, i dati del mercato immobiliare, i pareri degli esperti.

Scopri di più

Allegati

Leggi anche